bg header
logo_print

Insalata di carciofi, un contorno colorato e salutare

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Insalata di carciofi
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 10 min
cottura
Cottura: 00 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (3 Recensioni)

L’insalata di carciofi è un contorno molto gradevole sia alla vista che al palato. Esprime una certa varietà cromatica, un gusto composito e anche una spiccata leggerezza. Il merito va ad una lista di ingredienti salutari che non lascia nulla al caso. Il protagonista della ricetta è comunque il carciofo, uno degli ortaggi più amati, protagonista di molte tradizioni locali (in primis laziali). Il carciofo offre un eccellente apporto nutritivo, il riferimento è soprattutto ai sali minerali, e in particolare al potassio (presente in dosi estremamente abbondanti), al fosforo, al magnesio e al ferro. Spesso la trasformo in un secondo piatto aggiungendo delle scaglie di Grana Padano o Parmigiano reggiano. E’ uno di quei piatti veloci da preparare che adoro! Sul sito trovate tante ricette con i carciofi.

Ricetta insalata di carciofi

Preparazione insalata di carciofi

Per la preparazione dell’insalata la prima cosa da fare e dedicarvi alla pulizia dei carciofi. Eliminate le foglie esterne più dure e la barbetta, poi tagliateli prima a metà e poi a striscioline sottili. Man mano che li tagliate immergeteli in una ciotola con acqua fredda e limone, un accorgimento necessario per evitare che i carciofi anneriscano e producano un sentore amaro

Poi divideteli a metà e rimuovete la barbetta interna, infine tagliateli a fette sottili e immergeteli in acqua e succo di un limone affinché non anneriscano. Ora pulite il radicchio, lavatelo per bene, scolatelo e fatelo a pezzettini. Poi trasferitelo in una insalatiera e unite le fette di carciofo, anch’esse ben scolate.

Aggiungete le coste di sedano ben pulite e tagliate a pezzi, le olive nere e il formaggio in scaglie. Ora occupatevi dell’emulsione. In una ciotola mescolate il succo di limone rimasto, l’olio extravergine di oliva, il prezzemolo ben sminuzzato, la senape e regolate con un po’ di sale e un po’ di pepe. Mescolate per bene il tutto fino ad ottenere una salsina omogenea. Versate questa emulsione sull’insalata, mescolate e portate in tavola in un’insalatiera o servite nei piatti di portata.

Ingredienti insalata di carciofi

  • 4 carciofi mammolette
  • 4 cespi di radicchio trevigiano
  • 2 coste di sedano bianco
  • 100 gr. di olive nere
  • 100 gr. di Grana Padano a scaglie
  • 2 limoni
  • 5 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaino di senape
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • un pizzico di sale e pepe.

Insalata di carciofi e grana, una lista di ingredienti gustosi e salutari

Il carciofo è anche ricco di vitamina A, C ed E. Si segnala anche la presenza di flavonoidi, che esercitano una funzione antiossidante e quindi antitumorale, come il betacarotene, la luteina e  la zeaxantina. Il carciofo è un ortaggio delizioso, ma richiede un po’ di attenzione durante la fase di pulitura. Va pulito dalle foglie più esterne, che sono anche quelle più dure. Le foglie rimanenti vanno spuntate e private della barbetta interna. Fondamentale è anche l’immersione in acqua e limone, che serve ad evitare un annerimento e un inasprimento del sapore.

Tutta la bontà del radicchio trevigiano

Un altro protagonista dell’insalata di carciofi crudi è il radicchio trevigiano. Anche in questo caso stiamo parlando di un ortaggio apprezzato da tutti, versatile e in grado di insaporire molte ricette. Il radicchio di Treviso è particolare in virtù delle sue proprietà nutrizionali e del suo colore. Non si tratta di una questione puramente estetica, infatti il rosso che lo caratterizza dipende dalla presenza delle antocianine, degli antiossidanti presenti anche in altri alimenti rossastri e violacei. Le antocianine riducono lo stress ossidativo, contrastano i radicali liberi e aiutano a prevenire il cancro.

insalata di carciofi

Il radicchio trevigiano, così come le altre varietà di radicchio, è ricco di vitamine e sali minerali. Si segnalano dosi significative di vitamina C e K, nonché di potassio, magnesio, fosforo e lo zinco. Il fosforo sostiene le performance cognitive, invece lo zinco impatta positivamente sul sistema immunitario. In occasione di questa ricetta, il radicchio trevigiano va mondato, lavato e scolato per bene. Dopodichè va tagliato a pezzetti e unito agli altri ingredienti. La presenza del radicchio è giustificata dal suo gusto, dal valore nutritivo e dal contrasto cromatico che crea con i carciofi.

Gli insospettabili benefici delle olive

Anche le olive nere giocano un ruolo di primo piano nell’insalata di carciofi. Lo fanno in termini estetici, visto la loro cromaticità, ma anche in termini di gusto e proprietà nutrizionali. Anzi, da questo punto di vista si difendono molto bene. Il riferimento non è solo alle già citate vitamine e ai sali minerali, bensì agli acidi oleici. Queste sostanze fanno aumentare il computo calorico, ma allo stesso tempo giovano alla salute dell’apparato cardiovascolare. Ad ogni modo le olive nere apportano circa 115 kcal per 100 grammi.

L’insalata di carciofi si arricchisce anche con una delicata emulsione realizzata con l’olio, il limone, la senape e il prezzemolo. Assomiglia al classico salmoriglio, ma presenta qualche sapore in più. Di certo si abbina alla perfezione con i carciofi, il radicchio e le olive. Tra gli ingredienti spicca anche il Grana Padano, che non funge da guarnizione ma partecipa in modo attivo alla composizione dell’insalata, infatti non va grattugiato, bensì tagliato a scaglie e unito agli altri ingredienti. Questi formaggi conferiscono corpo alla preparazione, senza tuttavia stancare. Di base dovrebbe bastare un etto di formaggio per 4 persone, ma in linea di massima – e con moderazione – potreste anche abbondare.

Ricette carciofi ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (3 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Bowl con capesante

Bowl con capesante, come valorizzare il celebre mollusco

Le proprietà del riso venere Il riso gioca un ruolo di fondamentale importanza per la bowl con capesante, infatti funge da base e allo stesso tempo da fonte di carboidrati. Il consiglio è di...

Insalata di tacchino e fagiolini

Insalata di tacchino e fagiolini, una ricetta light...

Perché preferire il tacchino al pollo? Spesso preferire il tacchino al pollo è una questione di gusto, ma non di rado la questione è oggettiva. In questa insalata di tacchino e fagiolini la...

Insalata di abalone

Insalata di abalone, un contorno dal sapore esotico

Un focus sull’abalone Nonostante l’abbondanza di ingredienti, il protagonista di questa insalata rimane l'abalone. E’ un frutto di mare pregiato, in quanto difficile da pescare e situato...