Capesante con gamberi e zucchine, una vera delizia

Capesante con gamberi e zucchine
Commenti: 2 - Stampa

Capesante con gamberi e zucchine,  piatto raffinato dal sapore rustico

Le capesante con gamberi e zucchine gratinate riuniscono eccellenti ingredienti di mare e di terra. Nello specifico, le capesante e i gamberi con le zucchine e varie erbe aromatiche. La ricetta è semplice, dunque consente di ottenere il massimo – anche in termini estetici – con il minimo sforzo. Possono essere considerate un secondo leggero e, a seconda della grandezza delle capesante, un antipasto molto corposo. I protagonisti della ricetta sono ovviamente le capesante. Esse figurano tra i molluschi più amati in cucina, anche in virtù della loro elegante conchiglia, che conferisce un aspetto gradevole ai piatti. Inoltre, sono semplicemente squisite e godono di ottime proprietà nutrizionali.

I grassi che contengono sono considerati “buoni”, il riferimento è soprattutto agli  acidi grassi omega tre, che giovano all’apparato cardiocircolatorio, alla vista e al sistema nervoso centrale. Ricco è anche il bagaglio di sali minerali e in particolare di fosforo, un elemento che potenzia le funzioni cognitive. L’unico vero difetto delle capesante risiede nella quantità di sodio, che è superiore alla media. Dunque, non andrebbero mai salate, così come non andrebbero salati gli ingredienti con cui vengono abbinate all’interno delle ricette. In occasione di questa ricetta, le capesante vanno arricchite con gamberi, zucchine e cotte al forno.

Il ruolo dei gamberi e le loro proprietà

Le capesante non sono l’unico elemento ittico di questa ricetta con gamberi e zucchine gratinate. Anche i gamberi giocano un ruolo di primo piano, nello specifico vanno inseriti sopra le capesante, quasi a completare il loro profilo organolettico e nutrizionale. Anche perché sono specie ittiche molto simili, nonostante i gamberi siano dei crostacei. I gamberi, così come le capesante, sono ricchi di acidi grassi omega tre, che come abbiamo visto fanno molto bene alla salute.

Capesante con gamberi e zucchine

Sono altresì ricchi di proteine, fosforo e sodio, sebbene in quantità minore rispetto alle capesante. I gamberi, però, sono più calorici. In occasione di questa ricetta andrebbero utilizzati gamberi già sgusciati, in modo da velocizzare la preparazione. Infine, il loro sapore, leggermente meno sapido rispetto a quello delle capesante, si sposa alla perfezione con le zucchine gratinate.

Le zucchine, degli ortaggi davvero nutrienti

Le zucchine giocano un ruolo importante in questa ricetta delle capesante con gamberi, anche perché aggiungono una componente di “terra” capace di impreziosire il piatto. Esse vanno gestite in modo piuttosto semplice, ossia vanno pulite, tagliate a cubetti e poste sulle capesante insieme ai gamberi. Dopodiché, viene tutto ricoperto da una squisita mollica aromatizzata, ottenuta con un sapiente miscuglio fatto di timo, menta, olio d’oliva e un po’ di scorza di limone grattugiato. Il tutto viene frullato in modo da ottenere un composto abbastanza omogeneo, che si presta molto bene alla gratinatura. Proprio il timo e la menta aggiungono un delicato aroma in grado di spezzare il sapore altrimenti lineare della mollica e degli alimenti ittici.

In generale, si segnala una grande profondità organolettica, che rivela tutta la sua potenza già al primo assaggio. Il sapore delle zucchine, comunque, emerge in modo preponderante con un sapore tenue ma riconoscibile, in grado di valorizzare tutti gli altri. La presenza delle zucchine è giustificata anche dal punto di vista nutrizionale, infatti sono un’ottima fonte di vitamine e sali minerali. Contengono tanta vitamina C, che come sicuramente già saprete stimola il sistema immunitario ed esercita una funzione antiossidante, oltre a potassio, magnesio e zinco. Essendo ricche sia di fibre che di acqua, aiutano anche la digestione e a depurare l’organismo. L’apporto calorico, infine, è davvero basso, pari a 11 kcal per 100 grammi.

Ecco la ricetta delle capesante con gamberi e zucchine gratinate:

Ingredienti per 4 persone:

  • 8 capesante,
  • 8 gamberi puliti e sgusciati,
  • 100 gr. di mollica di pane consentito,
  • 2 piccole zucchine,
  • scorza grattugiata di 1 limone,
  • 1 rametto di timo,
  • qualche fogliolina di menta,
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva,
  • q. b di sale e di pepe.

Preparazione:

Per la preparazione delle capesante con gamberi e zucchine gratinate iniziate sbucciando le zucchine, poi lavatele e fatele a cubetti di dimensioni simili, infine mettetele da parte. Ora fate la mollica di pane a cubetti e mettetela nel mixer con due cucchiai di olio extravergine di oliva, qualche fogliolina di menta, un pizzico di sale, la scorza grattugiata di 1 limone, un po’ di pepe e un po’ di timo. Azionate il mixer e frullate il tutto per bene.

Intanto adagiate le capesante su una teglia da forno con la loro conchiglia. Posizionate un gambero su ogni conchiglia e aggiungete qualche pezzo di zucchina. Distribuite, infine, il trito di mollica di pane ed erbe, a mo’ di copertura. Cuocete al forno preriscaldato per 15 minuti a 190 gradi in modalità ventilata, fino a formare una leggera gratinatura. Servite le capesante con gamberi e zucchine gratinate guarnendole con delle foglioline di menta.

5/5 (2 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

2 commenti su “Capesante con gamberi e zucchine, una vera delizia

  • Lun 19 Lug 2021 | Monica ha detto:

    Adoro le capesante, in questa ricetta sembrano ottime

    • Mar 20 Lug 2021 | Tiziana Colombo ha detto:

      Monica le capesante sono un prodotto ittico squisito. Buongustaia

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Triglie alla livornese

Triglie alla livornese, un secondo davvero squisito

Triglie alla livornese, una secondo di pesce davvero unico Come suggerisce il nome, le triglie alla livornese sono un piatto tipico della città di Livorno, che vanta una grande tradizione per...

Petto di piccione in manto di verza

Petto di piccione in manto di verza, un...

Petto di piccione in manto di verza e salsa di mais, un piatto raffinato Il petto di piccione in manto di verza e salsa di mais è un secondo molto corposo. D’altronde, lo si evince dalla lista...

Spezzatino di cervo

Spezzatino di cervo, un secondo tradizionale e rustico

Spezzatino di cervo, un piatto tradizionale e rustico Lo spezzatino di cervo è un secondo piatto che appartiene alla tradizione più rustica della cucina italiana. D’altronde si base su una carne...

Triglie al cartoccio

Triglie al cartoccio, un classico secondo a base...

Triglie al cartoccio, una ricetta semplice e gustosa Le triglie al cartoccio sono un secondo piatto di pesce molto semplice e tutto sommato classico, che punta ad offrire sapori suggestivi. A fare...

Coquilles St. Jacques

Le Coquilles Saint Jacques per deliziare il palato

Coquilles Saint Jacques, una preparazione di alta cucina Le Coquilles Saint Jacques ai funghi sono una ricetta della cucina francese. Possono essere considerati come un secondo di pesce o un...

Pernice rossa con uva e polenta

Pernice rossa con uva e polenta, un secondo...

Pernice rossa con uva e polenta bianca, una lista di ingredienti diversa dal solito La pernice rossa con uva e polenta è una di quelle ricette ascrivibili alla categoria “gourmet”, ma allo...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


09-07-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti