bg header
logo_print

Albicocche con mandorle, basilico e gelato

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Albicocche con mandorle, basilico e gelato
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 20 min
cottura
Cottura: 10 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Nel nostro mondo culinario, oggi vi presentiamo un dessert che suscita la gioia dell’estate: le albicocche con mandorle, basilico e gelato. L’arrivo della stagione estiva porta con sé un’esplosione di colori e sapori, rendendo la cucina un’avventura ancora più entusiasmante. Personalmente, ho trovato un nuovo amore nella preparazione di dessert deliziosi e attentamente curati, e questa combinazione è diventata una delle mie preferite.

L’abbinamento delle morbide albicocche con la croccantezza delle mandorle offre una combinazione di consistenze che incanterà il vostro palato. Ma è il basilico che aggiunge una nota sorprendente e fresca, elevando il piatto a un livello superiore. Questo erbaceo aromatico si fonde armoniosamente con la dolcezza delle albicocche e la loro leggera acidità, creando un equilibrio di sapori unico.

Ricetta Albicocche con mandorle

Preparazione Albicocche con mandorle

Lavate le albicocche, dividetele a metà e una volta tolto il nocciolo e la buccia tagliatele a fettine.

Tritate le mandorle. In un pentolino fate sciogliere il miele con un pochino d’acqua e aggiungete le albicocche.

Fate bollire a fiamma bassa per 7/8 minuti. Spegnete il fuoco, togliete le albicocche dal liquido e versatele in una terrina piena di acqua ghiacciata.

Non buttate il liquido in cui avete cotto le albicocche.

Versate del succo di limone al liquido di cottura avanzato e usatelo per bagnare le albicocche nella terrina.

Riducete le albicocche a purea e spolverizzate con il trito di mandorle, mescolate delicatamente e suddividete in 4 coppette.

Sistemate su ognuna una pallina piccola di gelato e decorate con il basilico.

Servite subito in tavola.

Ingredienti Albicocche con mandorle

  • 100 ml acqua
  • 8 albicocche fettine sottili
  • 6 foglioline basilico
  • 1 cucchiaio mandorle tritate
  • 1 cucchiaio miele
  • 4 palline gelato senza lattosio (circa 50 gr l’una)
  • q.b. succo di limone

In queste giornate di sole, c’è un dessert che riesce sempre a catturare il mio cuore: albicocche con mandorle, basilico e gelato. Quando la bella stagione fa capolino, la cucina diventa un luogo di gioia e creatività ancora più intensa. Mi ritrovo ad adorare ogni istante trascorso ai fornelli, soprattutto quando si tratta di creare dolci deliziosi e curati in ogni dettaglio. Ammetto che in passato non ero proprio un’appassionata di preparazioni culinarie elaborate, specialmente quando si trattava di dessert che richiedevano attenzione e cura. Ma, negli ultimi tempi, qualcosa è cambiato in me, e ora provo un amore viscerale per questa arte!

Le albicocche, dolci e succose, si sposano in modo sublime con la croccantezza delle mandorle e la freschezza del basilico. L’insieme di questi ingredienti crea una sinfonia di sapori e consistenze che danza sulla lingua. E quando questi elementi di per sé deliziosi vengono accompagnati da un morbido gelato, il risultato è semplicemente indimenticabile. La dolcezza del gelato si fonde con la frutta, mentre il basilico aggiunge una nota aromatica sorprendentemente.

E così, ciò che una volta poteva sembrare un compito laborioso, si è trasformato in una passione che mi riempie di soddisfazione. Creare un dessert come le albicocche con mandorle, basilico e gelato è diventato un modo per esprimere la mia creatività e condividere gioia con chi ha la fortuna di assaporare il mio lavoro. Che sia un piacere da gustare da soli o un’esperienza da condividere con amici e famiglia, questo dessert incarna la bellezza della stagione e la gioia di creare qualcosa di straordinario dalla semplicità degli ingredienti.

Albicocche con mandorle, basilico e gelato: un ottimo abbinamento

Quando guardiamo un’albicocca non possiamo non pensare al sole che la fa maturare e alle giornate dal clima piacevole, durante le quali è possibile mangiare questi frutti speciali, che sono salutari in quanto forniscono importanti  quantità di acqua (sono ottime per le diete ipocaloriche).

Le proprietà salutari dell’albicocca non finiscono certo qui! Parlare dei suoi benefici significa anche discutere della presenza di vitamina A, una sostanza che contribuisce all’efficienza visiva.

Come non ricordare poi il contenuto di minerali come il potassio, il ferro e il calcio, che rendono l’assunzione di albicocche una soluzione molto valida per contrastare stanchezza e cali di energie?

Il Prunus armeniaca (albicocco) è originario della Cina dove cominciò a essere coltivato 4.000 anni fa. Da lf si diffuse in Mesopotamia, Persia e infine sulle coste mediterranee. Vive bene in climi temperati caldi, cioè in zone dove non si abbiano gelate tardive.

Le albicocche sono drupe sfericoovoidali, con un solco laterale più o meno marcato e buccia di colore variabile dal giallo pallido al rosso aranciato. Contengono un nocciolo ovale, compresso lateralmente, con mandorla dolce o amara. Se ne conoscono molte varietà, da razze di importazione o indigene, come l’ albicocca pesca di Nancy, la grossa di Germania, la comune o romana, la precoce di Toscana, la reale. Le albicocche vengono consumate come frutta da tavola. Si trovano in commercio fresche, secche e anche sciroppate.

Il momento migliore per acquistare le albicocche è nel suo periodo di maturazione che va, generalmente, da maggio ad agosto. La massima produzione si registra in giugno e luglio.

Come scegliere le albicocche?  Le albicocche dovrebbero essere raccolte quando sono mature ma ancora compatte. Preferite frutti pieni, di colore rosso-arancio, teneri ma non molli e ben succosi. Evitate i frutti immaturi, duri, verdognoli o giallo-chiari e quelli troppo maturi, troppo teneri o deteriorati. Si conservano in frigo e vanno consumate entro breve tempo. Le albicocche sono un’ottima fonte di vitamina A e di potassio.

Se dovessi elencare tutte le proprietà delle albicocche davvero riempirei pagine e pagine! Non resta altro che gustarle con gioia, da sole o come ingredienti principali di un dolce come quello che vi sto proponendo oggi. E che spero davvero possa piacervi, considerando che se si utilizza il latte delattosato per il gelato è perfetto anche per chi ha problemi d’intolleranza al lattosio.

Perché il basilico fa bene?

Il basilico non è solo caratterizzato dalle proprietà aromatiche che tutti conoscono. Ma anche da tante altre peculiarità che rendono la sua assunzione un regalo importante per l’organismo. Quali sono di preciso? Tra le più importanti è possibile ricordare la presenza di un minerale come il potassio, molto utile quando si tratta di regolare l’equilibrio dei liquidi all’interno del corpo.

Il basilico contiene inoltre quantità piccole ma comunque efficaci di calcio e fosforo, due minerali che fanno la differenza per quanto riguarda la salute delle ossa. Anche in questo caso se dovessi elencare in maniera approfondita tutte le proprietà davvero scriverei pagine su pagine. E dovrei anche citare la presenza dell’eugenolo, una sostanza molto efficace nella prevenzione dei raffreddori e delle malattie della pelle.

Il basilico è una delle piante più amate in cucina e a ragione! Non porta solo un profumo fantastico, ma anche tanti doni alla salute, che comprendono anche l’effetto calmante in caso di infiammazioni gastriche.

A questo punto non resta che vedere come si sposa con l’albicocca e il gelato!

Ricette con gelato ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Frittelle di ricotta e farina di patate

Frittelle di ricotta e farina di patate per...

Di cosa sa la farina di patate? Tra i protagonisti della ricetta delle frittelle di ricotta spicca la farina di patate. E’ una farina particolare e non troppo conosciuta nemmeno tra i celiaci, ma...

Sutlac

Sutlac, il budino alla crema di riso della...

Quale riso utilizzare? Quale è la varietà di riso più adatta per la ricetta del sutlac. In linea di massima dovrebbe andare bene un tipo di riso che assorbe bene i liquidi, infatti lo scopo del...

crostata banane e cioccolato

Pasta frolla senza burro, un’ottima base senza lattosio

Come preparare la pasta frolla? La pasta frolla senza burro è davvero speciale e diversa dalle altre, allo stesso tempo è anche semplice da realizzare. E’ sufficiente creare un mix secco con...