bg header
logo_print

Cookies con farina di cladodi, dei biscotti davvero speciali

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Cookies con farina di cladodi
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (3 Recensioni)

Il prezioso contributo del fondente

Il ruolo che le gocce di cioccolato fondente giocano nella ricetta dei cookies con farina di cladodi è più importante di quanto possiate immaginare. Infatti, non fungono da decorazione, ma partecipano attivamente all’impasto. Ovviamente, vanno inserite quasi a fine preparazione, quando il grosso degli ingredienti sono già stati integrati ed amalgamati.

In generale, la loro presenza arricchisce questi biscotti, senza mettere in secondo piano quello che è il loro scopo principale, ossia offrire sentori inediti, che rievocano l’esotico. Il cioccolato fondente, tra l’altro, non incide granché sull’apporto calorico dei biscotti, infatti la ricetta propone dosi davvero limitate, pari a 40 grammi ogni 14-15 pezzi. Niente che possa minacciare la nostra linea, anche considerando l’elevato contenuto calorico del cioccolato fondente, che supera ampiamente le 500 kcal per 100 grammi.

Ricetta cookies con farina di cladodi

Preparazione cookies con farina di cladodi

Per preparare i deliziosi cookies con farina di cladodi (o pale di fichi d india) dovrete preriscaldare il forno a 230 gradi. Preparate ora la pasta frolla. In una ciotola versate la farina di cladodi, la farina di amaranto e un po’ di olio di oliva. Mescolate per bene, poi integrate le uova, un cucchiaino di bicarbonato, lo sciroppo d’acero e un pizzico di sale. Mescolate ancora fino a ricavare un impasto uniforme e liscio, ma non appiccicoso.

A questo punto integrate le gocce di cioccolato e fatele amalgamare all’impasto. Ricavate dall’impasto 14 biscotti, che dovrebbero avere la dimensione di piccole palline e trasferiteli su una teglia già cosparsa di olio. Ora non vi rimane che cuocere i biscotti per circa 12 minuti. Infine, fateli raffreddare e servite.

Ingredienti cookies con farina di cladodi

  • 250 gr. di farina di amaranto
  • 100 gr. di farina di cladodi
  • 2 uova
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 50 gr. tazza di sciroppo d’acero
  • 150 ml. olio extravergine di oliva
  • 40 gr. di gocce di cioccolato fondente.

Cookies con farina di cladodi, dei dolcetti inediti

I cookies con farina di cladodi sono dei biscotti speciali, realizzati con una farina innovativa, che solo di recente ha fatto la sua comparsa nel mondo gluten-free. Sto parlando della farina di cladodi, nota anche come farina di pale di fico d’india . Può sembrare strano, ma dalle pale di fico d’India, se ben trattate, è possibile ottenere una farina squisita, molto nutriente e assolutamente senza glutine. Il sapore è diverso da qualsiasi altra farina alternativa che abbiate mai assaggiato, in quanto dona qualche sentore del frutto ed è molto più aromatica. Nondimeno, si sposa con gli ingredienti tradizionalmente utilizzati nella cucina dolciaria, come il cioccolato. Per quanto concerne le proprietà nutrizionali, si apprezza una quantità di grassi minima e una certa abbondanza di vitamine e sali minerali.

Con le pale del fico d’india si possono preparare gustose ricette come l’ insalata di pale di fichi d’India (o insalata di nopal). E’ un’insalata fuori dal comune, pensata per allietare il palato e risultare gradevole alla vista, oltre che stupire i propri commensali. Il motivo di ciò risiede nella presenza delle pale di fico d’India. Con il termine “pale” si intende l’arbusto della pianta del fico d’India, che si estende in sezioni piatte e ampie ricoperte di spine.

Una vera scoperta per me!

Anche le fibre abbondano, visto il trattamento equilibrato cui vengono sottoposte le pale. In quanto a resa, la farina di cladodi non riserva sorprese. E’ comunque bene abbinarla ad altre farine, in modo da produrre impasti equilibrati. In questo caso, consiglio di optare per la farina di amaranto. Essa, infatti, ha un sapore abbastanza familiare da smorzare i toni “estremamente esotici” delle pale dei fichi d’india . Per inciso, la farina di amaranto è salutare ed è senza glutine. Inoltre è ricca di fibre, di oligoelementi e persino di un alto contenuto di proteine (almeno rispetto alle altre farine). Per quanto concerne le proporzioni, la ricetta impone che la farina di amaranto superi quella di cladodi. Grazie al contributo di queste farine otterrete dei biscotti dal sapore speciale. L’impasto, per il resto, è realizzato con ingredienti semplici, come le uova. Si segnalano anche elementi particolari, come lo sciroppo d’acero e le gocce di cioccolato fondente.

Cookies con farina di cladodi

A prescindere da ciò, il cioccolato fondente merita di essere integrato nelle ricette dolciarie. Non è solo buono, ma a suo modo è anche salutare. In primo luogo, pur essendo più calorico rispetto agli altri tipi di cioccolato, è quello che contiene meno zuccheri. Secondariamente apporta alcune sostanze antiossidanti, che proteggono anche il cuore e la circolazione sanguigna. Il cioccolato fondente, poi, fa bene all’umore e aiuta il percorso di guarigione da lievi stati depressivi. Che il cioccolato fondente renda “felici” è una verità che tutti abbiamo sperimentato in prima persona, ma che di recente ha trovato conferma in alcuni studi scientifici.

Lo sciroppo d’acero, un aroma perfetto

Anche lo sciroppo d’acero viene utilizzato nell’impasto dei cookies con farina di cladodi. Una presenza che desta stupore, visto che tale ingrediente è considerato un condimento per dolci, piuttosto che un elemento dell’impasto. Pensiamo solo ai pancake, che secondo  la tradizione americana vanno arricchiti proprio con lo sciroppo d’acero. Va ricordato, però, che stiamo parlando di una sostanza dolcificante che può essere impiegata in sostituzione dello zucchero. E’ proprio questo il ruolo nei cookie con farina di cladodi. Al di là di queste considerazioni lo sciroppo d’acero merita una certa rivalutazione. Non solo è buono, ma è anche nutriente. E’ infatti ricco di sali minerali, tra cui spicca il potassio, il calcio e il ferro.

Il potassio interviene in molti processi che coinvolgono la circolazione. Il calcio giova alle ossa e riduce l’insorgenza di patologie dell’apparato scheletrico. Il ferro, infine, regola l’ossigenazione del sangue e attenua i sintomi dell’anemia. Lo sciroppo d’acero contiene anche l’acido malico, che si trova principalmente nella buccia della mela. Si tratta di una sostanza benefica, in quanto aiuta a prevenire malattie potenzialmente fatali, come infarti e ictus. Lo sciroppo d’acero esercita alcune proprietà benefiche. E’ infatti energizzante, vista la quantità di zucchero, inoltre riduce l’assorbimento dei grassi e favorisce l’utilizzo di quelli esistenti (attività fondamentale nei processi di dimagrimento). Il consumo di sciroppo d’acero fa aumentare la glicemia a un ritmo molto inferiore allo zucchero normale. Senz’altro una buona notizia per i diabetici e per chi vuole dimagrire, visto che la glicemia è connessa al senso della fame.

Ricette con fichi d’india ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (3 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Gulab jamun

Gulab jamun, i dolcetti al latte della tradizione...

Un impasto fuori dal comune L’impasto dei gulab jamun è fuori dal comune per almeno due motivi. In primo luogo perché viene valorizzato dal cardamomo, una spezia che raramente compare negli...

Mousse di granadilla

Mousse di granadilla, un dessert per viaggiare con...

Cosa sapere sulla granadilla Vale la pena parlare della granadilla, che è l’ingrediente principale di questa deliziosa mousse. Inizio col dire che è un frutto raro a tutti gli effetti,...

ghriba bahla

I ghriba bahla, deliziosi biscotti alle mandorle marocchini

Il modo migliore per gustare i ghriba bahla I ghriba bahla sono biscotti alle mandorle tendenzialmente morbidi e versatili. Sono ottimi da soli, ma anche in accompagnamento al caffè, cioccolata...