bg header
logo_print

Crema di nocciole o nocciolata per una farcitura deliziosa

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Crema alle nocciole o nocciolata
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 30 min
cottura
Cottura: 00 ore 15 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
4.6/5 (7 Recensioni)

Crema di nocciole per torte o per merenda?

La crema di nocciole, o nocciolata che dir si voglia, è una delle creme più buone che possiate mai assaggiare. E’ un’alternativa più che valida alle creme che si acquistano al supermercato, infatti è del tutto priva di olio. Ciò compromette la durata nel tempo, che non va oltre le tre settimane, ma sono sicura che finirà molto prima. Inoltre, la crema che vi presento oggi contiene molto meno zucchero, che corrisponde al 15-20% dell’intera ricetta. Come consumare la crema con nocciole? Potete ovviamente sbizzarrirvi. Io la utilizzo in pasticceria la crema alla nocciola per farcire torte di pasta frolla e dolci vari come la millefoglie . Una preparazione davvero gustosa, una variante che certamente vi lascerà soddisfatti. A me capita spesso di prepararla, soprattutto quando ricevo gli amici.

Tuttavia, è buona anche sul pane abbrustolito o come base per preparare altre creme più complesse. Ovviamente è deliziosa anche da sola.

Come si fa la crema di nocciole in casa? La ricetta della crema di cioccolato e nocciole in sé è molto semplice, infatti si tratta di frullare tutti gli ingredienti. Occorre tuttavia seguire un ordine preciso. Si inizia con lo zucchero e le nocciole, in modo da creare la cosiddetta pasta di nocciole, poi si aggiunge il cioccolato, e infine il latte e il cacao. Questi ultimi due ingredienti vanno alternati, in quanto tendono a produrre grumi. Importante è anche la fase finale della pastorizzazione. Nello specifico, la crema va inserita in un contenitore e cotta a bagnomaria per una decina di minuti. La crema, per inciso, si conserva non già in dispensa bensì in frigorifero. Ciò significa che dovrete prelevarla una buona mezz’ora prima dell’utilizzo, in modo che assuma la consistenza adatta, in alternativa potete scaldarla leggermente.

Ricetta della crema alla nocciola o nocciolata

Preparazione crema di nocciole o nocciolata

Come si prepara la crema alla nocciola? Per preparare la crema alle nocciole iniziate polverizzando lo zucchero in un frullatore. Poi unite le nocciole e frullate ancora, azionando il dispositivo alla massima velocità. Dopo pochi minuti otterrete una sorta di granella, poi continuate a frullare fino ad ottenere una pasta compatta e poi una crema molto densa. In questo modo avrete realizzato la pasta di nocciole. A questo punto sarà tutto più facile. Ora non rimane che aggiungere gli altri ingredienti e continuare a frullare. Iniziate dal cioccolato fondente tagliato a pezzettini, poi proseguite con il latte e il cacao.

Questi ultimi vanno però alternati: prima tre cucchiai di latte e poi un cucchiaino di cacao, ripetendo l’operazione e intervallando le varie fasi con un paio di minuti di frullatore. Lo scopo è quello di creare una crema lucida e omogenea, priva di grumi. Una volta ottenuta questa crema, va pastorizzata in modo che duri a lungo. Versate la crema in  un contenitore di vetro a chiusura ermetica e cuocetela a bagnomaria senza coperchio per 10 minuti circa, mescolando alla bisogna. Infine, fatela intiepidire e riponetela in frigo fino al suo utilizzo. La crema si conserva bene pere un paio di settimane. La crema di nocciole e cioccolato andrà a ruba!

Ingredienti crema di nocciole o nocciolata

  • 120 gr. di nocciole
  • 150 gr. di cioccolato fondente
  • 120 gr. di zucchero integrale di canna
  • 200 gr. di latte di nocciola
  • 20 gr. di cacao amaro in polvere.

Quali nocciole utilizzare?

L’ingrediente principale della crema spalmabile è la nocciola. Definita come la “regina” della frutta a guscio, vista che è quella universalmente più apprezzata. Nondimeno, è oggetto di qualche pregiudizio, che riguarda soprattutto l’impatto sulla salute. La nocciola è grassa? Ovviamente sì, ma i suoi grassi sono benefici e giovano soprattutto al cuore. La nocciola fa male alla salute? Assolutamente no perché, a parte l’apporto calorico “importante” (630 kcal per 100 grammi), è ricca di vitamine e sali minerali. 

Crema alle nocciole o nocciolata

Il riferimento è in particolare alla vitamina E, che esercita proprietà antiossidanti e aiuta a prevenire la formazione del cancro. Buono è anche l’apporto di fosforo e magnesio, che donano energia e aiutano a mantenersi concentrati. Quale nocciola utilizzare? Le varietà sono tante, tuttavia vi consiglio di utilizzare la nocciola tribolata, che in genere contiene pochi grassi ed è sufficientemente tenera da favorire il passaggio in frullatore. E’ inoltre molto aromatica, nonché ideale per la preparazione di creme. La tribolata più famosa è la Tonda Gentile del Piemonte, che da tempo ha acquisito il marchio IGP.

Il ruolo del cioccolato fondente

Una differenza importante tra la crema fatta in casa e quella che si compra abitualmente al supermercato è la presenza del cioccolato fondente, che compensa le dosi ridotte di cacao. Il cioccolato fondente aggiunge un retrogusto amarognolo e un aroma intenso, tale da valorizzare soprattutto gli impasti ordinari come, per quello dei ciambelloni. La presenza del cioccolato fondente e più in generale del cacao è importante anche sotto l’aspetto nutrizionale. Certo, sono molto calorici (il fondente viaggia sulle 530 kcal per 100 grammi), ma di contro apportano varie sostanze antiossidanti, che fanno bene all’organismo sotto molti punti di vista. Inoltre, aiutano a risollevare l’umore, agendo persino da blandi antidepressivi.

Che il cioccolato renda felici fa parte del sapere comune, ma di recente ha trovato una definitiva conferma scientifica. Ma quale cioccolato fondente utilizzare? D’altronde ce ne sono di diversi tipi. Il consiglio è di puntare sul cioccolato fondente al 70%, che è quello più equilibrato in quanto contiene poco zucchero e non è poi così amaro.

Perché abbiamo optato per il latte di nocciola?

La crema di nocciola richiede anche una certa quantità di latte. Di norma è possibile utilizzare il normale latte vaccino, tuttavia vi consiglio di utilizzare il latte di nocciola. I motivi sono due: in primo luogo si aggiungono ulteriori sentori di nocciola, valorizzando ancora di più la crema. Secondariamente, si rende la crema accessibile anche agli intolleranti al lattosio, oltre che senza glutine, infatti la nocciola non contiene nessuna sostanza non idonea allo scopo.

L’unico vero difetto di questo latte a è l’apporto calorico, che è superiore a quello del latte normale. Per il resto, fa bene alla salute in quanto commuta buona parte delle proprietà nutrizionali dal frutto vero e proprio. Dunque, abbonda di vitamina E, fosforo, magnesio, grassi benefici e altri importanti oligoelementi. Basta non esagerare con le dosi, anche perché si rischia di creare una crema poco bilanciata.

Con questa golosa crema nocciole e cioccolato potete preparare il Pan brioche e nocciolata (o crema di nocciole). E’ una delle poche ricette di pasticceria che possono essere definite sia gourmet che “alla portata di tutti”. Il dolce esprime una certa eleganza, ma è anche semplice da preparare. La torta è deliziosa ed è valorizzata da un impasto morbido, in cui tutti gli ingredienti emergono chiaramente e non si coprono l’un l’altro.

E’ una delizia che si può preparare in vari modi. Una ricetta crema di nocciole senza cioccolato la trovate su Casa&Giardino. Si può fare la crema con pasta di nocciole. La pasta di nocciole come si fa?  Leggete la ricetta su Alimentipedia.

Ricette con crema di nocciole ne abbiamo? Certo che si!

4.6/5 (7 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

ghriba bahla

I ghriba bahla, deliziosi biscotti alle mandorle marocchini

Il modo migliore per gustare i ghriba bahla I ghriba bahla sono biscotti alle mandorle tendenzialmente morbidi e versatili. Sono ottimi da soli, ma anche in accompagnamento al caffè, cioccolata...

Torta fredda allo yogurt senza glutine

Torta fredda allo yogurt senza glutine, il dessert...

Un focus sullo yogurt greco Il vero protagonista di questa torta fredda è lo yogurt, e per la precisione lo yogurt greco. Questa tipologia di yogurt spicca per la consistenza importante e...

Panna cotta al cioccolato

Panna cotta al cioccolato: una ricetta facile che...

Quale cioccolato scegliere? Il cioccolato gioca un ruolo fondamentale in questa variante di panna cotta. Il suo ruolo è quello di aggiungere aroma al dessert, garantendo una maggiore profondità...