bg header
logo_print

Involtini di insalata ripieni di miglio, un pranzo leggero

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Involtini di insalata ripieni di miglio
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (5 Recensioni)

Involtini di insalata ripieni di miglio, un’idea semplice e salutare

Gli involtini di insalata ripieni di miglio sono un’idea semplice e gustosa per un pranzo leggero e salutare. Possono essere inseriti all’interno di una dieta detox, che punti a rimuovere le tossine e a purificare l’organismo. D’altronde sono realizzati con ingredienti genuini, poveri di calorie e ricchi di proprietà nutrizionali. Tutto ciò a partire “dall’involucro”, ovvero dalla foglia di lattuga, che sostituisce le fettine di carne degli involtini classici. La lattuga conferisce la necessaria stabilità al ripieno, nonché un colore gradevole. Vale la pena spendere qualche parola sui valori nutrizionali della lattuga, che sono migliori di quanto si possa immaginare.

La lattuga contiene tanta vitamina C, come quasi tutte le verdure a foglia larga, ma anche la vitamina E, che funge da antiossidante e aiuta il corpo a prevenire il cancro. Stesso discorso per la vitamina K, che regola la densità del sangue, e per la vitamina J, che coinvolge il funzionamento della tiroide. Sul fronte dei sali minerali troviamo potassio, calcio, fosforo, magnesio e ferro. Quest’ultima sostanza è tipica degli alimenti di origine animale, oltre che dei legumi.

Ricetta involtini di insalata

Preparazione involtini di insalata

Per preparare gli involtini di insalata ripieni di miglio iniziate proprio dal miglio. Lessatelo per due minuti, poi spegnete il fuoco e fatelo riposare con il coperchio per 20 minuti o più. L’acqua deve essere il doppio rispetto alla quantità di miglio (in questo caso 400 ml.). Intanto staccate con attenzione le foglie più voluminose dal cespo di lattuga, poi lavatele, asciugatele e mettetele da parte. Lavate il cetriolo, tagliatelo in due per lungo e rimuovete i semi usando un cucchiaio. Poi fate la polpa a fettine sottili. Ora lavate i pomodori, rimuovete il picciolo e tagliateli in quattro parti. Infine lavate con attenzione i lamponi e lasciateli asciugare, fate lo stesso con le foglie di basilico. Poi lavate il limone sotto l’acqua corrente, grattugiate la buccia e ricavate il succo da una sua metà.

Ora occupatevi del condimento. In una ciotola versate un cucchiaio di lamponi, il succo di limone, l’olio e frullate con tutto il minipimer, Infine aggiungete un po’ di pepe e un po’ di sale. In una ciotola a parte unite il cetriolo, il miglio, i pomodori, i lamponi rimasti, il formaggio fresco, la scorza di limone e il condimento che avete preparato. Ora non vi rimane che comporre il piatto. Posizionate il ripieno al centro di ogni foglia disegnando una specie di striscia e lasciando sgombra un po’ della parte inferiore. Chiudete verso l’alto la parte inferiore, poi arrotolate la foglia da sinistra a destra creando un involtino chiuso. Proseguite così fino a terminare gli ingredienti e servite.

Ingredienti involtini di insalata

  • 200 gr. di miglio
  • 1 cespo di lattuga
  • 1 cetriolo
  • 150 gr. di pomodori ciliegini
  • 150 gr. di lamponi
  • mezzo mazzetto di basilico
  • 1 limone non trattato
  • 5 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 confezione da 300 gr. di formaggio Exquisa Fresco Cremoso Light o Senza Lattosio
  • 1 pizzico di sale e di pepe.

Un ripieno gustoso e ricco

Il punto di forza di questi involtini di insalata ripieni di miglio è dato dalla farcitura, che spicca per il sapore pieno e corposo, con qualche nota agrodolce. E’ formato da una purea di frutti rossi e pomodori, che garantiscono colore e un lieve tocco acidulo. All’interno troviamo anche il formaggio cremoso. A tal proposito vi consiglio di utilizzare il formaggio Exquisa Fresco Cremoso Light, che è davvero leggero, visto che contiene il 43% di grassi in meno rispetto alla formaggio base. Inoltre è realizzato con le migliori materie prime e con procedimenti quanto più vicini a quelli tradizionali. Se soffrite di intolleranza al lattosio non disperate, infatti la stessa Exquisa propone varianti delattosate dei suoi formaggi.

Involtini di insalata ripieni di miglio

Il ripieno si avvale anche della presenza del miglio, che viene cotto in modo naturale con il metodo dell’assorbimento: viene lessato per qualche minuto, poi lo si lascia riposare nella medesima acqua bollente, a coperchio applicato e a fuoco spento. Il calore fa il resto, garantendo anche la permanenza dei sapori e dei principi attivi, che altrimenti rischierebbero di perdersi nell’acqua.

Le interessanti proprietà del miglio

Il miglio eccelle anche sul piano nutrizionale. Per esempio è senza glutine, sicché può essere consumato senza alcun timore dagli intolleranti o sensibili a questa sostanza e dai celiaci. Contiene grandi dosi di ferro, una sostanza raramente presente nei cereali, ma fondamentale per l’ossigenazione del sangue. E’ ovviamente ricco di carboidrati, ma anche di fibre, che notoriamente fanno bene all’apparato digerente. Ma non è finita qui, il miglio infatti è tra i cereali più ricchi di oligoelementi, che giovano all’organismo a trecentosessanta gradi.

Infine il miglio contribuisce a mantenere sotto controllo il livello di zucchero nel sangue, una buona notizia per i diabetici e per chi sta sostenendo una dieta dimagrante, Ricordatevi infatti che più alto è il livello di zucchero e maggiore è il senso della fame. Per quanto concerne l’apporto calorico il miglio non riserva sorprese in quanto si pone allo stesso livello degli altri cereali, fornendo 340 kcal ogni 100 grammi.

Come accompagnare gli involtini di insalata?

Gli involtini di insalata ripieni di miglio possono fare parte di un pranzo detox. Ovviamente va accompagnato “con intelligenza”, scegliendo bene le altre portate e persino le bevande. Per quanto concerne le portate si potrebbe optare per della carne bianca, magari di pollo o tacchino, visto che sono per loro stessa natura povere di grassi e ricche di nutrienti. Per quanto concerne le bevande il consiglio è di accompagnare questi involtini con una bella acqua aromatizzata. La scelta è molto ampia, tra acque ai fiori e alla frutta, che hanno un sapore tenue e ben riconoscibile.

Gli involtini spiccano anche per la resa visiva, dal momento che hanno colori molto vivaci. Al limite, se volete puntare a un pranzo del tutto detox, potreste accompagnare gli involtini con una tisana, scegliendo la lavanda o la melissa come erbe aromatiche.

Ricette di involtini ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (5 Recensioni)
Riproduzione riservata
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di ceci ed elicriso

Insalata di ceci ed elicriso, un piatto raffinato...

I ceci, dei legumi perfetti Vale la pena parlare dei ceci, che insieme all’elicriso sono i protagonisti di questa deliziosa insalata. Potremmo definire i ceci come dei legumi perfetti, infatti...

Insalata con arrosto di alce

Insalata con arrosto di alce, un secondo intenso...

Cosa sapere sulla carne di alce La ricetta dell'insalata con arrosto di alce ci permette di spendere qualche parola sulla carne di alce, così poco diffusa dalle nostre parti eppure così buona. Il...

Bowl con capesante

Bowl con capesante, come valorizzare il celebre mollusco

Le proprietà del riso venere Il riso gioca un ruolo di fondamentale importanza per la bowl con capesante, infatti funge da base e allo stesso tempo da fonte di carboidrati. Il consiglio è di...