bg header
logo_print

Noodles in brodo con salicornia e zenzero, un primo fusion

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Noodles in brodo con salicornia e zenzero
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana, Cucina Asiatica
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (1 Recensione)

Noodles in brodo con salicornia e zenzero, un piatto tra Oriente e Mediterraneo

I noodles in brodo con salicornia e zenzero sono un primo piatto suggestivo, frutto della commistione tra l’approccio orientale e quello mediterraneo. Sia chiaro, i noodles, intesi come formato di pasta, sono tipicamente cinesi e giapponesi, tuttavia ricordano molto i nostri spaghetti, pur essendo più sottili. E poi si cuociono in pochi minuti, basta immergerli nell’acqua bollente, spegnere la fiamma e attendere qualche minuto. I noodles sono protagonisti di una diffusione importante, anche dalle nostre parti. Vengono serviti nei ristoranti di cucina orientale, ma si trovano anche nei supermercati nella loro versione industriale.

Nello specifico di questa ricetta, si segnala però anche una forte componente mediterranea. Il motivo di ciò risiede nell’uso moderato delle spezie e nella centralità di un vegetale “nostrano”: la salicornia. La ricetta è accessibile a chi soffre di intolleranze alimentari? Se si parla di intolleranza al lattosio avete via libera in quanto nessun alimento è un derivato del latte. Se si parla di celiachia il discorso è diverso: di base i noodles sono off limits in quanto preparati con la farina di grano duro. Per fortuna è possibile utilizzare una variante realizzata con farina senza glutine, magari farina di riso o di mais.

Ricetta noodles in brodo

Preparazione noodles in brodo

Per preparare i noodles in brodo con salicornia e zenzero procedete in questo modo. Fate bollire l’acqua, immergete i noodles e spegnete il fuoco. Infine lasciate riposare due minuti con il coperchio ben messo.

A questo punto la cottura è terminata, anzi vi è il rischio che scuociano, dunque poneteli subito sotto l’acqua fredda, poi conditeli con un po’ d’olio per evitare che si attacchino.

Ora sbucciate la carota, lavatela e tagliatela a dadini. Fate lo stesso con la zucchina. Versate la carota, la zucchina, lo zenzero e la salsa di soia in una pentola piena d’acqua e cuocete per 20 minuti circa. Poi aggiungete i pisellini e cuocete per altri 15 minuti.

Intanto lavate la salicornia e cuocetela al vapore per 5 minuti, poi mettetela da parte. Infine sbucciate il pompelmo e fate la polpa a cubetti. Ora non rimane che impiattare: versate due mestoli di acqua di cottura, i noodles e la salicornia ridotta a pezzettini. Servite e buon appetito.

Ingredienti noodles in brodo

  • 120 gr. di noodles
  • 1 carota
  • 1 zucchina
  • qualche fettina di zenzero
  • 100 gr. di pisellini fini
  • 200 gr. di salicornia
  • 1 fetta di pompelmo rosso
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale e di pepe
  • un cucchiaio di salsa di soia.

Le proprietà della salicornia

Tra i protagonisti di questi noodles in brodo spicca la salicornia, un vegetale che viene preparata in tanti modi e appartiene più alla cultura mediterranea che a quella cinese, per quanto sia ormai poco utilizzata anche dalle nostre parti. La salicornia merita comunque di essere recuperata, in quanto è tra le poche verdure a fungere da esaltatore di sapidità. E’ infatti salata, a tal punto da consentire una piena rinuncia al sale (che non figura nella lista degli ingredienti). La salicornia spicca comunque per un sapore gradevolmente amarognolo, che ben si addice alla carne, al pesce, ai frutti di mare e ai brodi.

La salicornia è dotata anche di una buona texture. Da cruda è leggermente coriacea, ma basta una cottura di pochi minuti per conferirle una morbidezza eccezionale; in questa ricetta viene cotta a vapore. La salicornia si fa apprezzare anche per le proprietà nutrizionali. E’ ricca di vitamina C, a tal punto che in passato veniva utilizzata per prevenire lo scorbuto. Inoltre è ricca di fibre e di acqua, dunque è sia depurativa che digestiva. Infine, la salicornia contiene molto iodio, una sostanza che preserva la funzionalità della tiroide.

Perché abbiamo scelto il pompelmo rosso?

Un altro ingrediente particolare della ricetta dei noodles in brodo con salicornia e zenzero è il pompelmo rosso. Ci si potrebbe chiedere cosa ci fa un frutto in una ricetta a base di pasta? In realtà, la sua presenza rende la preparazione ancora più interessante e varia dal punto di vista organolettico. Conferisce un gradevole tocco agrodolce, oltre ad un sentore acre e amarognolo allo stesso tempo. Ovviamente è tutta una questione di equilibri, quindi con il pompelmo è bene non esagerare, anche perché tende a coprire i sapori.

Noodles in brodo con salicornia e zenzero

Sul piano nutrizionale il pompelmo è il classico agrume, dunque è ricco di vitamina C (che fa bene al sistema immunitario), potassio e acido citrico. In aggiunta tiene bassa la glicemia, un dettaglio importante per chi soffre di diabete. Un effetto simile si apprezza anche per quanto concerne i trigliceridi e il colesterolo cattivo. Secondo una leggenda metropolitana, il pompelmo rosso farebbe dimagrire. La verità è in realtà diversa. Piuttosto che accelerare lo smaltimento dei grassi, inibisce e regola il senso della fame attraverso la sinefrina.

Il ruolo dello zenzero nei noodles in brodo

Infine troviamo lo zenzero, una pianta che dona ai noodles in brodo con salicornia un carattere prettamente orientale. Lo zenzero viene utilizzato come ingrediente vero e proprio, e non come semplice spezia (soprattutto dalla cucina cinese e giapponese). Non a caso viene cotto insieme alle verdure, e non “sventagliato” a mo’ di Parmigiano Reggiano a preparazione conclusa. Il suo sapore rende i noodles molto più aromatici e pungenti di quanto ci si possa attendere.

Lo zenzero vanta anche uno spessore nutrizionale elevato. Troviamo infatti una notevole abbondanza di vitamine e sali minerali, inoltre ha un’ottima funzione antinfiammatoria. Proprio per le sue proprietà, i fautori della medicina naturale assegnano allo zenzero potenzialità simili ai farmaci FANS. Tuttavia ha anche degli effetti da valutare, infatti un consumo eccessivo di zenzero tende ad aumentare la pressione del sangue.

Ricette di noodles ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...

Caserecce con pesto di kale

Caserecce con pesto di kale, un primo rustico...

Cosa sapere sul cavolo riccio Il protagonista di queste caserecce è il pesto di kale, o di cavolo riccio. E’ un pesto particolare e un po’ meno aromatico rispetto al pesto con foglie di...

Zuppa di asparagi

Zuppa di asparagi, un primo colorato e gustoso

Un focus sugli asparagi I protagonisti di questa zuppa sono ovviamente gli asparagi. Gli asparagi esprimono una bella tonalità di verde, d’altronde si utilizza un mazzo intero, che equivale a...