bg header
logo_print

Lax pudding al salmone marinato, lo sformato svedese

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Lax pudding al salmone marinato
Ricette per intolleranti, Ricette nordiche
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Lax pudding al salmone marinato, una pasto completo e saporito

Il lax pudding al salmone marinato è un piatto della tradizione svedese. Può essere considerato come uno sformato multi-strato dal sapore corposo e ricco di ingredienti. Infatti troviamo le patate, il salmone, la cipolla, le uova, la panna e molto altro ancora. Può fungere da pasto completo, ma a seconda delle porzioni può essere servito anche come antipasto. Nonostante l’abbondanza di colori e sapori la ricetta è molto semplice, infatti non bisogna fare altro che preparare gli ingredienti separatamente e comporre gli strati.

Il primo strato è formato da patate sbollentate e tagliate a fette sottili. Il secondo strato, invece, è composto dalle cipolle stufate. Il terzo, infine, dal celebre gravlax, il salmone marinato della tradizione svedese. Ovviamente lo sformato gode di una sua copertura, frutto dell’unione della panna, del latte e delle uova. La cottura infine avviene in forno, a temperatura elevata e per lungo tempo (40 minuti). Il lax pudding va però servito freddo e tagliato a fette. E’ più solido rispetto ai nostri sformati, un particolare dovuto alla presenza delle uova.

Ricetta lax pudding

Preparazione lax pudding

Per preparare il lax pudding al salmone affumicato iniziate dalle patate. Lavatele, pelatele e fatele a fette sottili (3-4 mm di spessore). Poi fate bollire dell’acqua in una pentola, salate e cuocete le patate per 3-4 minuti. Prelevatele con il mestolo forato e mettetele da parte. In una padella fate sciogliere 20 grammi di burro e imbiondite le cipolle affettate finemente.

Poi salate, mescolate e proseguite la cottura per 15 minuti a fiamma bassa. Se necessario, aggiungete alla bisogna un po’ di acqua di cottura delle patate. Ora cospargete di burro il fondo di una pirofila rettangolare o quadrata.

Componete un primo strato di patate, poi applicate un secondo strato di cipolle stufate e infine applicate un terzo strato di salmone gravlax. Cospargete di aneto fatto a pezzettini. Intanto in una ciotola versate le uova intere, la panna, il latte, un pizzico di sale e un po’ di pepe.

Sbattete con la forchetta fino ad amalgamare gli ingredienti e ottenere una soluzione chiara e spumosa. Versatela questa soluzione nella teglia, distribuendola in modo uniforme. Infine cuocete al forno per 40 minuti a 200 gradi (il forno deve essere già caldo). Se notate che il lax pudding si sta dorando troppo in fretta, applicate un foglio di alluminio. Fate intiepidire lo sformato e servitelo tagliandolo a fette.

Ingredienti lax pudding

  • 1 kg. di patate
  • 400 gr. di salmone gravlax
  • 30 gr. di burro chiarificato
  • 4 uova
  • 1 mazzetto aneto
  • 2 cipolle
  • 3 dl. di panna da cucina consentita
  • 3 dl. di latte intero consentito
  • q. b. di sale e di pepe.

Quali patate utilizzare?

Le patate giocano un ruolo fondamentale nel lax pudding al salmone affumicato in quanto formano il primo strato. Per l’occasione vanno pelate, tagliate e fette sottili e cotte in acqua bollente. Mi raccomando bastano pochissimi minuti in quanto la cottura deve proseguire al forno. A questo punto una domanda sorge spontanea: quali patate utilizzare? Per questa ricetta vi consiglio di utilizzare quelle a pasta gialla in quanto sono le più sode, un dettaglio non di poco conto se si considera che devono “sostenere” tutti gli strati successivi.

Per inciso, le patate a pasta gialla sono anche quelle che tengono meglio la cottura, non si sfaldano facilmente e mantengono una certa croccantezza. A prescindere dalla varietà, le patate possono dire molto dal punto di vista nutrizionale. Nonostante l’immaginario collettivo non sono grasse e nemmeno troppo caloriche: un etto di patate viaggia sulle 80-90 kcal. Contengono poi molti carboidrati, dunque donano energia, e non difettano in vitamine e sali minerali. Le patate inoltre sono senza glutine, quindi possono essere consumate senza alcun timore da chi soffre di celiachia.

Le cipolle più adatte al lax pudding

Il secondo strato del lax pudding è dato dalle cipolle. Anche in questo caso è necessario selezionare la varietà più adatta. Io consiglio le cipolle bianche, che hanno un sapore dolce e delicato ma non peccano in consistenza, anzi hanno una certa resistenza alle elevate temperature. Inoltre si integrano alla perfezione con le patate a pasta gialla, con cui spesso fanno coppia. La presenza delle cipolle è giustificata non solo dal loro impatto sul piano organolettico, ma anche dalle loro proprietà nutrizionali.

Lax pudding al salmone marinato

A fronte di un apporto calorico basso, pari a 40 kcal per 100 grammi, garantiscono molte vitamine e sali minerali. Il riferimento è alle vitamine del gruppo B (che migliorano il metabolismo energetico), alla vitamina E (un ottimo antiossidante) e alla vitamina A, essenziale per la vista. Per quanto concerne i sali minerali troviamo il calcio, il fosforo, il magnesio, il manganese e il ferro. Non è un dettaglio di poco conto se si considera che il ferro regola l’ossigenazione del sangue.

Come preparare il gravlax di salmone?

L’ingrediente più particolare del lax pudding, almeno dal punto di vista mediterraneo, è il gravlax. Può essere considerato come il salmone marinato della tradizione svedese. La marinatura è molto particolare in quanto viene realizzata con un mix di spezie poste in modo alternato. Si posiziona la marinatura su una prima fetta di salmone, poi si applica una seconda fetta capovolta in modo che l’esterno sia coperto dalla pelle. Infine si avvolge tutto nella pellicola alimentare e si fa riposare in frigorifero per un tempo più o meno lungo.

Vale la pena sottolineare le proprietà nutrizionali del salmone, che spicca per abbondanza di proteine e grassi benefici. Il riferimento è agli acidi grassi omega tre, che fanno bene al cuore e alla circolazione. Il salmone è anche ricco di vitamina D, che giova al sistema immunitario come poche altre sostanze. Infine si segnala una certa abbondanza di fosforo, essenziale per le capacità intellettive.

Ricette di salmone ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Spezzatino di alce

Spezzatino di alce, un gustoso secondo di selvaggina

Cosa sapere sulla carne di alce Al netto degli ingredienti a supporto, che pure non mancano, la vera protagonista di questo spezzatino è la carne di alce. Si tratta di una carne particolare per...

Jalapenos Ripieni

Jalapenos ripieni, un delizioso piatto messicano

Il jalapeno, un peperoncino da scoprire La ricetta dei jalapeno ripieni ci danno modo di parlare di questo tipo di peperoncini di media grandezza e di colore rosso o verde, inoltre sono abbastanza...

Suovas di renna

Suovas di renna, la carne essiccata della cucina...

Di cosa sa la carne essiccata di renna Rispondo a una domanda che vi sarà di sicuro venuta in mente, ossia di cosa sa la carne di renna essiccata (o suovas di renna)? Ebbene il sapore è difficile...