bg header
logo_print

Cannolo di caprino con crema di zucchine, un secondo gourmet

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Cannolo di caprino con crema di zucchine
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Cannolo di caprino con crema di zucchine, un secondo leggero e aromatico

Il cannolo di caprino con crema di zucchine è la classica ricetta che parte da un’idea geniale e di facile realizzazione. Può essere definito come un secondo gourmet e fantasioso, ma comunque alla portata di tutti. La ricetta, infatti, si basa non tanto sulla complessità del procedimento quanto sulla peculiarità degli abbinamenti.

Una morbida cialda al formaggio caprino racchiude un’aromatica guarnizione con menta e zucchine. Il tutto viene poi valorizzato da un’inedita maionese di ricci di mare e da una delicata salsa alle mandorle.

Il cannolo di caprino può fare bella mostra di sé durante le cene tra amici, soprattutto se lo scopo è quello di stupire e regalare un’esperienza unica. Dà il meglio di sé anche nei buffet, anche se in questo caso sarebbero più idonee porzioni più minute. E’ una ricetta a misura di celiaco in quanto è realizzata senza cereali.

Ricetta cannolo di caprino

Preparazione cannolo di caprino

Per preparare il cannolo di caprino con crema di zucchine iniziate dalla maionese. Ecco i passaggi da eseguire.

  • Versate in una ciotola la polpa di ricci di mare, l’acqua e l’olio di semi.
  • Mescolate e montata a media-alta velocità fino ad ottenere una salsa dalla giusta consistenza.

Poi proseguite con la salsa di mandorle:

  • Versate tutti gli ingredienti (le mandorle, l’olio il sale e il pepe) nel bicchiere del mixer e frullate alla massima velocità per cinque minuti. Poi filtrate il composto così ottenuto.

Preparate il cannolo:

  • Versate il formaggio in una padella coperta con carta da forno.
  • Accendete la fiamma e fate fondere il formaggio.
  • Proseguite la cottura fino a quando il formaggio non inizierà a formare una specie di cialda morbida.
  • Ora modellate la cialda a forma di cannolo e lasciatela raffreddare.

Adesso occupatevi della crema di zucchine:

  • Tagliate le zucchine a rondelle.
  • Conditele con un po’ di olio e cuocetele al forno per 20 minuti a 150 gradi in modalità ventilata.
  • Ora frullate le zucchine nel mixer, unendo menta, pepe e sale in modo da ottenere una crema.

Adesso componete la ricetta:

  • Riempite il cannolo di caprino con la crema di zucchine utilizzando una sac à poche.
  • Disponete il cannolo così farcito in un piatto.
  • Guarnite con altra crema di zucchine, con la maionese e con la salsa alle mandorle.
  • Decorate con erbe aromatiche a piacimento e completate con un filo di olio.

Ingredienti per 4 persone:

  • 150 gr. di formaggio caprino grattugiato,
  • q. b. di olio extra vergine d’oliva,
  • q. b. di menta fresca,
  • 40 gr. di mandorle tostate,
  • q. b. di sale e pepe,
  • 180 gr. di zucchine,
  • q. b. di erbe aromatiche a piacere,
  • q. b. di maionese di polpa di ricci.

Per la maionese di ricci:

  • 50 gr. di polpa di ricci di mare,
  • 10 gr. di acqua,
  • 75 gr. di olio di semi,
  • 25 gr. di olio extravergine d’oliva.

Le differenze tra il formaggio caprino e gli altri formaggi

Il protagonista di questo cannolo con crema di zucchine è il formaggio di caprino. Non è certo un formaggio raro, sebbene sia spesso messo in secondo piano rispetto a quello vaccino e al pecorino. Merita però di essere preso in considerazione, anche perché offre sapori diversi e interessanti. Di base è più delicato, meno sapido e propone note leggermente più acidule. Le differenze, in questo caso, si notano soprattutto rispetto al pecorino, che ha un gusto più vivace.

Il formaggio caprino spicca anche per le proprietà nutrizionali. Certo, apporta gli stessi principi nutritivi degli altri formaggi, ma in proporzioni diverse. Per esempio abbonda di ferro, una sostanza fondamentale per garantire al sangue una buona ossigenazione. Non mancano comunque il calcio, la vitamina D e ovviamente le proteine.

In occasione di questa ricetta il formaggio caprino viene prima fuso in padella e poi “cotto” per trasformarsi in una cialda modellabile. Questa poi assume la forma di un cannolo, pronto per essere farcito.

Cannolo di caprino con crema di zucchine

Tutto il gusto dei ricci di mare

Se il formaggio caprino è il protagonista di questo cannolo, l’ingrediente più suggestivo è certamente il riccio di mare. Si tratta di un alimento prelibato, che raramente occupa le nostre tavole. Il sapore è interessante in quanto ricorda quello delle ostriche, ma in una versione più accentuata. Di base “sa di mare”, ma propone note a metà strada tra il dolce e il salato.

I ricci sono validi anche dal punto di vista nutrizionale: abbondano di proteine e sono quasi del tutto privi di grassi. I pochi grassi che apportano fanno parte della categoria omega tre, che fanno bene al cuore e alla circolazione. Infine, l’apporto calorico è equilibrato in quanto non supera le 100 kcal per 100 grammi. Vi è poi una quantità considerevole di ferro, fosforo e altri oligoelementi.

Come preparare la maionese per il cannolo di caprino

Nel cannolo di caprino i ricci di mare vengono impiegati per realizzare una maionese “speciale”, che emula in consistenza quella originale ma propone un sapore del tutto diverso. In questo tipo di maionese mancano alimenti base come le uova e il limone, sostituiti per l’occasione dall’olio extravergine di oliva e dall’olio di semi.

Ad ogni modo la preparazione è molto semplice, basta inserire tutti gli ingredienti in una grande ciotola e montare con l’ausilio di una frusta elettrica. A questo punto occorre insistere un po’ per ottenere una consistenza adeguata, ma vi assicuro che ne vale davvero la pena.

Per massimizzare l’effetto dovrete utilizzare un buon olio extravergine di oliva, che non è un alimento di supporto ma un ingrediente vero e proprio. La maionese di ricci di mare si accompagna a una salsa dalla consistenza simile realizzata con le mandorle. Anche quest’ultima gioca un ruolo importante, anche perché smorza il sapore marino e sapido degli altri ingredienti, proponendo una nota più delicata e dolce.

Ricette gourmet ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

tacos con baccala

Tacos farciti con baccalà, una ricetta tra Messico...

Qualche curiosità sui tacos farciti I tacos farciti sono un alimento base per la cucina messicana. Traggono origine nell’America precolombiana quando gli impasti venivano realizzati...

Spezzatino di alce

Spezzatino di alce, un gustoso secondo di selvaggina

Cosa sapere sulla carne di alce Al netto degli ingredienti a supporto, che pure non mancano, la vera protagonista di questo spezzatino è la carne di alce. Si tratta di una carne particolare per...

Pollo alla birra

Pollo alla birra, un secondo piatto semplice e...

La carne di pollo, un’autentica alleata in cucina Il protagonista della ricetta del pollo alla birra è ovviamente la carne bianca. Il pollo è una delle carni più consumate in assoluto, se non...