bg header
logo_print

Ghirlanda di pasta sfoglia al salmone, una torta salata per l’Epifania

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Ghirlanda di pasta sfoglia al salmone
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (2 Recensioni)

La Ghirlanda di pasta sfoglia al salmone è una torta salata molto particolare, buona e semplice da preparare. Si contraddistingue per una certa varietà a livello di colori, in quanto interagiscono tra di loro il rosa del salmone, le tonalità dorate della sfoglia cotta al forno, il bianco del formaggio spalmabile e il verde dell’aneto. Consiglio di prepararla per l’Epifania, magari dopo aver onorato – a Natale e a Capodanno – i piatti della tradizione.

Ricetta Ghirlanda di pasta sfoglia al salmone

Preparazione Ghirlanda di pasta sfoglia al salmone

Per preparare la ghirlanda di salmone iniziate dalla pasta sfoglia. Stendete il rotolo su una teglia con carta da forno e applicate sei tagli a raggiera, in modo da ottenere dodici spicchi. Tuttavia, non arrivate mai al bordo in modo che gli spicchi rimangano comunque attaccati tra di loro. Riducete a pezzetti un etto di salmone, poi mettetelo nel frullatore e aggiungete un po’ di aneto tritato (una parte lasciatela per la decorazione), il formaggio spalmabile, il succo di limone, la panna, un po’ di pepe e un po’ di sale. Frullate il tutto fino ad ottenere un composto denso. Applicate dei tagli superficiali dal bordo al centro, uno per ciascun spicchio, poi spalmate la crema.

Ora mettete altra crema al formaggio intorno alla ghirlanda, lasciando un centimetro dai bordi. Poi affettate sottilmente l’altro mezzo etto di salmone e posizionate ciascuna fetta tra uno spicchio e l’altro. Sollevate leggermente gli spicchi, fateli aderire ai bordi e pressateli in modo da assicurarli in quella posizione (guardate la foto per rendervi conto). Posizionate un coppapasta nel buco che si è formato al centro e spennellate la pasta con dell’uovo sbattuto. Infine, cuocete al forno per 20 minuti a 180 gradi. Una volta che la torta è pronta, lasciatela raffreddare. Completate la guarnizione con altra crema di formaggio (inserita in una sac à poche) e guarnite con l’aneto rimasto.

Ingredienti Ghirlanda di pasta sfoglia al salmone

  • 1 rotolo di pasta sfoglia consentita
  • 150 gr. di salmone affumicato
  • 200 gr. di formaggio Exquisa Fresco Cremoso Senza Lattosio
  • succo di mezzo limone
  • 2 cucchiai di panna senza lattosio
  • 1 aneto fresco tritato
  • 1 uovo
  • un pizzico di sale e di pepe.

Ghirlanda di pasta sfoglia al salmone, per finire le feste in bellezza

A mio parere è una preparazione ideale per chiudere in bellezza le festività natalizie. Per quanto concerne la pasta sfoglia, non esitate ad acquistare varianti senza glutine, se soffrite di celiachia. D’altronde, molte farine gluten-free, come quelle di riso e di mais, sono adatte alla preparazione della sfoglia. Tra i sapori di questa torta spicca quello del salmone. E’ uno dei pesci più utilizzati in cucina in quanto gustoso, corposo e versatile.

La sua texture ricorda quella delle carni più tenere, ma con proprietà nutrizionali superiori. Il salmone abbonda di proteine, che rappresentano oltre il 17% della sua struttura. Stesso discorso per il fosforo, che fa bene ai denti, ai capelli e alle facoltà mentali. Il salmone è tecnicamente un pesce grasso, ma i suoi grassi sono “buoni” in quanto appartengono agli acidi grassi omega 3, che giovano al cuore e alla circolazione. Ciononostante, l’apporto calorico non è elevato: siamo sulle 200 kcal per 100 grammi. In occasione di questa ricetta il salmone interviene in due fasi distinte: la preparazione del ripieno cremoso e del ripieno solido. Nel primo caso va frullato insieme ad altri ingredienti, nel secondo caso va tagliato a fette e sistemato sulla pasta sfoglia. Il salmone deve essere affumicato e già pronto al consumo. Ad ogni modo, l’ampio passaggio al forno garantirà un’ulteriore cottura.

Un ripieno davvero perfetto

Il ripieno della ghirlanda salata di Natale, quello cremoso almeno, è dato da una purea di salmone, panna, formaggio cremoso, succo di limone e aneto. Ingredienti a prima vista troppo diversi l’uno dall’altro, ma che in realtà danno vita a sapori molto gradevoli e corposi al punto giusto. Per quanto concerne il formaggio, vi consiglio di affidarvi a uno spalmabile di qualità, capace di imporsi in termini di gusto e dalla texture regolare. Io utilizzo i formaggi cremosi di Exquisa, che sono realizzati con le migliori materie prime e senza l’impiego di conservanti. Se soffrite di intolleranza al lattosio potete optare per il formaggio Exquisa fresco cremoso senza lattosio. Le differenze rispetto alla versione originale, non delattosata, sono minime e quasi impercettibili.

Ghirlanda di pasta sfoglia al salmone

Anche perché il processo di delattosamento è assolutamente naturale e non compromette la qualità del prodotto. In questo processo si applica al latte l’enzima lattasi, che scompone il lattosio in glucosio e galattosio, delle sostanze digeribili anche da chi soffre di intolleranza. Un analogo ragionamento va fatto per la panna. Di base, è off limits per gli intolleranti al lattosio, mentre nella pratica è possibile utilizzare la panna lactose-free. Tra gli ingredienti del ripieno di questa torta salata vi è il succo di limone. Ma cosa c’entra il limone in una preparazione a base di formaggio, panna e salmone? In realtà garantisce un certo equilibrio in termini di sapori non apportando forti sentori aciduli (a meno di non abbondare con le quantità).

Le principali proprietà dell’aneto

La Ghirlanda di pasta sfoglia al salmone gioca tutto sugli ingredienti principali: sfoglia, formaggio spalmabile e panna. Infatti, la presenza di spezie è ridotta al solo aneto. Si tratta di un’erba aromatica utilizzata non solo in cucina, ma anche nella medicina naturale grazie ad alcune proprietà specifiche di carattere terapeutico. In particolare, l’aneto è in grado di risolvere i problemi gastrointestinali meno gravi. Inoltre, contribuisce alla guarigione di coliche, stitichezza, meteorismo. Il motivo di ciò risiede nell’apporto di sostanze specifiche e nella presenza di fibre abbondanti. L’aneto è anche molto profumato, e infatti aiuta a risolvere i casi più ostici di alitosi.

La ricetta è sostanzialmente priva di grassi aggiunti, quindi niente olio e burro. Ciò la rende abbastanza leggera, nonostante l’abbondanza di ingredienti. L’unico alimento che potrebbe far pensare a un eccessivo apporto calorico è l’uovo. Tuttavia ne va utilizzato solo uno, da spennellare sulla superficie della pasta per renderla lucida.

Ricette con formaggio cremoso ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Torta con pere e cioccolato

Torta con pere e cioccolato, una delizia per...

Le proprietà della pera abate La torta con pere e cioccolato propone un modo diverso di utilizzare le pere. Innanzitutto occorre saperle scegliere. Per l’occasione vi consiglio le pere abate, che...

Crostini di foie gras

Crostini di foie gras, l’antipasto elegante per Capodanno

Perché è meglio usare la baguette? Quale pane utilizzare per i crostini di foie gras? Stiamo parlando di una specialità francese, dunque la baguette è d’obbligo, tra l’altro la baguette si...

Roscon de Reyes

Roscon de Reyes, per un’Epifania alla spagnola

Un impasto davvero particolare L’impasto del Roscon de Reyes è molto particolare e diverso dagli impasti a cui siamo abituati. Tuttavia è un impasto ricco di glutine, in quanto realizzato con...