Cocktail analcolico con limonata, un mix rinfrescante

Cocktail analcolico con limonata

Cocktail analcolico con limonata e granatina, pronto in due minuti

Il cocktail analcolico con limonata e granatina è una bevanda rinfrescante, ottima per un aperitivo che sappia regalare qualche momento di relax. La ricetta è davvero semplice e può essere realizzata da chiunque, a prescindere dalla sua esperienza in fatto di cocktail. Anche gli ingredienti sono facilmente reperibili, anche se uno tra tutti merita un’attenzione maggiore, ossia la granatina, di cui parlerò nel prossimo paragrafo. Oltre alla granatina, questo cocktail richiede della frutta a scelta tra arancia, lampone e more, poi succo di lime e una normalissima limonata.

Vi consiglio di preparare la limonata in casa, piuttosto che acquistarla al supermercato. Sarà sicuramente più genuina e ne trarrete maggiore soddisfazione. D’altronde è sufficiente spremere il limone, filtrare il succo, aggiungere un po’ di acqua e un po’ di zucchero. In questo modo vi garantirete tutto il gusto del limone senza doverne sopportare l’asprezza. Per quanto riguarda il procedimento è sufficiente shakerare gli ingredienti, unire la granatina e decorare con la frutta. La granatina in realtà non va nemmeno mescolata, ma va lasciata depositare sul fondo.

Il valore aggiunto del cocktail analcolico con limonata e granatina

Questo cocktail analcolico con limonata e granatina ha un valore aggiunto, un ingrediente che gli fa fare il salto di qualità, ossia la granatina. Non una granatina qualsiasi, bensì quella targata Fabbri. E’ un prodotto speciale, che rende sia in termini di gusto che di sensazione al palato, grazie alla sua grana particolare. Come tutte le granatina, può essere utilizzata per preparare bevande e cocktail (sia alcolici che analcolici), ma anche – per i più creativi – dolci dalla consistenza particolare. La granatina Fabbri però ha un qualcosa in più, in primis è molto buona, più delle altre granatina in commercio.

Cocktail analcolico con limonata

Secondariamente è realizzata con ingredienti parzialmente diversi. Mentre la granatina classica è preparata quasi esclusivamente con il succo o con l’essenza di melagrana, quella di Fabbri è realizzata con altri frutti rossi. Essi costituiscono il 20% del prodotto (una percentuale sopra la media) e sono arancia, amarena e lamponi. Una scelta che rende questo prodotto veramente unico e capace di dare molto in termini di gusto. La granatina Fabbri, come qualsiasi altra granatina, può anche essere essere utilizzata in sostituzione dello sciroppo, in quanto molto zuccherata.

Gli sconosciuti pregi del lime e il suo apporto di acido folico

Il lime, utilizzato nel nostro cocktail analcolico con limonata, è un agrume che viene spesso confuso con il limone. In effetti lo ricorda da vicino, o per meglio dire ha tutte le sembianze di un limone di piccole dimensioni, inoltre è acerbo. Le dimensioni minute e il verde della buccia (e della polpa) sono caratteristiche tipiche del frutto giunto a maturazione. Anche il sapore è diverso, dal momento che il lime rispetto al limone è meno aspro e aromatico. Per questo motivo, viene spesso utilizzato intero, ovvero non ridotto a succo, come nelle guarnizione di cocktail e bevande.

Questa ricetta segna una parziale discontinuità con la tendenza generale, dal momento che viene utilizzato il succo di lime. Il lime è un valore aggiunto non solo per il suo gusto e per il suo verde brillante, ma anche per le sue proprietà nutritive. Il riferimento è all’abbondanza di vitamina C, elemento che ricorre in quasi tutti gli agrumi. Per quanto riguarda i sali minerali, contiene molto potassio e magnesio. Stesso discorso per l’acido folico, che ricopre le funzioni più disparate, così come per i flavonoidi e alcuni acidi organici.

In questa ricetta il lime viene trasformato in succo, shakerato insieme alla limonata e posto nel bicchiere che verrà parzialmente riempito dalla granatina. Il lime ha tante proprietà che lo rendono uno degli agrumi più interessanti in assoluto, addirittura benefico. Il riferimento è, per esempio, alla sua acidità, che migliora le capacità digestive e accelera la secrezione dei succhi gastrici. Proprio come il limone, sebbene in misura minore, può essere considerato un antibatterico, soprattutto in una prospettiva di prevenzione delle infezioni dell’occhio.

Ecco la ricetta della cocktail analcolico con limonata e granatina:

Ingredienti:

  • 30 ml. di granatina Fabbri;
  • 15 ml. di succo di lime;
  • 90 ml. di limonata;
  • arancia, lampone e mora per decorazione;
  • q. b. di ghiaccio.

Preparazione:

Per la preparazione del cocktail analcolico con limonata iniziate versando in una caraffa la limonata e il succo di lime, poi mescolate per bene. Ora versate il cocktail ottenuto in un bicchiere e aggiungete la granatina, che si depositerà sul fondo. Per concludere, decorate con della frutta: una fetta d’arancia, un lampone e una mora. Infine mettete un po’ di ghiaccio e servite.

Print Friendly, PDF & Email

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


02-06-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti