bg header
logo_print

Gin analcolico con la menta, un mocktail perfetto

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

gin analcolico e menta
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (8 Recensioni)

Gin analcolico con la menta, buono come un cocktail vero

Il gin analcolico con la menta è un cocktail squisito, perfetto per chi non può o non vuole bere liquori. Il suo sapore è fresco ed esprime le note acri di limone, valorizzate dall’aroma della menta e dai sentori floreali del gin. Può essere preparato in occasione di feste e aperitivi, anche perché non ha nulla da invidiare ai migliori cocktail liquorosi. Il suo sapore è quasi indistinguibile dalle controparti alcoliche realizzate con gin, menta e limone.

La ricetta è semplice, sebbene prevede qualche passaggio in più rispetto alla maggior parte dei drink. Si tratta infatti di creare una base all’interno del tumbler, pestando le foglie di menta e i pezzetti di limone. In questo modo la bevanda trae tutti gli aromi da questi due ingredienti e acquisisce una texture interessante e più densa. Poi si versa una soluzione shakerata a base di lemon soda, gin analcolico e sciroppo di menta. La fase di guarnizione, infine, è affidata alle foglie di menta rimanenti.

Ricetta gin analcolico con la menta

Preparazione gin analcolico con la menta

Per preparare il Gin analcolico con la menta seguite questi passaggi.

  • In uno shaker trasferite il gin analcolico, la lemonsoda e lo sciroppo di menta.
  • Poi agitate per qualche istante.
  • Intanto lavate con cura il limone e fatelo a pezzetti.
  • Trasferite il limone e la menta in un tumbler e pestatelo per bene.
  • Aggiungete i cubetti di ghiaccio fin quasi all’orlo e versate la soluzione preparata con lo shaker.
  • Decorate con altra menta e servite.

Ingredienti gin analcolico con la menta

  • 200 ml. di lemonsoda
  • 50 ml. di gin analcolico Siegfried Wonderleaf Gin
  • mezzo limone biologico
  • 4 cucchiai di sciroppo di menta
  • q. b. di ghiaccio
  • q. b. di foglie di menta.

Quale gin utilizzare?

Il concetto di gin analcolico con la menta potrebbe suonare strano ai più. In effetti il gin è uno dei liquori più alcolici in assoluto, e da questo punto di vista non ha nulla da invidiare al rum, alla tequila, alla vodka e in generale a tutte le basi liquorose per cocktail. La lista degli ingredienti suggerisce però l’utilizzo di un prodotto particolare, ovvero il Siegfried Wonderleaf.

E’ una variante senza alcol del più famoso Siegfried, prodotto dall’omonima azienda tedesca. Questo gin analcolico è nato quasi come una provocazione, o come prodotto “sui generis” solo qualche anno fa. Da allora ha subito conquistato gli amanti degli aperitivi e si è guadagnato una certa fama come base per mocktail, ovvero per cocktail non alcolici.

Il sapore è simile all’originale visto che è realizzato con gli stessi ingredienti, ma senza i processi che determinano la fermentazione alcolica. Al palato si avvertono delle interessanti note floreali e i sentori degli agrumi. Gli usi sono pressoché identici al gin originale, infatti dà il meglio di sé come base per drink associati a menta, limone e arancia.

Perché abbiamo usato il limone bio?

La lista degli ingredienti del gin analcolico con la menta comprende anche il limone. Nello specifico, il limone viene pestato insieme alle foglie di menta per creare una base aromatica in grado di impattare sulla consistenza della bevanda. Il consiglio è di utilizzare solo dei limoni biologici per evitare la presenza di eventuali residui chimici che si annidano soprattutto sulla buccia. L’idea di conservare la buccia incide anche dal punto di vista organolettico, in quanto associa al tradizionale sapore acre e fresco della polpa una gradevole nota amarognola.

La buccia del limone ospita gli stessi principi nutritivi del frutto in sé, ma in una misura più elevata. Troviamo quindi la vitamina C (che giova al sistema immunitario) e il potassio. Ottimo è anche l’apporto dell’acido citrico che agisce sull’organismo a vari livelli, soprattutto sul tratto digestivo.

gin analcolico e menta

Il sublime tocco della menta in questo gin analcolico

La menta gioca un ruolo fondamentale in questo mocktail a base di gin analcolico. Interviene in due fasi: durante la preparazione della base, ossia quando le sue foglie vengono pestate insieme ai pezzetti di limone, e durante la guarnizione. In fase di decorazione la menta valorizza il drink con le sue colorazioni brillanti e allo stesso tempo dona tonalità di verde.

L’impatto della menta non si riduce solo all’aspetto estetico ma si estende anche sul sapore. La menta, infatti, interagisce al meglio con il limone e col gin, esaltandoli e allo stesso tempo smorzandone gli eccessi.

Dal canto suo la menta fa anche bene alla salute. Il riferimento è al consueto bagaglio di vitamine e sali minerali tipici delle erbe aromatiche, ma anche al carico di antiossidanti che il suo consumo garantisce. La menta contiene anche il mentolo, una sostanza responsabile dell’aroma e in grado di diminuire le probabilità di comparsa del cancro. La menta, come molti sanno, fa anche bene all’apparato digerente in quanto aiuta a digerire e a risolvere i piccoli episodi di nausea. Per queste sue proprietà viene considerata una risorsa dalla medicina naturale.

Come preparare lo sciroppo di menta?

La menta agisce anche sotto forma di sciroppo in grado di dolcificare, aromatizzare e migliorare la texture del gin analcolico. Agisce anche dal punto di vista estetico, in quanto conferisce alla bevanda un piacevole verde acceso. Potete acquistare lo sciroppo di menta al supermercato, ma vi consiglio di prepararlo in casa in quanto è davvero facile e divertente; inoltre in questo modo avrete pieno controllo sulla qualità degli ingredienti e sul  sapore.

Come preparare lo sciroppo di menta? Basta creare un trito di succo di limone, menta e acqua, utilizzando un semplice mixer. A questo punto si prepara uno sciroppo di acqua e zucchero, a cui viene aggiunto il mix appena preparato. Poi si mescola per bene e si attende che lo sciroppo si sia ben formato, infine si lascia in infusione a fuoco spento per una giornata intera.

Terminata questa fase si filtra il tutto con un colino a maglie strette prima di utilizzare lo sciroppo. Mi raccomando, fate attenzione alle dosi. Per avere un ottimo sciroppo dovreste utilizzare una parte di acqua e una di zucchero. La menta, invece, deve essere pari a un decimo dello zucchero.

Ricette di cocktail analcolici ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (8 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Spumone alle fragole

Spumone alle fragole, un cocktail dessert morbido e...

Tutta la bontà delle fragole Le protagoniste di questo spumone sono naturalmente le fragole. Queste vengono semi-congelate e frullate per ottenere una purea molto densa e omogenea. La purea viene...

Ranch Water

Ranch Water, ecco come si fa il famoso...

Uno sguardo sulla tequila Vale la pena parlare della tequila, che è la vera protagonista del Ranch Water. Nello specifico parliamo della tequila bianca. Rispetto agli altri tipi di tequila non è...

Cocktail leggero con azzeruoli

Cocktail leggero con azzeruoli per un aperitivo rinfrescante

Un focus sugli azzeruoli Gli azzeruoli sono frutti molto particolari e sono ideali per un cocktail leggero come questo. Un tempo erano molto consumati, poi caddero nell’oblio durante l’età...