Crema catalana con albicocche al rum e cioccolato

Crema catalana con albicocche
Commenti: 0 - Stampa

Crema catalana con albicocche, un dolce fine-pasto al cucchiaio

Quando la nostra mente vaga alla ricerca di nuove ricette, spesso approda nei dessert e con questa crema catalana con albicocche riteniamo di aver fatto un piccolo capolavoro. Al bando la falsa modestia, quando un dolce è buono… è buono! Cucchiaiata dopo cucchiaiata, questa crema catalana mostra tutto il suo carattere, dolce, delicato ed avvolgente.

Stiamo parlando di una crema all’uovo, aromatizzata semplicemente con la vaniglia che potremmo dire essere a cavallo tra la creme brûlé francese e la crema catalana spagnola. A svettare sopra la crema, come nelle ricette tradizionali poc’anzi citate, un sottile strato di caramello croccante che regala un piacere in più all’assaggio.

Il nostro tocco in più su questa preparazione, mostro sacro della cucina mondiale, è l’aggiunta delle albicocche disidratate ed aromatizzare con la macerazione nel rum oltre che delle golose scagliette di cioccolato bianco. Due ingredienti che, uniti a questa crema leggera e spumosa, sapranno deliziare il vostro palato.

Un dessert semplice ed a prova d’intolleranze

Anche nel caso di questa crema catalana con albicocche al rum e cioccolato bianco, la nostra attenzione si è mossa, come sempre, tra gusto e salute. Guidati da queste ragioni, abbiamo scelto di utilizzare solo ingredienti senza glutine e senza lattosio. Con poche e semplici accortezze, possiamo offrire questo dessert in serenità a tutti i nostri commensali, assicurandoci che per ognuno si tratti di un’esperienza gastronomica indimenticabile.

Per una cena romantica, per un fine-pasto in famiglia, in un contesto elegante ma anche dopo un pasto casereccio, il piacere della crema al cucchiaio è sempre una scelta giusta. Con la crema catalana non si sbaglia mai e possiamo godercela a pieno davvero tutti. Se siete alla ricerca di un’idea per un dessert versatile, goloso e sano, preparatevi a leccarvi in baffi!

Questo dolce fine-pasto non richiede particolari abilità, si prepara con pochi ingredienti e riesce ad essere straordinariamente elegante pur essendo anche economico. Una piccola “furbizia” che può sempre tornare utile, quando vogliamo sorprendere i nostri ospiti!

Crema catalana con albicocche

La crema catalana, un’ispirazione che arriva da lontano

Come accennato pocanzi, la crema catalana con albicocche e cioccolato è una preparazione che si ispira alla crema catalana tipica spagnola. Nella tradizione della Catalogna (regione che circonda Barcellona, dalla costa Brava ai Pirenei) questa crema viene chiamata anche “crema cremada” o “crema de Sant Josep”. Quest’ultima denominazione deriva dal fatto che spesso questo dessert sublime veniva preparato in occasione della festa del papà, il 19 marzo.

La bontà di questo dolce è però tale che attualmente viene preparato per tutte le occasioni. Essendo una preparazione d’origine popolare, non è possibile identificare una ricetta unificante ed assoluta, spesso, infatti, sono rilevabili varianti tra gli aromi utilizzati come cannella o limone. Ciò che accomuna tutte le preparazioni è la presenza di una crema distribuita in mono-porzioni e cocotte che, dopo una prima lavorazione e qualche tempo di riposo, viene arricchita del caramello superficiale e servita subito dopo la sua composizione.

La comodità di questo dessert risiede anche in questa sua caratteristica, in quando può essere preparato anche in precedenza e rifinito in pochi secondi prima del servizio. Un vantaggio non trascurabile soprattutto quando si devono servire molte persone e grosse tavolate (ecco perché non è raro trovare questo dessert nei ristoranti!). Nel piccolo della nostra cucina, o anche in occasione delle grandi rimpatriate o riunioni di famiglia, possiamo concederci anche noi questa delizia al cucchiaio. 

Ed ecco la ricetta della crema catalana con albicocche macerate nel rum e scaglie di cioccolato bianco:

Ingredienti per circa 10 persone:

  • 1 litro di panna consentita
  • 12 tuorli d’uovo
  • 220 gr. di zucchero semolato
  • q. b. di vaniglia
  • q. b. di zucchero di canna
  • 6 albicocche disidratate e tagliate a dadini piccoli
  • mezzo bicchiere di rum
  • q. b. di scaglie di cioccolato bianco consentito

Preparazione:

Per preparare la crema catalana con albicocche, occorre mettere a bollire la panna senza lattosio in una casseruola capiente. A parte, frullate assieme uovo, zucchero semolato e vaniglia, rendendo il composto spumoso. Versate questo composto nella panna e continuate a mescolare finché non otterrete una consistenza densa e priva di grumi. Versate la crema nelle cocotte e ripassate il tutto nel forno a vapore, impostato a 85° per circa 50 minuti.

Nel frattempo prendete le albicocche disidratate, fatele a fettine e mettetele nel rum a macerare per circa 10 minuti. Scolate le fettine di pesca così aromatizzate e lasciate che perdano tutti i liquidi in eccesso. Passate poi il cioccolato bianco in una mandolina così da ottenere delle scagliette saporite. A termine della cottura a vapore, spolverate la crema, direttamente all’interno della cocotte, con dello zucchero di canna. Infine caramellate lo zucchero fino ad ottenere una crosticina croccante.

Lasciate raffreddare la cocotte per qualche minuto, dopo di che adagiate sulla crema catalana le albicocche macerate nel rum e le scagliette di cioccolato bianco. Divertitevi a decorare la superficie con questi ingredienti e servite la crema catalana con albicocche e scaglie di cioccolato bianco. Buon appetito!

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Fantabudino di zucca

Fantabudino di zucca, il dessert perfetto per Halloween

Fantabudino di zucca, un dessert facile da preparare Ve ne sarete già accorti spulciando la foto, il fantabudino di zucca è un dolce, o per meglio dire un dessert, non solo buono ma anche...

Cioccolata calda con marshmallow

Cioccolata calda con marshmallow, una pausa golosa

Cioccolata calda con marshmallow, un abbinamento perfetto La cioccolata calda con marshmallow è una bevanda ottima per i pomeriggi invernali, o per una pausa all’insegna della dolcezza e del...

Charlotte con crema di castagne

Charlotte con crema di castagne, una deliziosa scoperta

Charlotte con crema di castagne, sapori d’autunno Oggi vi presento la charlotte di castagne (o meglio con crema di castagne), una torta davvero speciale e in grado di conquistare occhi e palato....

budino sbagliato

Il budino sbagliato di Carlo Cracco per stupire...

Il budino sbagliato, quando la creatività incontra la tradizione Il budino sbagliato è una ricetta di Carlo Cracco, il famoso chef stellato ha deciso di interpretare liberamente la ricetta del...

Victoria sponge cake

Victoria sponge cake, un’idea per la Festa dei...

Victoria sponge cake, una delizia della pasticceria anglosassone La Victoria Sponge Cake, come suggerisce il nome, è una specialità della pasticceria inglese. E' conosciuta anche come Victoria...

Torta fredda con Skyr e frutti di bosco

Torta fredda con Skyr e frutti di bosco,...

Torta fredda con Skyr, una variante sui generis della cheesecake La torta fredda con Skyr e frutti di bosco può essere considerata come l’evoluzione della cheesecake. Il procedimento è simile,...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


09-05-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti