Non solo noodles! Scopriamo la soba giapponese

Tempo di preparazione:

La pasta giapponese

Se sushi e sashimi hanno avvicinato il grande pubblico all’interesse per le preparazioni gastronomiche del Sol Levante, il momento sembra propizio per approfondire la conoscenza della cucina giapponese. La tradizione culinaria del Giappone è ricca di specialità che possono ammaliarci e conquistarci. Tra queste, oggi ci dedichiamo alla loro versione di “pasta”, la soba, ossia i principali tipi di noodles giapponesi composti da un impasto di grano saraceno, che possono essere consumati freddi o caldi, talvolta con il brodo, con la carne, con le verdure, con i gamberi, ecc. La soba è leggera ma ricca di principi nutritivi, in primis vitamine e sali minerali, capaci di conferire proprietà antinfiammatorie ed antiossidanti. Un toccasana per la salute dunque, uno di quei “trucchetti” che sempre più dovremmo attingere dalla cultura orientale che spesso fonde la sapienza culinaria con l’attenzione per il benessere.

La soba è per noi, soprattutto in questa sede, una valente alternativa alla pasta in quanto senza glutine. Affinché questa caratteristica sia garantita, consentendone un uso sereno in caso di celiachia, occorrerà acquistare soba di prima qualità. Talvolta, infatti, per ragioni economiche, il grano saraceno viene utilizzato assieme ad altre farine e frumento. Come risolvere questo problema e non dover temere intolleranze alimentari e contaminazioni? Niente è più sicuro di ciò che prepariamo con le nostre mani, con la certezza d’introdurre solo ingredienti di prima qualità e certificati!

Preparando la soba con il giusto mix

Come abbiamo accennato la soba acquistabile in commercio non è sempre composta (come dovrebbe) con puro grano saraceno. Per essere sicuri e poterci godere questa specialità, ecco qualche suggerimento per prepararla direttamente a casa. Intanto dobbiamo procurarci una buona farina di grano saraceno finissima. Noi abbiamo scelto quella de La Veronese, pura, garantita e proveniente da agricoltura biologica. La farina di grano saraceno è così ricca di proteine da poter essere paragonabile alla carne ed alla soia.

soba cruda ver al 819x1024 Non solo noodles! Scopriamo la soba giapponese

Ad unire il tutto è sempre il nostro asso nella manica, il Bel Paese Mix – Pasta fresca de La Veronese. Questa miscela di farine, tutte ovviamente senza glutine, è un preparato eccezionalmente versatile e pratico, con il quale abbiamo semplificato la nostra vita in cucina.

La Veronese: il nostro trucco preferito tra i fornelli

L’azienda La Veronese, italianissima, è uno dei nostri punti di riferimento in cucina. Da quando abbiamo concentrato le nostre energie per produrre ricette senza glutine, e sicure anche in caso di intolleranze, ci siamo mossi alla ricerca degli ingredienti adatti.

Con La Veronese, abbiamo agevolmente riempito la dispensa con tutte le farine essenziali ed i praticissimi mix della linea Bel Paese, miscele pronte che ci aiutano ad ottimizzare tempi e risultati.

Ed ecco la ricetta della soba:

Ingredienti per 4 persone:

Preparazione:

Dosate il mix e la farina di grano saraceno e passatele al setaccio, travasandole poi in un contenitore piuttosto capiente. Versate al centro delle farine due cucchiai d’olio d’oliva. Unite poco per volta l’acqua, mentre mescolate con un cucchiaio. Impastate fino a che il composto non diventa plastico, poi spolverate di farina una spianatoia e continuate lì la lavorazione.

Dividete l’impasto in porzioni e stendetele a sfoglia. Dopo aver ricoperto la pasta con abbondante farina, passate la sfoglia attraverso l’accessorio per i tagliolini. Disponete i tagliolini così ottenuti su di un ampio vassoio e lasciatili seccare almeno 30 minuti prima dell’utilizzo.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

printfriendly pdf button nobg md Non solo noodles! Scopriamo la soba giapponese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *