bg header
logo_print

Fattoush, dal Libano una meravigliosa insalata

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Fattoush
Ricette per intolleranti, Cucina Libanese, Ricette dal Mondo
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 05 min
cottura
Cottura: 00 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (4 Recensioni)

Fattoush, un’insalata gustosa, leggera e colorata

Il fattoush è un piatto della tradizione libanese. Di base può essere paragonato a un’insalata “rinforzata”, ossia ben condita, ma senza esagerare. E’ una preparazione a base di verdure, tra cui i pomodori e i cetrioli, e una squisita emulsione a base di melassa di melograno, limone e sommacco. Quest’ultima è una spezia poco conosciuta dalle nostre parti ma molto consumata dall’Africa del Nord al Medio Oriente.

Il tutto è accompagnato dal pane libanese, una variante del pane azzimo. Questo tipo di pane non è semplice da reperire, per cui vi consiglio di utilizzare la più disponibile pita o il pane arabo. L’ingrediente più “strano” o per meglio dire insolito del fattoush è il sommacco, conosciuto anche come sumac.

Ricetta fattoush libanese:

Preparazione fattoush

Per la preparazione del fattoush iniziate immergendo il summaco in una ciotola con il liquido di ammollo. Integrate con 2 cucchiai di melassa di melagrana, 3 cucchiai di succo di limone, 2 cucchiai di aceto bianco, aglio, e menta secca. Poi versate l’olio extravergine di oliva poco per volta, senza smettere di mescolare. La soluzione, infatti, dovrà essere  uniforme. Ora salate, condite con altra melassa di melograno, succo di limone e aceto in base ai vostri gusti. Avete appena ottenuto l’emulsione del fattoush.

Disponete la pita a pezzetti dentro una ciotola media, aggiungete l’olio, un po’ di sale e mescolate con cura. In una ciotola capiente trasferite i pomodori e gli ingredienti rimasti. Condite con tre quarti dell’emulsione che avete preparato, poi mescolate e aggiungete altro condimento se lo ritenete necessario. Salate un’ultima volta, poi aggiungete i pezzi di pita conditi e servite la tipica insalata libanese.

Ingredienti fattoush

  • 4 pani pita o pane arabo
  • 3 pomodori
  • qualche foglia di menta
  • 2 cucchiai di summaco
  • 2 cucchiai di melassa di melagrana
  • scorza e succo di un limone
  • 6 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 3 cucchiai di aceto bianco
  • 1 cetriolo
  • 1 cipollotto
  • 150 gr. di portulaca
  • 150 gr. di lattuga romana
  • q. b. di sale e di pepe.

Tra le varie spezie nel Fattoush emerge per il processo di produzione, infatti si ricava dal frutto dell’omonima pianta, che in realtà è più simile a una bacca. Poi si essicca e si riduce in polvere, per essere utilizzato per il condimento di svariate preparazioni. In Oriente, e in particolare in Siria, è attestato un ampio uso del sommacco come spezia per il pesce. Si caratterizza comunque per una spiccata versatilità, a tal punto da sposarsi alla perfezione con frutta e agrumi (come in questo caso).

Come ogni spezia che si rispetti, il sommacco esercita funzioni quasi curative. Anzi, nel Medioevo era considerato soprattutto un ingrediente officinale.

Il sommacco contiene inoltre molti antiossidanti. Del sommacco si utilizzano anche le foglie, che venivano sfregate sulle gengive per ridurre i sintomi delle infiammazioni e per mantenere una buona igiene personale.

Una finestra sulla portulaca

Il fattoush che vi presento oggi incarna lo spirito della ricetta tradizionale, ma si distingue anche per alcune variazioni. Su tutte, vi è la presenza della portulaca, un ingrediente molto consumato in questa sponda del Mediterraneo. E’ una verdura dal carattere popolare, sebbene in passato venisse utilizzato più frequente di quanto non si faccia ora.

La portulaca merita comunque di essere integrata in molte ricette, vista la sua versatilità. La portulaca spicca anche per le proprietà nutrizionali, che rappresentano un unicum nella categoria delle verdure. Contiene ampie dosi di vitamine e sali minerali, e in particolare la vitamina C e la vitamina A.

Stesso discorso per il potassio e il calcio. Contiene anche una dose non trascurabile di betacarotene, che oltre a fungere da antiossidante stimola l’assorbimento della stessa vitamina A.

Ciò che colpisce, però, è la presenza degli acidi grassi omega tre, che in genere sono appannaggio di frutta secca, semi e pesci azzurri. Di certo è raro trovare questa sostanza in una verdura.

Per inciso, gli acidi grassi omega tre giovano alla salute del sistema vascolare e limitano l’insorgenza delle patologie cardiache acute (infarti, ictus, aneurismi etc.). Infine l’apporto calorico, come ogni verdura che si rispetti, è davvero limitato.

Fattoush

Il cetriolo, una verdura poco considerata

Qualsiasi fattoush degno di questo nome deve contenere il cetriolo. La sua presenza può essere considerata una costante di questo interessante piatto libanese, che per il resto si declina in numerose varianti, anche molto diverse tra loro.

Il cetriolo agevola il dimagrimento, infatti è ricco di acido tartarico, una sostanza che inibisce la trasformazione dei carboidrati in grassi. E’ anche ricco di sali minerali, tra cui spiccano ferro, calcio e manganese.

E’ naturalmente ricco di vitamina C, che come abbiamo visto sostiene il sistema immunitario. Contiene anche molta acqua, sicché può essere considerato un buon diuretico. L’apporto calorico, infine, è davvero basso, pari a 15 kcal per 100 grammi.

Come preparare la melassa di melograno

Il fattoush ha un altro elemento ricorrente, ossia la melassa di melograno libanese. Si tratta di una preparazione di origine orientale, molto consumata in Siria e Libano. Di base la ricetta è semplice, basta formare una soluzione di zucchero, succo di limone e succo di melagrana, che deve essere cotta a lungo. Il risultato è una sorta di crema molto densa, dal sapore  acidulo e allo stesso tempo dolce. Viene impiegata per condire insalate, come in questo caso, e carni rosse.

A suo modo, la melassa di melograno è anche salutare. Il riferimento è alle proprietà nutrizionali contenute nel succo di melograno. Il melograno è ricco di vitamina C e di potassio. Quest’ultima sostanza interviene in molti processi organici, in particolar modo quelli legati alla circolazione sanguigna. Contiene anche molti antiossidanti, che come abbiamo visto aiutano a prevenire il cancro.

Ricette con portulaca ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (4 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...