bg header
logo_print

Plumcake con fichi e Skyr, una merenda perfetta

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

plumcake con fichi e Skyr 
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 01 ore 00 min
cottura
Cottura: 01 ore 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
5/5 (1 Recensione)

Un dolce gustoso e nutriente per la merenda.

Il plumcake con fichi e Skyr è un’idea gustosa e genuina per una merenda che possa allietare i pomeriggi e consentire di recuperare le energie, o placare il senso della fame tra i due dei pasti principali. La ricetta è abbastanza semplice, e assomiglia a quella del plumcake, uno dei dolci più facili e apprezzati in assoluto. Il dolce presenta alcuni tratti peculiari, specie nella lista degli ingredienti. Basta guardare all’impasto, realizzato con la farina di riso e la farina di tapioca. Questo tipo di farine sono considerate “alternative” in quanto senza glutine. Il dolce, quindi, può essere consumato anche dai celiaci e da chi soffre di intolleranze alimentari dovute al glutine.

I pregi di questi due alimenti non finiscono qui, infatti la farina di riso spicca per la sua delicatezza, per una quantità minore di grassi e per un gusto più apprezzabile e riconoscibile. E’ anche ricca di sali minerali e vitamine, più della maggior parte delle farine cerealicole. Infine è ricca di amido, molto utile per preparare un impasto. Anche la tapioca è ricca di amido. Il suo contributo rende il dolce ancora più soffice e gli conferisce una texture davvero gradevole al palato. Per il resto è una fonte inestimabile di oligoelementi. Contiene il fosforo, che fa bene alle facoltà mentali, e il calcio, che giova alle ossa. Ottimo è anche l’apporto di ferro, che regola l’ossigenazione del sangue, di potassio e di zinco. L’apporto calorico è simile a quello delle altre farine, pari a circa 360 kcal.

Ricetta plumcake con fichi e Skyr 

Preparazione plumcake con fichi e Skyr 

Per realizzare il plumcake con fichi e Skyr  iniziate proprio dai fichi. Lavateli, sbucciateli e tagliate la polpa a pezzetti, poi poneteli in una ciotola. Unite il succo e la scorza di metà limone, poi mescolate con cura e lasciate raffreddare in frigorifero. In una planetaria versate le uova e lo sciroppo, poi montate il tutto con le fruste elettriche per almeno 5 minuti. Dovreste ottenere un composto molto spumoso. Poi aggiungete l’olio a filo e montate ancora. Integrate lo Skyr e la scorza dell’altra metà del limone. Alla fine integrate le farine (di riso integrale e di mandorle), l’amido e il lievito.

Ora aggiungete il composto di fichi (con il succo) e mescolate a mano con estrema delicatezza. Intanto preriscaldate il forno a 180 gradi. Foderate uno stampo da plumcake con la carta da forno inumidita e ben strizzata. Versate l’impasto e livellatelo con una spatola o un cucchiaio. Cuocere in forno per 55 minuti, poi infilate uno stecchino per verificare la cottura, se risulta umido continuate a cuocere per altri 10 minuti. Sfornate il tortino e fatelo raffreddare, infine decorate con farina di cocco a piacere. Potete completare anche con dei frutti di bosco. Il tortino con Skyr e fichi si conserva un frigo per 3 giorni al massimo.

Ingredienti plumcake con fichi e Skyr 

  • 100 gr. di farina di riso integrale
  • 30 gr. di tapioca
  • 60 gr. di farina di mandorle
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 4 o 5 fichi freschi
  • succo di 1 limone
  • 210 gr. di Skyr Exquisa al naturale
  • 3 uova
  • 70 gr. di sciroppo di yacon
  • scorza di 1 limone biologico
  • 110 gr. di olio di riso.q. b. di farina di cocco (per decorare).

Un focus sullo Skyr

L’impasto del plumcake con fichi e Skyr  è particolare proprio perché contiene lo Skyr. Con questo termine si indica un latticino di origine islandese. Dal punto di vista tecnico è un formaggio in quanto preparato con il caglio, mentre come densità e sapore è simile a uno yogurt greco. Il sapore è gradevole (a metà strada tra il dolce e il salato), la consistenza è liquida e cremosa, mentre l’apporto calorico è basso.

Anche le proprietà nutrizionali sono simili a quelle di molti yogurt. E’ ricco di proteine, calcio e vitamina D. Lo Skyr è utile anche per equilibrare la flora intestinale e aiutare la digestione. Per questa ricetta consiglio di utilizzare lo Skyr al naturale di Exquisa. Exquisa è stata una delle prime aziende alimentari ad importare questo latticino in Italia, adattando al meglio la ricetta con i gusti e la sensibilità mediterranea.

plumcake con fichi e Skyr 

Cos’è lo sciroppo di yacon?

Non esiste torta senza componente dolce e il plumcake con fichi e Skyr non fa eccezione. Ma quale ingrediente utilizzare per garantire il sapore dolce? In questo caso è bene fare una scelta un po’ audace, abbandonando il classico zucchero. La lista degli ingredienti, infatti, comprende lo sciroppo di yacon.

Si tratta dello sciroppo ricavato dall’omonimo tubero, originario delle Ande. Lo sciroppo di yacon è utile in quanto limita l’aumento di zuccheri nel sangue. Un’ottima notizia per i diabetici, ma anche per chi sta cercando di dimagrire. A tal proposito vi ricordo che il livello di zuccheri nel sangue è correlato a un più precoce senso della fame.

Lo sciroppo di yacon ha anche un altro pregio: è poco calorico. Se lo zucchero supera i 330 kcal per 100 grammi, lo sciroppo di yacon raggiunge con fatica le 280. Se si considera, poi, che basta veramente poco sciroppo per dolcificare, si comprende quanto possa essere utile in una ricetta come questa.

Tutta la bontà dei fichi

I fichi completano l’impasto di questo plumcake , infatti non vengono utilizzati come ripieno, ma come elemento dell’impasto. Il risultato è straordinario, anche perché conferiscono spessore e dolcezza al tortino stesso. Tra l’altro, sono anche dei frutti preziosi. Nonostante vengano considerati troppo calorici, il loro apporto di calorie non va oltre le 70 kcal per 100 grammi. Un valore più alto della media, ma meno rispetto ad altri frutti tropicali come la banana, che supera le 90 kcal.

Per il resto i fichi sono ricchi di principi nutritivi. Si contano buone dosi di potassio, calcio e ferro. La presenza del ferro mantiene il sangue ben ossigenato e non è scontata in un frutto zuccherino. Si segnalano anche buone dosi di vitamine del gruppo B, di vitamina A e di vitamina C. Quest’ultima aiuta il sistema immunitario a difenderci dalle infezioni virali e batteriche.

Il fico in sé è un frutto particolare, sembra più un dolce da dessert che un frutto. La consistenza è in genere morbida e pastosa, con un sentore zuccherino che va dal marcato al dominante. Le dimensioni sono contenute anche se estremamente variabili. La lunghezza si pone comunque nell’intervallo dei 4-7 cm. La buccia può essere tendente al verde o al viola scuro e più raramente tende al rosso.

Ricette con fichi ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (1 Recensione)
Riproduzione riservata
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Torta fredda ai biscotti

Torta fredda ai biscotti: a metà tra torta...

Una base che ricorda le cheesecake Tra i punti di forza di questa torta fredda ai biscotti c’è la capacità di attingere a piene mani dalla tradizione. Lo si nota dalla base, che riprende quella...

Granita al tamarindo

Granita al tamarindo, la ricetta ottima per la...

Un focus sul tamarindo Il tamarindo, usato per preparare questa deliziosa granita, è un frutto esotico originario delle zone tropicali dell’Africa Orientale e dell’Asia. Dalle nostre parti non...

Torta di anguria

Torta di anguria, un dessert alla frutta fresco...

Un dessert ricco di frutta Più che una torta di anguria questa è una torta di frutta, infatti oltre all’anguria troviamo frutti esotici come l'ananas e il kiwi, che spiccano per le tonalità...