bg header
logo_print

Indivia in padella, un contorno corposo e proteico

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Indivia in padella
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (6 Recensioni)

Indivia in padella, come valorizzare la verdura

L’indivia in padella è il classico contorno che spicca per gusto, corposità e completezza, a tal punto da poter essere considerato una sorta di secondo leggero. D’altronde, la ricetta vede come protagonisti non solo la celebre verdura, ma anche le acciughe, che apportano svariati nutrienti tra proteine, grassi e sostanze nutritive di vario genere. La ricetta è comunque molto semplice in quanto consiste nella realizzazione di un soffritto di aglio su cui si cuoce l’indivia, che va leggermente sfumata. Le acciughe si aggiungono in seguito a fiamma spenta e quando la verdura è ancora calda, in questo modo potranno sciogliersi almeno parzialmente.

L’indivia non va confusa con l’indivia belga, che appartiene a un’altra specie vegetale. La prima ha un sapore amarognolo e intenso, pur conservando il suo carattere popolare e rustico. L’indivia belga, invece, è leggermente più dolce e viene utilizzata soprattutto in una prospettiva “coreografica”. E’ raro vedere l’indivia belga in padella, come anche l’indivia belga cotta. Questo tipo di indivia viene in genere lavata e posta come letto per ospitare pietanze di verdure o di carne.

Ricetta indivia in padella

Preparazione indivia in padella

Per preparare l’indivia in padella dividete in due i cespi dell’indivia e poi tagliate in quattro ciascuna metà. In questo modo dovrete ottenere otto pezzi. Ora lavate i pezzi di indivia sotto l’acqua del rubinetto.

Intanto in una grande padella scaldate un po’ di olio e imbionditeci lo spicchio di aglio. Poi unite l’indivia, sfumate con il vino e cuocete per 5 minuti. Infine mescolate con cura, condite con il sale, il pepe e arricchite il tutto con i filetti di acciughe.

Proseguite la cottura per un paio di minuti, in modo che le acciughe inizino a sciogliersi, e servite il contorno caldo.

Ingredienti indivia in padella

  • 4 cespi di indivia
  • qualche filetto di acciuga
  • 1 spicchio di aglio
  • 100 ml. bicchiere di vino bianco
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale e di pepe.

Un focus sull’indivia

Vale la pena parlare dell’indivia propriamente detta, che è la protagonista di questa indivia in padella, una ricetta facile e veloce. L’indivia è detta anche “scarola”, nome con cui è conosciuta soprattutto nel sud Italia. Esistono numerose varianti di indivia: una più amarognola con foglie piccole e frastagliate e un’altra un po’ meno amara e più aromatica con foglie grandi e irregolari. In occasione di questa ricetta vi consiglio di utilizzare proprio la seconda variante. A prescindere dalla variante l’indivia piace in quanto capace di adattarsi a tanti ingredienti e di emergere rispetto ad essi, conservando intatti i suoi sapori anche a seguito di lunghe cotture.

L’indivia fa anche bene alla salute. Oltre al consueto carico di vitamine e sali minerali (vitamina C e potassio) che caratterizza tutte le verdure, contiene una discreta dose di calcio e soprattutto il betacarotene. Questa sostanza favorisce l’assorbimento della vitamina A, giova alla vista ed esercita una funzione antiossidante. In virtù di ciò il betacarotene regolarizza i processi cellulari, rallenta l’invecchiamento e aiuta a prevenire il cancro. L’apporto calorico dell’indivia, o scarola che dir si voglia, è piuttosto basso: 17 kcal per 100 grammi.

Il ruolo delle acciughe in questo piatto

Come abbiamo visto, le acciughe giocano un ruolo importante nella ricetta dell’indivia in padella. Il loro scopo è quello di garantire più gusto e una spiccata sapidità alla preparazione, rendendo il piatto più proteico. In tal modo il contorno diventa decisamente sostanzioso e assume una valenza da secondo piatto. Le acciughe vanno inserite a fiamma spenta, quando l’indivia è già cotta ed è ancora calda. Sarà proprio il calore a sciogliere parzialmente il pesce, conferendo al piatto una certa cremosità.

Indivia in padella

Le acciughe aumentano anche lo spessore nutrizionale della ricetta, infatti non si limitano a garantire l’elemento proteico ma forniscono anche acidi grassi omega tre, che giovano al cuore e alla circolazione, oltre a risolvere blandi stati infiammatori. Non mancano poi i sali minerali tipici degli alimenti ittici, come il fosforo, che impatta soprattutto sulle facoltà mentali. Infine si trovano anche tracce di vitamina D, una sostanza che potenzia il sistema immunitario.

Perché abbiamo usato l’aglio nell’indivia in padella?

Molti potrebbero manifestare scetticismo per la presenza dell’aglio nella ricetta dell’indivia in padella. D’altronde l’aglio non gode di una buona nomea, essendo considerato pericoloso per l’alito e persino pesante. In realtà i timori per l’alito sono giustificati solo se si consuma l’aglio crudo, e non è questo il caso in quanto viene impiegato per il soffritto. Anche la pesantezza è associata al consumo a crudo, dunque non si pone nemmeno questo ulteriore problema. Inoltre, almeno in questa ricetta, si utilizza una dose minima di aglio, un solo spicchio per tutte e quattro le porzioni.

L’aglio, invece, fa molto bene alla salute, essendo un toccasana per il cuore e per la circolazione. Il merito va all’allicina, una sostanza presente nell’aglio e in grado di rendere più elastici e resistenti i vasi sanguigni. Per il resto l’aglio è ricco di sali minerali abbastanza rari, come lo zolfo, il selenio e lo zinco, coinvolti nel potenziamento delle difese immunitarie.

Come rendere aromatica l’indivia in padella?

Nonostante trasmetta sapori forti, l’indivia in padella è un piatto semplice. Di base si utilizzano solo olio extravergine d’oliva, aglio, sale e pepe per esaltare il sapore della verdure e renderle meno ordinarie. E se si volesse aggiungere qualche spezia in più? Ebbene avreste solo l’imbarazzo della scelta. A fine preparazione potreste aggiungere un po’ di paprika, giusto per garantire un sentore piccante che ricorda vagamente la curcuma.

Oppure potreste andare sul tradizionale e optare per origano e rosmarino. Sono entrambi spezie amarognole che si abbinano al meglio con i sentori altrettanto amari dell’indivia. Va detto, però, che il rosmarino è più delicato e aromatico, quindi si sposa ancora meglio con le acciughe. Anche la salvia, che è più delicata, potrebbe valorizzare il pesce ma ha un effetto abbastanza neutro sull’indivia.

Ricette con indivia ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (6 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di ceci ed elicriso

Insalata di ceci ed elicriso, un piatto raffinato...

I ceci, dei legumi perfetti Vale la pena parlare dei ceci, che insieme all’elicriso sono i protagonisti di questa deliziosa insalata. Potremmo definire i ceci come dei legumi perfetti, infatti...

Insalata esotica con granadilla

Insalata esotica con granadilla, un contorno colorato

Le utili proprietà della granadilla L’insalata esotica che stiamo preparando ci da modo di spendere qualche parola sulla granadilla, un frutto poco comune dalle nostre parti ma molto consumato in...

Insalata di fiori di banano con fagiolini

Insalata di fiori di banano con fagiolini, un...

Parliamo dei fiori di banano Vale la pena parlare dei fiori di banano, che sono i veri protagonisti di questa insalata con fagiolini. Il nome non è creativo, ma molto descrittivo. Stiamo parlando...