bg header
logo_print

Dessert di albicocche, un’idea semplice e deliziosa

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

dessert di albiocche
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (3 Recensioni)

Dessert di albicocche, un delizioso dolce fruttato

Oggi vi presento un dessert di albicocche molto semplice da realizzare. Un dolce al cucchiaio che eccelle per gusto, impatto visivo e texture. Si tratta di un composto di albicocche cotte insieme allo zucchero e all’agar agar, che viene frullato e integrato con la panna.

La composizione di questo dessert di albicocche è particolare e vede come protagonista lo Skyr, messo come primo e ultimo strato nei bicchieri. Successivamente si versa la crema di albicocche e panna.

Infine, si valorizza il tutto con degli amaretti sbriciolati in modo da creare un gradevole contrasto a livello di texture. Le protagoniste di questa ricetta sono ovviamente le albicocche.

Le albicocche sono buone, piacciono a tutti e sono salutari, infatti sono ricche di betacarotene che dona una tonalità arancione a molti alimenti: carote, melone etc.

Tra l’altro, il betacarotene aiuta l’organismo ad assorbire la vitamina A, una sostanza fondamentale per la salute degli occhi, dei capelli e delle unghie. Peccato che siano un frutto estivo. Io le mangerei tutto l’anno.

Come tanta altra frutta fresca, le albicocche sono ricche di vitamine e sali minerali. Il riferimento è in particolar modo alla vitamina C, che agisce a protezione e supporto del sistema immunitario. Stesso discorso per i sali minerali, come il calcio e il potassio.

Il primo impatta positivamente sulla salute delle ossa, il secondo interviene sul sistema cardiocircolatorio. L’apporto calorico delle albicocche non è esattamente trascurabile, se rapportato con gli altri frutti. In senso assoluto, però, è piuttosto basso, pari a 50 kcal per 100 grammi.

Ricetta dessert di albicocche

Preparazione dessert di albicocche

Per la preparazione del dessert di albicocche iniziate preparando la crema di albicocche. Nel frattempo lavate le albicocche sotto l’acqua corrente, asciugatele, tagliatele in due ed estraete il nocciolo e poi tagliatele a pezzi piccoli.

Versate i pezzi di albicocca in un pentolino insieme allo zucchero e all’agar agar.

Cuocete a fiamma bassa per 10 minuti circa. Le albicocche si dovrebbero ammorbidire, lo zucchero  e l’agar agar si dovranno sciogliere completamente, senza formare grumi.

Fate raffreddare e versate il composto nel mixer per rendere la crema ancora più liscia. Infine riponete in frigorifero per 10 minuti. Intanto versate la panna e lo zucchero a velo in una ciotola e montate il tutto.

Integrate la montata che avete preparato con la crema di albicocche e riponete in frigo per un’ora o più. Al momento del servizio versate lo Skyr nei bicchieri di portata e versateci sopra la crema di albicocche, infine concludete con un altro po’ di Skyr.

Al momento di servire guarnite il tutto con un po’ di cannella e qualche amaretto sbriciolato prima di servire. Volendo potete altra frutta di stagione a pezzettini.

Ingredienti dessert di albicocche

  • 500 gr. di albicocche
  • 150 gr. di zucchero
  • 4 gr. di agar agar
  • 1 vasetto di Skyr alla vaniglia di Exquisa
  • 1 bustina di zucchero a velo
  • 50 ml. di panna
  • 1 pizzico di cannella in polvere
  • 1 manciata di amaretti consentiti.

La base morbida di questo dessert

Come già anticipato, la base di questo dessert di albicocche è data dallo Skyr. Lo Skyr è un latticino originario dell’Islanda, ma da tempo diffuso anche alle nostre latitudini. Anzi è tecnicamente un formaggio, dal momento che è realizzato con il caglio.

E’ simile allo yogurt greco per consistenza e gusto non essedo né dolce e né salato. Proprio per queste sue caratteristiche, è anche piuttosto versatile.

Per quanto concerne i valori nutrizionali, come molti yogurt, lo Skyr è poco calorico (non va oltre le 80 kcal per 100 grammi), ricco di proteine, calcio e vitamina D. Quest’ultima sostanza è fondamentale in quanto rafforza il sistema immunitario.

dessert di albiocche

Per questa ricetta consiglio lo Skyr alla vaniglia di Exquisa. In primis perchè Exquisa è uno dei maggiori interpreti della ricetta originale, solo leggermente modificata per adattarla ai gusti mediterranei.

Secondariamente perché lo Skyr è aromatizzato in modo naturale e senza l’aggiunta di additivi. Lo Skyr di base non è senza lattosio, ma non vi preoccupate, se soffrite di intolleranze alimentari potete optare per molti altri prodotti spalmabili lactose-free presenti nell’offerta di Exquisa.

Le potenzialità della cannella

La cannella, utilizzata nel dessert di albicocche, è una spezia particolare che non si limita ad aromatizzare e a insaporire, ma anche a dolcificare. Ovviamente lo fa a modo suo, quindi in modo diverso dallo zucchero e dal miele. La sua presenza nelle ricette dolciarie è ben attestata e diffusa dall’Europa all’Asia.

D’altronde la cannella, come tantissime altre spezie, proviene dal continente asiatico. La cannella è anche una spezia salutare con interessanti proprietà pseudo-terapeutiche. Infatti è ricca di antiossidanti, sostanze che contrastano i radicali liberi e abbassano l’incidenza di alcuni tipi di tumori.

La cannella è anche un buon antinfiammatorio, quasi al livello dello zenzero (che eccelle da questo punto di vista). Infine contribuisce a ridurre il rischio di patologie cardiache acute, come l’infarto e l’ictus.

La cannella è buona, ma è anche abbastanza forte, dunque occorre porre la massima attenzione alle dosi per non rischiare di coprire gli altri sapori. Un pizzico per ogni bicchiere va più che bene.

Un focus sugli amaretti

Il tocco finale di questo dessert di albicocche è dato dagli amaretti sbriciolati. Questi ultimi aggiungono sapore e contribuiscono a creare un delizioso contrasto con la morbidezza della crema di albicocche e dello Skyr.

Per inciso, gli amaretti sono dolcetti a forma di biscotto realizzati con pasta di mandorle, albume, mandorle dolci e amare. Il sapore è caratteristico, come sa chi li ha provati almeno una volta.

Esistono svariate tipologie di amaretti. Tra i più famosi spicca l’amaretto di Saronno, che si caratterizza per una certa morbidezza ed è capace di assorbire i liquidi.

Non a caso viene impiegato per alcune varianti di tiramisù. La sua struttura interna, di tipo alveolare, lo rende perfetto per accompagnare i dessert morbidi e liquidi, proprio come avviene per questo delicato e gustoso dessert di albicocche.

Con questa ricetta portate in tavola un dolce fra i più facili e veloci da preparare. Il dessert di albicocche è un dolce che piacerà sicuramente a tutti.

Ricette con albicocche ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (3 Recensioni)
Riproduzione riservata
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Semifreddo al gianduia

Semifreddo al gianduia, un dessert perfetto come fine...

Come rendere il semifreddo con gianduia a prova di intolleranze Il semifreddo al gianduia contiene due derivati del latte: la panna e il mascarpone. Dunque, potrebbe impensierire gli intolleranti al...

Fekkas

Fekkas, dal Marocco dei deliziosi biscotti alle mandorle

Quali farine utilizzare per i biscotti marocchini? La ricetta dei fekkas non dice molto sul tipo di farina, tuttavia nella maggior parte dei casi si usa la farina normale, ossis la farins zero o...

Torta di mele di Hagrid

Torta di mele di Hagrid, una versione in...

Una torta di mele soffice e deliziosa Sono numerose le differenze tra la torta di Hagrid, così come l’ho immaginata io, e la classica torta di mele. Tanto per cominciare le mele non fungono da...