Bocconcini di salmone croccante agli agrumi

Bocconcini di salmone croccante
Commenti: 0 - Stampa

Salmone croccante ai profumi del mediterraneo

Una delle caratteristiche che colpiscono maggiormente di questi bocconcini di salmone croccante aromatizzato agli agrumi è sicuramente quello d’essere preparato con i migliori ingredienti della nostra bella Italia. Intanto gli agrumi, limoni ed arance, ma al tempo stesso i profumi di campagna più tipici e tradizionali come timo ed origano, tanto sfruttati nella cucina mediterranea.

Questi bocconcini di salmone croccante costituiscono il classico piatto da “uno tira l’altro” perché pepita dopo pepita, non ne avrai mai abbastanza; sono davvero leggeri e salutari, anche se particolarmente sfiziosi.

La cottura al forno e la panatura croccante rendono questa pietanza particolarmente apprezzata anche da coloro che non amano particolarmente il pesce (bambini inclusi), ma desiderano comunque mangiarlo per approfittare delle sue proprietà nutrizionali.

Potrai proporre i bocconcini di salmone aromatizzato agli agrumi come delizioso secondo light oppure, volendo, come stuzzichino in un aperitivo di mare.

Per te solo salmone di prima qualità

Questa ricetta sarà sicuramente un eccellente aiuto per rendere i bocconcini di salmone croccante davvero buoni, ma di certo una buona ricetta non basta se gli ingredienti utilizzati non sono all’altezza. Ecco dunque qualche piccolo segreto per riconoscere se il salmone sia davvero di qualità.

Come prima cosa potrai valutare la pelle del pesce. Quando il salmone è sufficientemente fresco mostrerà una pelle ancora colorata e lucida, caratteristica che si tende a perdere con i giorni diventando man mano sempre più opaca.

Dovremo notare se al tocco il pesce si mostra ancora elastico o se tende a smembrarsi in prossimità delle lische. Diffidate dei salmoni che presentino macchie (bianche o scure) o abbiano un cattivo odore particolarmente forte.

Bocconcini di salmone croccante

Come per qualsiasi altro pesce, anche per il salmone, potrai valutare lo sguardo. Il pesce fresco dispone di occhi vivaci, brillanti e sporgenti, invece, un pesce conservato da troppi giorni avrà occhi infossati ed opacizzati.

Bocconcini di salmone croccante: perché mangiare pesce fa bene!

Lo diceva sempre la mamma che mangiare pesce fa bene alla salute! In ogni dieta che si rispetti, il consumo di pesce settimanalmente è altamente consigliato. Ed ecco dunque che la ricetta per i bocconcini di salmone croccante tornerà davvero utile per rendere anche sfizioso un piatto particolarmente salutare.

Il salmone in particolare ha diverse proprietà benefiche, sia consumato fresco che affumicato. Il salmone, infatti, è ricco di omega 3, aiuta a combattere l’invecchiamento ed a ridurre i livelli di colesterolo e, tra varie proprietà che ti consigliamo di scoprire, ha dimostrati benefici antitumorali e contro l’osteoporosi.

Ed ecco la ricetta dei bocconcini di salmone croccante aromatizzato agli agrumi:

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 filetti di salmone ben puliti
  • 4 rametti di timo
  • 1 rametto di origano
  • 250 gr. di pangrattato consentito
  • 2 cucchiai di semi di sesamo
  • 1 limone biologico
  • 1 arancia biologica
  • q.b. di sale

Preparazione:

Tritate le erbe aromatiche e mettetele in una ciotola aggiungendo i semi di sesamo, il pangrattato, la scorza degli agrumi grattugiata ed un pizzico di sale marino integrale. Mescolate bene il mix così composto.

Tagliate a questo punto il salmone a bocconcini, grazie ad un coltello affilato. Impanate dunque i bocconcini nel mix preparato facendo in modo che la panatura aderisca in maniera il più possibile omogenea. Sistemate dunque i bocconcini di salmone così aromatizzati su di una placca da forno coperta con apposita carta.

Infornate il tutto lasciando cuocere a 200°C per circa 15-20 minuti, avendo cura di rigirarli a metà cottura e cercando di ottenere una lieve doratura su entrambi i lati.

Potrete apprezzare al meglio questi bocconcini di salmone, servendoli a tavola ancora ben caldi. Buon appetito!

3.5/5 (2 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Triglie alla livornese

Triglie alla livornese, un secondo davvero squisito

Triglie alla livornese, una secondo di pesce davvero unico Come suggerisce il nome, le triglie alla livornese sono un piatto tipico della città di Livorno, che vanta una grande tradizione per...

Petto di piccione in manto di verza

Petto di piccione in manto di verza, un...

Petto di piccione in manto di verza e salsa di mais, un piatto raffinato Il petto di piccione in manto di verza e salsa di mais è un secondo molto corposo. D’altronde, lo si evince dalla lista...

Spezzatino di cervo

Spezzatino di cervo, un secondo tradizionale e rustico

Spezzatino di cervo, un piatto tradizionale e rustico Lo spezzatino di cervo è un secondo piatto che appartiene alla tradizione più rustica della cucina italiana. D’altronde si base su una carne...

Triglie al cartoccio

Triglie al cartoccio, un classico secondo a base...

Triglie al cartoccio, una ricetta semplice e gustosa Le triglie al cartoccio sono un secondo piatto di pesce molto semplice e tutto sommato classico, che punta ad offrire sapori suggestivi. A fare...

Coquilles St. Jacques

Le Coquilles Saint Jacques per deliziare il palato

Coquilles Saint Jacques, una preparazione di alta cucina Le Coquilles Saint Jacques ai funghi sono una ricetta della cucina francese. Possono essere considerati come un secondo di pesce o un...

Pernice rossa con uva e polenta

Pernice rossa con uva e polenta, un secondo...

Pernice rossa con uva e polenta bianca, una lista di ingredienti diversa dal solito La pernice rossa con uva e polenta è una di quelle ricette ascrivibili alla categoria “gourmet”, ma allo...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


29-05-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti