bg header
logo_print

Lasagne al salmone, una ricetta per stupire i commensali

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Lasagne al salmone
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
4.6/5 (5 Recensioni)

Lasagne al forno con salmone, una variante davvero gustosa

Oggi vi presento le lasagne al salmone, una variante delle classiche lasagne, nonché un primo piatto in grado di incarnare lo spirito della cucina italiana. Le differenze sono principalmente a livello di ingredienti. Al posto del classico ragù, che farcisce le lasagne tradizionali, troviamo alcuni strati di salmone, sia fresco che affumicato. Il salmone è per natura un pesce grasso e in grado di sprigionare gustosi succhi, dunque è adatto per farcire le lasagne senza comprometterne la cremosità. La besciamella è all’apparenza simile, ma è realizzata con l’amido di tapioca, che garantisce alcune note esotiche e rustiche allo stesso tempo. Inoltre, la pasta fresca non è una pasta qualsiasi. Per la ricetta, infatti, consiglio le lasagne all’uovo fresche di Armando de Angelis, un pastificio che interpreta le tradizioni italiane con rispetto e creatività.

Ricetta lasagne con salmone fresco:

Preparazione lasagne al salmone

Come fare le lasagne al salmone? Per preparare le lasagne al forno al salmone iniziate dai porri. Puliteli, fateli a cubetti e rosolateli in una padella con l’olio d’oliva e l’alloro. Aggiungete il salmone fresco (ben spinato e fatto a pezzi) e il salmone affumicato. Infine, mettete un po’ di sale e portate a cottura (bastano 5 minuti).

Nel frattempo preparate la besciamella. In un pentolino versate il burro, accendete a fiamma bassa e fatelo sciogliere. Poi unite l’amido di tapioca e fatelo cuocere per un paio di minuti, mescolando con una frusta.

Ora aggiungete il latte a temperatura ambiente, un pizzico di noce moscata, regolate di sale e lasciate cuocere per altri 5 minuti senza smettere di mescolare. Infine componete le lasagne. Cospargete di burro il fondo di una pirofila, poi alternate strati di sfoglia all’uovo con il salmone e strati di besciamella, fino a quando non terminate tutti gli ingredienti. Per concludere, cospargete la superficie delle lasagne con il pecorino grattugiato. Cuocete al forno a 200 gradi per 20 minuti et voilà le lasagne al salmone sono pronte. Servite le lasagne ben calde.

Ingredienti lasagne al salmone

  • 180 gr. di lasagne all’uovo fresche Armando De Angelis
  • 60 gr. di porri
  • 200 gr. di salmone fresco
  • 30 gr. di salmone affumicato
  • 6 dl. di latte consentito
  • 50 gr. di burro chiarificato
  • 50 gr. di amido di tapioca
  • 40 gr. di pecorino romano grattugiato
  • 1 foglia di alloro
  • un pizzico di noce moscata
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un pizzico di sale.

Questa azienda vanta quasi quarant’anni di esperienza, durante i quali ha saputo ritagliarsi uno spazio non solo a livello locale (nel Veneto), ma anche nel resto d’Italia. Il pregio di De Angelis è la capacità di abbinare la creatività con gli antichi sapori, senza tradire questi ultimi. La qualità delle materie prime è eccellente, così come i processi di produzione. Per esempio, tutta la pasta è trafilata in bronzo. In questo modo può mantenersi liscia e accogliere i gusti in modo equilibrato e uniforme. Di base, le lasagne fresche all’uovo di Armando De Angelis sono realizzate con la semola di grano duro. Tuttavia, mette a disposizione anche una versione senza glutine, a uso e consumo degli intolleranti a questa sostanza e dei celiaci. Questa tipo di lasagna all’uovo può essere utilizzata direttamente senza essere sbollentata.

I pregi del salmone

L’elemento che meglio caratterizza le lasagne è proprio il salmone. Anzi, è l’ingrediente che emerge di più a livello di sapore e anche di colore, se si considera l’impatto “cromatico” che esercita sul risultato finale. Non è un dettaglio da poco, infatti il salmone è uno dei pesci migliori in circolazione, sia sotto il profilo gastronomico che dal punto di vista nutrizionale. Le sue carni sono tenere e si prestano a molti i metodi di cottura. Il sapore delicato, e allo stesso tempo complesso, si fa apprezzare da tutti i palati. E’ un pesce grasso, ma i suoi grassi sono benefici. E’ infatti ricco di omega tre, che giovano alla salute del cuore e della circolazione. In ogni caso, l’apporto calorico è alto rispetto agli altri pesci, ma non rispetto agli altri alimenti proteici in generale (circa 200 kcal per 100 grammi).

Ottimo è anche l’apporto di sali minerali. Il riferimento è al fosforo, che giova alla memoria. Ovviamente il salmone non manca di proteine. Con i suoi 17 grammi di proteine ogni 100, non fa rimpiangere le più nutrienti carni rosse. In occasione di questa ricetta, il salmone va adeguatamente preparato (quello fresco dev’essere spinato) e cotto in un leggero soffritto di porri. Infine, va posizionato a strati, tra le lasagne e la besciamella, come si farebbe con il ragù nelle lasagne “normali”.

Lasagne al salmone

Una besciamella davvero particolare

In una ricetta base di lasagne, benché al salmone, non può mancare la besciamella. D’altronde, stiamo parlando di una preparazione in grado di insaporire e di legare, e che si rivela davvero versatile. Inoltre, compare in molte ricette che vanno oltre i primi di pasta. Per l’occasione, vi propongo una besciamella particolare, a uso e consumo dei celiaci, ma gustosa anche per chi non soffre di allergie o intolleranze alimentari. La sua peculiarità risiede nell’amido di tapioca, che sostituisce la classica farina. L’amido di tapioca ha il pregio di essere senza glutine, ma apporta numerosi benefici. In primo luogo, ha un sapore esotico ma anche rustico. In questo modo la besciamella sà un po’ meno di farina, e quindi si integra ancora più efficacemente con gli altri ingredienti. Questa qualità, inoltre, permette di aumentarne le dosi, e quindi rendere la besciamella ancora più cremosa.

L’amido di tapioca, poi, è un toccasana per l’apparato digerente, infatti contiene tante fibre, che permangono anche in seguito alla macinazione. In generale nutre la flora intestinale, eliminando i batteri nocivi e ottimizzando l’assorbimento degli zuccheri. Una buona notizia, questa, soprattutto per i diabetici. Per il resto, la besciamella viene realizzata “normalmente”, quindi con il contributo del burro e del latte. Il burro deve essere chiarificato, in quanto resiste meglio alle elevate temperature. Il latte, invece, può essere anche delattosato, in modo da poter essere consumato anche dagli intolleranti al lattosio. Il processo di delattosamento non incide né sul gusto né sulle proprietà nutrizionali dell’alimento.

Per un occasione importante puoi pensare ad arricchire questo piatto. Le lasagne con il salmone e verdure sono un’alternativa alle classiche lasagne. Consiglio di preparare questo primo piatto a Natale, in quanto permette di rispettare la tradizione e di offrire qualcosa di nuovo. Inoltre premia l’elemento ittico, che predomina durante le feste natalizie. Un altro motivo per dare una chance a questa ricetta è la sua semplicità, infatti risulta anche più facile rispetto alla ricetta base fatta con il ragù. Il ragù, che è la componente su cui molti trovano difficoltà, è sostituito da un soffritto di verdure, salmone e di gamberi. Il risultato è ottimale e non presta il fianco a errori grossolani.

Ricette salmone ne abbiamo? Certo che si!

4.6/5 (5 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gnocchi alla sorrentina

Gnocchi alla sorrentina: una ricetta a base di...

Gnocchi alla sorrentina, le differenze con la ricetta originale riguardano i formaggi Le differenze più importanti tra questi gnocchi e gli gnocchi alla sorrentina tradizionali consistono nei...

Caserecce con pesto di kale

Caserecce con pesto di kale, un primo rustico...

Cosa sapere sul cavolo riccio Il protagonista di queste caserecce è il pesto di kale, o di cavolo riccio. E’ un pesto particolare e un po’ meno aromatico rispetto al pesto con foglie di...

Zuppa di asparagi

Zuppa di asparagi, un primo colorato e gustoso

Un focus sugli asparagi I protagonisti di questa zuppa sono ovviamente gli asparagi. Gli asparagi esprimono una bella tonalità di verde, d’altronde si utilizza un mazzo intero, che equivale a...