bg header
logo_print

Tiramisù alle ciliegie, una variante fruttata e dolcissima

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Tiramisu alle ciliegie
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 30 min
cottura
Cottura: 00 ore 05 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
4.6/5 (12 Recensioni)

Tiramisù alle ciliegie, una spettacolare variazione sul tema

Il tiramisù alle ciliegie è una variante molto particolare del classico tiramisù. E’ una variante molto gustosa, ma allo stesso tempo conserva lo spirito della ricetta originale. Manca il caffè, la panna e il cacao. In compenso, però, troviamo il maraschino, le ciliegie e lo zabaione. I savoiardi e la composizione del dolce rimane invariata. In linea di massima, quindi, si può parlare di un dolce diverso dal tiramisù, ma che da esso trae ispirazione. Ciò che più conta è il gusto, che risulta davvero spettacolare e con ingredienti interagiscono molto bene a vicenda.

Come il tiramisù vero e proprio, non è nemmeno troppo complicato da preparare. L’unica difficoltà risiede nel trattamento specifico per alcuni ingredienti, come ad esempio le ciliegie. Per quanto concerne l’apporto calorico non fatevi ingannare dalla presenza della frutta, infatti stiamo parlando di un dolce abbastanza calorico, proprio come l’originale. D’altronde l’ingrediente più calorico in assoluto, ovvero il mascarpone, compare anche in questa ricetta.

Ricetta tiramisù alle ciliegie

Preparazione tiramisù alle ciliegie

Per la preparazione del tiramisù alle ciliegie iniziate tagliando le ciliegie in due, poi rimuovete i noccioli e trasferitele in un’ampia padella antiaderente. Aggiungete metà dello zucchero, accendete a fiamma moderata e cuocete il tutto fino a quando le ciliegie non si saranno ammorbidite. Spegnete la fiamma e tenete le ciliegie da parte. Ora occupatevi dello zabaione. In una ciotola versate i tuorli, lo zucchero e montate il tutto con le fruste elettriche, fino a quando non avrete ottenuto un composto spumoso e morbido. Aggiungete il Marsala (o un liquore equivalente) e trasferite il contenuto in un pentolino. Cuocete il tempo necessario a raggiungere una temperatura di 80 gradi.

Montate di nuovo con le fruste elettriche fino a far raffreddare il composto, a questo punto lo zabaione è pronto. Integrate il mascarpone nello zabaione e mescolate con la frusta. Unite poco per volta gli albumi già montati con l’altra metà dello zucchero e amalgamate il tutto con una spatola (fate dei movimenti delicati dal basso verso l’alto). Riprendete le ciliegie che avevate messo da parte, scolatele e mettete da parte il loro succo. Poi unite quest’ultimo al Maraschino, ricavando la bagna per i savoiardi. Ora immergete brevemente i savoiardi  nella bagna e trasferiteli sulla base di una pirofila.

Coprite con uno strato di crema al mascarpone e ripetete il procedimento più volte, in modo da creare più strati (mi raccomando devono essere almeno tre). Guarnite con le ciliegie e fate riposare il tiramisù in frigo per almeno tre ore. Trascorso questo lasso di tempo, potete servire. Se lo gradite, guarnite il tiramisù con una bella spolverata di granella di nocciole. Il tiramisu ciliegie e zabaione è pronto!

Per il tiramisù:

  • 300 gr. di savoiardi consentiti,
  • 500 gr. di ciliegie,
  • 250 gr. di mascarpone consentito,
  • 100 gr. di zucchero semolato,
  • 5 albumi a temperatura ambiente,
  • q. b. di liquore Maraschino,
  • q. b. di granella di nocciole per decorare (facoltativo).

Per lo zabaione:

  • 80 gr. di tuorli,
  • zucchero (80 grammi),
  • 80 gr. di Marsala.

Come preparare lo zabaione?

Lo zabaione è una novità di questa variante del tiramisu alle ciliegie. Di base il suo ruolo sarebbe quello di insaporire la ricetta, tuttavia fa anche le veci della panna. Infatti viene unito al mascarpone in modo da formare una crema squisita e densa, che possa arricchire gli strati del tiramisù. Lo zabaione è una preparazione antichissima, ma che solo negli ultimi secoli si è imposta come base per le preparazioni dolciarie. Si ottiene, almeno in questo caso, montando i tuorli con lo zucchero e integrando il Marsala. Infine si cuoce il composto così ottenuto e si fa raffreddare. In mezzo vi è un lavoro di amalgama certosino, in quanto la crema si smonta molto facilmente.

Lo zabaione, visti gli ingredienti utilizzati, è considerato anche una specie di ricostituente. Le uova, in virtù del loro apporto proteico e minerale, sono simili a un tonico. Il Marsala, invece, dà un tocco di dolcezza in più che contribuisce a rendere unico questo tiramisù. Ovviamente l’impiego del Marsala non è obbligatorio, infatti potete utilizzare a discrezione un qualsiasi altro vino liquoroso.

Tiramisu alle ciliegie

L’aroma inconfondibile del maraschino

Il Maraschino gioca un ruolo importante in questo tiramisù alle ciliegie, infatti sostituisce il caffè durante la fase di preparazione della bagna. Ovviamente il Maraschino va mescolato con il succo delle ciliegie, ricavato dalla cottura delle stesse. Si ottiene così una bagna decisamente dolce e in grado di insaporire al meglio il dolce. Mi raccomando, è bene che i savoiardi rimangano a contatto il meno possibile con la bagna, infatti tendono ad assorbire molta acqua, rischiando di trasformarsi in una sorta di pappetta.

Il Maraschino conferisce un sapore particolare alla bagna e quindi al tiramisù. E’ un liquore alle ciliegie, quindi la sua presenza in questo tiramisù è più che giustificata. Si realizza con le ciliegie marasche, anche se possono essere utilizzate le amarene. E’ un liquore alcolico mediamente pesante, infatti sfiora spesso i 30 gradi. Il sapore è comunque leggero, per quanto i sentori di ciliegia siano marcati.

Le ciliegie, un carico di vitamine e sali minerali

Le protagoniste di questo tiramisù sono le ciliegie, che conferiscono colore e sapore al dolce. Vengono cotte a lungo nello zucchero e intervengono soprattutto in fase di decorazione, in cui vengono poste sulla sommità del dolce. Tuttavia giocano un ruolo fondamentale anche nella preparazione della bagna. Come ho già specificato, il succo di ciliegie, ottenuto dalla cottura, va unito al Maraschino. In questo modo la bagna acquisisce la necessaria leggerezza e si insaporisce ulteriormente.

Le ciliegie non sono solo buone, sono anche molto salutari, infatti sono ricche di vitamine e sali minerali. Contengono ottime dosi di vitamina C (utile al sistema immunitario), potassio e magnesio. Il colore rosso è dato dalle antocianine, degli antiossidanti dal grande valore biologico, che contrastano i radicali liberi, riducono lo stress ossidativo e contribuiscono a prevenire alcune forme tumorali. Per quanto concerne l’apporto calorico, le ciliegie non deludono affatto, infatti sono molto leggere, proprio come i frutti della medesima famiglia.

Ricette tiramisù ne abbiamo? Certo che si!

4.6/5 (12 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Rotolini di piadina con nutella e banana

Rotolini di piadina con nutella e banana, ottimi...

Le numerose varianti dei rotolini di piadina ripieni La nutella è tra gli ingredienti protagonisti di questi rotolini di piadina. E’ una soluzione facile per ottenere un ripieno gustoso e...

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...