bg header
logo_print

Baccalà con peperoni cruschi, un secondo colorato e saporito

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Baccalà con peperoni cruschi
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (2 Recensioni)

Baccalà con peperoni cruschi, un secondo rustico e gourmet allo stesso tempo

Vi presento il baccalà con peperoni cruschi, un secondo piatto che vi stupirà per il sapore sfizioso, per i colori sgargianti, per la texture variegata. Esprime elementi rustici e allo stesso tempo gourmet, risultando perfetto tanto per le occasioni speciali quanto per i pranzi di tutti i giorni.

Nella ricetta vengono usati i peperoni cruschi, una specialità dell’agroalimentare Lucano, ma in via di diffusione anche al di là dei confini regionali. Il sapore dolce e delicato di questi ultimi contrasta gradevolmente con la sapidità del baccalà, dando vita a un piatto dalla resa organolettica complessa ma adatto a tutti.

Il baccalà con i peperoni cruschi e anche una ricetta anti intolleranze alimentari. Infatti, nessuno degli ingredienti contiene glutine o lattosio. E comunque off limits per gli allergici al nichel in quanto i peperoni (come buona parte dei vegetali) contengono questa sostanza.

Ricetta baccala con peperoni cruschi

Preparazione baccala con peperoni cruschi

Ecco come preparare il baccalà con peperoni cruschi.

  • Rimuovete la lisca e le spine dal baccalà, poi fatelo a tocchetti e asciugatelo con carta assorbente (tamponando delicatamente).
  • Ora sbucciate la cipolla, riducetela a fette e soffriggetela in una pentola con 3-4 cucchiai di olio extravergine di oliva.
  • Unite il baccalà e cuocete per 4 minuti, girandolo a metà cottura.
  • Poi aggiungete le olive, abbassate il fuoco al minimo e proseguite per altri 10 minuti.
  • Infine salate, se lo ritenete necessario, e servite con il peperone crusco tagliato a pezzettoni.

Ingredienti baccala con peperoni cruschi

  • 1 kg. di filetto di baccalà ammollato e dissalato
  • 100 gr. di olive nere
  • 8 peperoni cruschi
  • 1 cipolla bianca
  • q. b. di olio extravergine di oliva.q. b. di sale.

Un focus sui peperoni cruschi

Vale dunque la pena parlare dei peperoni cruschi, i veri protagonisti di questa ricetta con il baccalà. Benché vengano aggiunti a fine preparazione, quasi a mo’ di contorno, valorizzano il piatto in termini di gusto ed estetica. I peperono cruschi sono un PAT,  Prodotto Agroalimentare Tradizionale, della Lucania, ma coltivati anche nel nord della Calabria. Possono essere considerati come una variante dei peperoni, benché assomiglino più che altro ai peperoncini. Spiccano per la forma a cornetto, per il colore rosso vivo, per un sapore molto dolce, adatto ai piatti più delicati.

Vengono in genere essiccati all’aria aperta, un po’ come si fa con i pomodorini. Poi vengono cotti in padella con un po’ di olio extravergine d’oliva per qualche decina di secondi. In questo modo assumono una consistenza croccante, che giustifica il termine “crusco”.

I peperoni cruschi sono protagonisti di molte ricette a trazione regionale, come le patate con peperoni cruschi. Non di rado fungono da condimento per la pasta o da contorno per secondi di pesce e di carne.

Tutta la bontà del baccalà

Un altro protagonista del baccalà con peperoni cruschi è il pesce. Il baccalà è una delle preparazioni più apprezzate che viene utilizzata nelle cucine di mezza Europa. Il baccalà non va confuso con lo stoccafisso. Derivano entrambi dal medesimo pesce, ovvero dal merluzzo, ma il baccalà è conservato sotto sale, mentre lo stoccafisso è essiccato. Proprio per questo è diverso anche il sapore: più sapido nel baccalà e leggermente dolciastro nello stoccafisso.

Il baccalà è un alimento prezioso anche dal punto di vista nutrizionale. E’ una fonte di proteine e di acidi grassi omega tre, che giovano al cuore e alla circolazione del sangue. Inoltre, contiene tanta vitamina D (essenziale per il sistema immunitario) e fosforo, che supporta le funzioni cognitive.

In occasione di questa ricetta andrebbe utilizzato del baccalà dissalato e ammollato. Poi il baccalà viene cotto su un soffritto di cipolle e di olive.

Baccalà con peperoni cruschi

Perché abbiamo usato le olive nere?

La lista degli ingredienti del baccalà con peperoni cruschi comprende anche le olive nere. Le olive nere hanno un sapore aromatico e leggermente acidulo, dunque sono in grado di interagire al meglio con la sapidità del baccalà e la delicatezza dei peperoni cruschi.

Le olive nere conferiscono al piatto colore, sapore e spessore nutrizionale, infatti sono ricche di antiossidanti, sostanze che riducono la probabilità di contrarre il cancro e regolarizzano i processi di rigenerazione cellulare. Questo tipo di olive, inoltre, contengono tanta vitamina E e importanti grassi benefici.

Il loro apporto calorico non è eccessivo, infatti superano di poco le 100 kcal per 100 grammi, dunque possono essere consumate senza grossi timori. In questa ricetta le olive nere vengono aggiunte sul soffritto di cipolle, poco prima di integrare il pesce.

Quale cipolle utilizzare nel baccalà con peperoni cruschi?

La ricetta del baccalà con peperoni cruschi ci da modo di parlare anche della cipolla, un bulbo molto usato in cucina per i soffritti, o come preparazione di piatti complessi. A tal proposito, quale varietà di cipolla usare per questa ricetta? La scelta è in genere tra le cipolle rosse, dorate e bianche. Ebbene, le cipolle rosse sono molto dolci e aromatiche, quindi perfette per il consumo a crudo. Le cipolle dorate sono leggermente pungenti e resistono alle elevate cotture. Stesso discorso per le cipolle bianche, che sono molto più intense come sapore.

Il consiglio, almeno in questo caso, è di puntare sulle cipolle bianche per far emergere al meglio il loro sapore, anche al cospetto di un alimento sapido e saporito come il baccalà.

A prescindere dalla varietà, le cipolle vantano un buon profilo nutrizionale. Il riferimento è alla vitamina A, allo zinco e al selenio, sostanze che sono abbastanza rare in natura. La vitamina A fa bene alla vista, mentre lo zinco e il selenio fungono da antiossidanti, supportando il sistema immunitario. Le cipolle apportano solo 30 kcal per 100 grammi, dunque non pongono in essere problematiche di sorta sulla linea.

Ricette con i peperoni ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Lumache fritte

Lumache fritte, un finger food per stupire

Una panatura semplice ma efficace E’ proprio la panatura a qualificare come facile questa ricetta con lumache fritte. La impanatura è formata da farina, uova sbattute con sale e pepe,...

Hamburger di quinoa e melanzane

Hamburger di quinoa e melanzane, una delizia 100%...

Uno sguardo alla quinoa La quinoa è la vera protagonista di questa sfiziosa ricetta. Occupa un posto d’onore negli hamburger di melanzane, adatti anche ai celiaci o a chi manifesta una marcata...

Hamburger di manzo con friggitelli

Hamburger di manzo con friggitelli, un secondo delizioso

Cosa sono i friggitelli? Gli hamburger di manzo e friggitelli sono di norma una ricetta semplice, in quanto a variare non è il procedimento bensì gli ingredienti. Per l’occasione ho deciso di...