bg header
logo_print

Zuppa fredda di piselli e aneto, un primo piatto estivo

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Zuppa fredda di piselli e aneto
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (2 Recensioni)

Zuppa fredda di piselli e aneto, sapore e colore per un primo saporito

La zuppa fredda di piselli e aneto è un primo piatto pensato per l’estate. E’ infatti fresco, colorato, gustoso e non troppo carico. E’ anche facile da realizzare visto che non richiede chissà quale manualità, infatti il procedimento si riduce in un ampio passaggio nel frullatore degli ingredienti, alcuni dei quali vanno precotti. La lista degli ingredienti è piuttosto lunga, per quanto ben congegnata. I protagonisti rimangono i piselli, degli ortaggi che fanno parte della cucina italiana più popolare e che ricorrono in molte ricette di minestre e zuppe. Si fanno apprezzare per la loro dolcezza ma anche per le proprietà nutrizionali.

Tanto per cominciare i piselli sono ricchi di vitamine, infatti troviamo la vitamina C (un toccasana per il sistema immunitario), la vitamina A e la vitamina K, che regola la densità del sangue. Tra i sali minerali spiccano il potassio, il magnesio, lo zinco, il fosforo e il ferro. Questi ultimi due elementi stimolano le facoltà mentali e l’ossigenazione del sangue. I piselli contengono anche carboidrati e proteine, qualificandosi così come un superfood. L’apporto calorico, infine, è piuttosto basso, pari a 80 kcal per 100 grammi.

Ricetta zuppa fredda di piselli

Preparazione zuppa fredda di piselli

Per preparare la zuppa fredda di piselli e aneto iniziate proprio dai piselli. Bolliteli per 2 minuti, poi scolateli e lavateli sotto l’acqua corrente. Riducete a fette la parte verde del porro, trasferitela in una ciotola e condite con il succo di limone e lo zucchero.

La parte bianca, invece, tritatela e fatela rosolare in una padella con olio di colza, aglio e sedano tagliato a cubetti. In questa fase cuocete a fiamma media fino a quando non sarà diventato tutto morbido e traslucido (non dovrebbero volerci più di 4 minuti). Poi trasferite il contenuto della padella in un frullatore.

Poi inserite anche i piselli, lasciandone da parte 50 grammi. Infine inserite anche lo yogurt, il brodo, un po’ di sale e di pepe. Frullate il tutto per un minuto e, se necessario, aggiungete un altro po’ di sale e di pepe. A questo punto aggiungete due cucchiai di aneto e frullate per altri 30 secondi. Lo scopo è quello di ricavare una zuppa uniforme e leggera.

Visto che la zuppa dovrebbe essere anche fredda, inserite dei cubetti di ghiaccio in ciotola prima di versare la zuppa. Infine guarnite con 50 grammi di piselli non frullati, il porro verde messo da parte e un altro cucchiaio di aneto. Servite e buon appetito.

Ingredienti zuppa fredda di piselli

  • 400 gr. di pisellini freschi
  • 1 porro
  • succo di mezzo limone
  • 1 cucchiaino di zucchero semolato
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 gambi di sedano piccoli
  • 1 cucchiaio di yogurt bianco consentito
  • 500 ml. di brodo di pollo freddo
  • 1 cucchiaio di olio di colza
  • 1 pizzico di sale e di pepe
  • 3 cucchiai di aneto tritato.

Il ruolo dello yogurt nella zuppa fredda di piselli

Lo yogurt gioca un ruolo importante nella zuppa fredda di piselli. Viene inserito nel frullatore come tutti gli altri ingredienti e contribuisce ad addensare la zuppa, rendendola più compatta e cremosa. Ovviamente incide anche sul gusto, conferendo alla preparazione un tocco acidulo che sa di latte. Dovreste utilizzare solo lo yogurt magro e bianco, che rappresenta una versione più pura di quelli “aromatizzati” che si consumano di solito. Lo yogurt magro bianco, a fronte di un apporto calorico basso, apporta molti nutrienti. Il riferimento è alle proteine, al calcio e alla vitamina D, una sostanza molto rara che contribuisce al buon funzionamento del sistema immunitario.

Se siete intolleranti al lattosio non temete, in commercio trovate molti yogurt delattosati. Questo tipo di yogurt sono indistinguibili rispetto a quelli standard, infatti il sapore è identico e lo stesso si può dire delle proprietà nutrizionali. La rimozione del lattosio è infatti un processo naturale che si ottiene con l’inserimento dell’enzima lattasi nel latte, una sostanza presente nell’organismo di chi non è intollerante.

Una guarnizione semplice ma d’effetto

Uno dei punti di forza di questa zuppa fredda di piselli è la guarnizione, che non si limita ad “abbellire” la preparazione ma conferisce ad essa una texture più complessa e gradevole al palato. La guarnizione è formata da porro e aneto fatti a pezzi. Il porro aggiunge un sapore corposo e leggermente aromatico, mentre l’aneto aggiunte le note dell’anice e la freschezza della menta.

Zuppa fredda di piselli e aneto

Questi due ingredienti, presenti anche nel corpo della zuppa, incidono sul piano nutrizionale. Il porro è ricco di vitamina C e potassio, una sostanza tuttofare che ottimizza la pressione sanguigna (utile soprattutto se si soffre di ipotensione). L’aneto, invece, è ricco di antiossidanti, delle sostanze che combattono i radicali liberi, rallentano l’invecchiamento e aiutano a prevenire il cancro. L’aneto, inoltre, favorisce la digestione e supporta la depurazione di reni e fegato.

Come preparare un perfetto brodo di pollo?

Un altro ingrediente fondamentale per questa zuppa di piselli freddi e aneto è il brodo di pollo. Questo va inserito nel frullatore insieme ad altri ingredienti allo scopo di insaporire e favorire una spiccata amalgama. Preparare un buon brodo di pollo è quindi fondamentale. A tal proposito trovate sul sito la ricetta del brodo di pollo, ma ci tengo comunque a fornire qualche indicazione qui di seguito.

Per preparare il brodo di pollo è necessario anche un po’ di manzo. Questa carne, presente in dosi minori, serve a dare corpo e sapore. Ad ogni modo, per preparare il brodo basta aggiungere le carni, un po’ di frattaglie, spezie e ortaggi tipici del brodo vegetale. Poi mettete tutto in abbondante acqua, portate a bollore a fiamma alta e bollite per due 2 ore a fiamma bassa. A questo punto non rimane che estrarre gli alimenti solidi e filtrare per bene il brodo. Se si vuole garantire un minimo di consistenza in più, è possibile aggiungere un albume e frullare tutto con il minipimer.

Ricette di zuppe ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

carbonara vegana

Carbonara vegana, un piatto audace ma squisito

Come sostituire la salsa di uova Quando si prepara una carbonara vegana la prima sfida è la sostituzione delle uova, d’altronde sono proprio queste a rappresentare l’ingrediente principale...

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...

Caserecce con pesto di kale

Caserecce con pesto di kale, un primo rustico...

Cosa sapere sul cavolo riccio Il protagonista di queste caserecce è il pesto di kale, o di cavolo riccio. E’ un pesto particolare e un po’ meno aromatico rispetto al pesto con foglie di...