Frittelle con fiori di sambuco, una variante aromatica

Frittelle con fiori di sambuco

Frittelle con fiori di sambuco, buone e facili da preparare

Le frittelle con fiori di sambuco rappresentano una deliziosa alternativa alle classiche frittelle. Per certi versi, almeno per quanto concerne la preparazione, assomigliano alle frittelle con i fiori di zucca, molto diffusi nel sud Italia (specie in Calabria e in Sicilia), ma considerati quasi una rarità altrove. E il concetto di rarità si addice anche ai fiori di sambuco. D’altronde, il sambuco non viene solitamente considerato come un alimento da cucina. La ricetta è comunque semplice, come si addice alle frittelle. Infatti, si tratta di creare una pastella, immergere i fiori e friggerli.

Fate attenzione soprattutto alla preparazione della pastella, infatti vi è il rischio di ottenere una copertura troppo pesante, con tutto ciò che ne consegue per la resa organolettica e per la texture. Il segreto sta nel mantenere la pastella costantemente fredda. All’inizio, infatti, va mescolata con l’acqua ghiacciata. Inoltre fate attenzione alle quantità, infatti se i fiori da friggere sono pochi la temperatura si manterrà bassa, in caso contrario è bene prendere dei provvedimenti. Quello più rapido consiste nel porre del ghiaccio sotto la ciotola, in modo da interrompere il naturale processo di riscaldamento della pastella.

Le proprietà dei fiori di sambuco

In questa ricetta delle frittelle vale la pena spendere qualche parola per i fiori di sambuco, che sono i veri protagonisti di questa ricetta. I fiori di sambuco sono caratteristici, infatti spiccano per la loro forma irregolare e per le dimensioni minute. Il colore si pone a metà strada tra il bianco e il giallo, inoltre sono commestibili. Si caratterizzano per alcune proprietà importanti, che si conservano anche dopo la cottura, il riferimento è alla funzione emolliente ed espettorante, ma anche alla loro capacità diuretica. I fiori di sambuco vengono utilizzati da sempre in cucina, sebbene il loro ruolo nei contorni sia marginale.

Frittelle con fiori di sambuco

Apprezzabile per la capacità dolcificante e per la portata aromatica, è lo sciroppo di sambuco, che viene impiegato per la preparazione dei liquori. I fiori sono anche utilizzati per preparare infusi dal sapore delicato e  dagli ottimi benefici per l’organismo. I decotti, invece, si preparano con la corteccia. Le foglie, di contro, vengono impiegate in erboristica, soprattutto in qualità di lassativo. I semi, infine, sono utilizzati per la preparazioni di oli cosmetici. I fiori di sambuco sono molto delicati, dunque la loro cottura deve essere giocoforza rapida. Bastano infatti due o tre minuti nell’olio caldo, il tempo necessario affinché la pastella si trasformi in una splendida e gustosa copertura.

Quale olio usare per friggere?

Nella ricetta delle frittelle con fiori di sambuco la frittura genera qualche perplessità, d’altronde è riconosciuta come il metodo di cottura peggiore, in quanto dannoso per l’organismo. In realtà, se si prendono alcuni accorgimenti, è possibile rendere la frittura non nociva e ridurre persino la portata di grassi. Il riferimento è in particolar modo a due buone pratiche: in primis l’olio deve essere molto caldo (in media 180 gradi), in secondo luogo il fritto va sempre fatto riposare sulla carta assorbente, in modo da disperdere buona parte dell’olio.

Anche la scelta dell’olio incide, l’ideale sono gli oli capaci di mantenere la temperatura elevata e, allo stesso tempo, in grado di esprimere una certa leggerezza. Da questo punto di vista, l’olio di arachidi è l’ideale. D’altronde è anche ricco di oligoelementi, infatti si segnalano ottime quantità di vitamina E, che esercita una funzione antiossidante. In virtù di ciò riduce lo stress ossidativo, contrasta i radicali liberi e aiuta a prevenire il cancro. L’olio di arachidi contiene anche i tocoferoli, sostanze che impattano positivamente sulla salute dell’apparato cardiocircolatorio. Inoltre dà un contributo rilevante alla gestione del colesterolo cattivo.

Ecco la ricetta delle frittelle con fiori di sambuco:

Ingredienti per 4 persone:

  • 120 gr. farina di riso,
  • 50 gr. di farina di grano saraceno,
  • 30 gr. di maizena,
  • 8 fiori di sambuco,
  • q. b. di olio di arachidi per friggere,
  • 250 ml. di acqua frizzante,
  • q. b. di sale,
  • q. b. di acqua ghiacciata.

Preparazione:

Per la preparazione delle frittelle con fiori di sambuco iniziate sciacquando i fiori sotto l’acqua corrente, poi fateli asciugare su uno straccio pulito. Scaldate un bel po’ di olio di arachidi in una padella alta (o in un wok). Intanto mettete in una ciotola la farina di grano saraceno, la farina di riso e la maizena. Unite l’acqua ghiacciata (fatelo quando l’olio è quasi giunto a temperatura) e mescolate brevemente fino ad ottenere una pastella uniforme e corposa.

Immergete i fiori di sambuco nella pastella e metteteli subito nell’olio caldo. Tuttavia friggete solo pochi fiori per volta, per evitare che la temperatura dell’olio si abbassi. Friggete per pochi minuti, poi scolate i fiori e poneteli sulla carta assorbente. Date una leggera spolverata di sale e servite. Un consiglio sulla pastella, è bene che si mantenga fredda durante l’intera frittura, quindi poggiate la ciotola sopra del ghiaccio.

5/5 (510 Recensioni)
Riproduzione riservata

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

sciatt

Gli sciatt, delle splendide polpettine al formaggio

Gli sciatt, una ricetta antica Gli sciatt sono delle frittelle tonde con un cuore di formaggio filante, un piatto tipico della Valtellina. Benché siano simili ai soliti pezzi di rosticceria, in...

Pallotte cacio e ova

Pallotte cacio e ova, un piatto della cucina...

Pallotte cacio e ova, una pietanza rustica Le pallotte cacio e ova sono una specialità abruzzese della tradizione contadina. Sono realizzate con ingredienti semplici e reperibili, come vuole la...

Cipolle speziate al forno

Cipolle speziate al forno, un contorno fuori dal...

Cipolle speziate al forno, un contorno leggero e dal sapore spiccato Le cipolle speziate al forno sono un contorno facile da preparare, nonché una squisita variazione sul tema delle classiche...

sarma

Il sarma, una specialità turca con le foglie...

Il sarma, un piatto che stupisce Oggi vi presento una ricetta all’apparenza distante dalla cucina italiana: il sarma. Si tratta di una specialità turca realizzata con ingredienti che potrebbero...

Sformatini di formaggio di capra

Sformatini di formaggio di capra, per un Halloween...

Sformatini di formaggio di capra, un’idea gustosa e creativa Gli sformatini di formaggio di capra sono un’ottima idea per un Halloween all’insegna del gusto e della creatività. Sono...

Polenta fritta

Polenta fritta, un eccellente piatto di recupero

Polenta fritta, un’idea semplice da fast food La polenta fritta è uno splendido esempio di cucina di recupero, infatti si prepara con gli avanzi della polenta, che vanno tagliati a fette o a...

30-06-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti