bg header
logo_print

Nidi di agretti con le uova, un contorno proteico

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Nidi di agretti con le uova
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 10 min
cottura
Cottura: 00 ore 20 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4.9/5 (25 Recensioni)

Nidi di agretti con le uova, una ricetta semplice e sostanziosa

I nidi di agretti con le uova sono un contorno delizioso, semplice e nutriente. Gli ingredienti si contano sulle dite di una mano, ma sono ben abbinati e cotti in modo da non risultare troppo grassi. I protagonisti della ricetta sono ovviamente gli agretti. Stiamo parlando di una verdura della cucina popolare, spesso ricondotta alle tradizioni più povere, ma che negli ultimi tempi è stata riscoperta. Anche perché hanno tutti gli elementi per meritare una presenza in pianta stabile nell’alimentazione di tutti i giorni, infatti sono buoni, leggeri e ricchi di principi nutritivi.

Ricetta nidi di agretti con le uova

Preparazione nidi di agretti con le uova

Per la preparazione dei nidi di agretti con le uova iniziate pulendo gli agretti. Rimuovete con un taglio netto le radici, poi sciacquate gli steli sotto l’acqua corrente. Dopo aver eliminato gli eventuali residui di terra, lessate gli agretti in acqua leggermente salata per 5 minuti. Poi scolateli e poneteli in una ciotola con acqua fredda per interrompere immediatamente la cottura, infine scolateli nuovamente. Ora imbiondite uno spicchio di aglio in un po’ di olio d’oliva e aggiungete gli agretti ben scolati. Cuoceteli così per pochissimi minuti, poi regolate di sale e di pepe.

All’occorrenza, integrate con mezzo bicchiere d’acqua. Poi chiudete con il coperchio e fate cuocere a fiamma media per 10 minuti Quando sono cotti, fateli raffreddare per qualche secondo. Recuperate delle teglie monodose (ben oliate) e in ciascuna di essa ponete un po’ di agretti. Create un piccolo cratere all’interno degli agretti e posizionate le uova intere e con i tuorli intatti. Date una spolverata con il Parmigiano e cuocete al forno per 10 minuti a 190 gradi. Servite e buon appetito.

Ingredienti nidi di agretti con le uova

  • 600 gr. di agretti
  • 4 uova
  • 1 spicchio di aglio
  • 40 gr. di Parmigiano Reggiano stagionato
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q. b. di sale e di pepe.

Nello specifico gli agretti sono diuretici, detossinanti e rimineralizzanti. L’apporto di sali minerali, infatti, è vario e sostenuto. Sono anche poco calorici, dal momento che contano solo 17 kcal per 100 grammi. Si caratterizzano per il loro sapore leggermente acre e acidulo, che aggiunge vivacità in cucina. Inoltre possono essere consumati crudi, ma in questa forma sono un po’ troppo coriacei. Per questo motivo vengono spesso sbollentati o cotti al forno. Vanno comunque puliti con cura dal momento che tendono ad accumulare molta terra.

La ricchezza nutrizionale delle uova

Tra i protagonisti di questi nidi di agretti spiccano le uova. Spesso alle uova non viene dato il riconoscimento che meritano, dandole un po’ troppo per scontate. In realtà, per quanto non prive di controindicazioni, sono tra gli alimenti più nobili e salutari che la natura ci offre. Partiamo dal loro difetto principale, ossia il notevole apporto di colesterolo, che alla lunga può causare l’insorgere di patologie cardiache acute. Per il resto, se consumate con moderazione, le uova fanno semplicemente bene. Non sono troppo caloriche, contengono molte proteine, sali minerali e vitamine. Il riferimento è anche allo zinco, che esercita un impatto positivo sul sistema immunitario.

Nidi di agretti con le uova

Il tuorlo è un po’ più ricco dell’albume, ma quest’ultimo contiene l’albumina, una sostanza che giova all’apparato muscolo-scheletrico. In particolare favorisce la riproduzione cellulare delle cellule muscolari. Non è un caso che l’albumina sia al centro dell’alimentazione di chi vuole aumentare la  propria massa muscolare. In occasione di questa ricetta, le uova vengono versate al centro delle quenelle di agretti in modo da formare un “grazioso nido”. Per un migliore l’effetto fate sì che il tuorlo e l’albume rimangano distinti.

Quali condimenti utilizzare per i nidi di agretti con le uova?

Uno dei pregi dei nidi di agretti con le uova è la semplicità. Essa risulta evidente dai condimenti, che sono pochi e davvero semplici: un po’ di olio, uno spicchio di aglio, un pizzico di sale, una macinata di pepe e il Parmigiano. A dire il vero quest’ultimo ingrediente gioca un ruolo di primo piano, nello specifico viene posto quasi al termine della preparazione, prima del passaggio al forno. Lo scopo del Parmigiano, in questo caso, è di insaporire formando una sottile e piacevole gratinatura ai nidi di agretti.

Tra l’altro, ma sono sicura che lo sapete già, il Parmigiano è un ottimo alimento dal punto di vista nutrizionale. Certo, è un po’ calorico, ma in compenso è ricco di vitamine e sali minerali. Il riferimento è alla vitamina D e al calcio. Inoltre è uno degli alimenti più ricchi di proteine e non contiene lattosio, dunque può essere liberamente consumato anche dagli intolleranti a questa sostanza. Per questa ricetta vi consiglio di optare per un Parmigiano molto stagionato. In questo caso la texture più corposa e compatta contribuisce alla formazione di una crosticina più gradevole al palato.

Questo ortaggio è conosciuto con molti altri nomi. Ad esempio in Romagna sono i liaschi, o liscari, mentre nelle Marche li chiamano arescani o rospici. In Umbria li conoscono come riscoli. In Spagna li denominano barrilla ma in Italia la maggior parte delle persone li chiamano Barba di frate o Barba del negus. Alcuni mi hanno detto che li conoscono come Senape dei Monaci. Nella tua regione come li chiamano? Sono molto curiosa di saperlo.

Ricette con agretti ne abbiamo? Certo che si!

4.9/5 (25 Recensioni)
Riproduzione riservata

2 commenti su “Nidi di agretti con le uova, un contorno proteico

  • Lun 31 Mag 2021 | Elena ha detto:

    Grazie per questa bella ricetta. Gli agretti li ho sempre fatti solo in conserva sott’olio con aglio e peperoncino. Non sapevo come farli altrimenti. Nella prossima spesa ci saranno anche loro!

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Insalata di pane zichi

Insalata di pane zichi, una tipica ricetta sarda...

Cosa sapere sullo zichi Il protagonista di questa insalata è ovviamente il pane zichi, anche noto come “su zichi” (dove per “su” si intende l’articolo “il/lo”). Lo zichi è un...

Carciofi alla giudia

Carciofi alla giudia, un piatto della tradizione romana

Origini e curiosità dei carciofi alla giudia I carciofi alla giudia sono uno dei piatti più famosi e prelibati della cucina romana. La loro origine risale al XVI secolo, quando la comunità...

Insalata di quinoa natalizia

Insalata di quinoa natalizia, un’idea esotica per il...

Melograno e quinoa, un abbinamento che non ti aspetti Lo avrete già capito, i protagonisti di questa ricetta sono il melograno e la quinoa. Due ingredienti che raramente si trovano insieme, eppure...