Risotto con agretti e gorgonzola, da gustare

Risotto con agretti e gorgonzola
Stampa

Risotto con agretti, un mix di ingredienti all’insegna della genuinità

Il risotto con agretti e gorgonzola è una bella idea per un risotto gustoso e salutare. Persino la presenza del gorgonzola non appesantisce il piatto. In primis perché non si tratta di un gorgonzola qualsiasi, secondariamente perché è abbinato principalmente alle verdure. Il riferimento è agli agretti, un vegetale trascurato ma capace di regalare molte soddisfazioni in cucina. Gli agretti sono ricchi di fibre, vitamine e sali minerali; in particolare abbondano di vitamina C, vitamina A, potassio, calcio, magnesio e ferro. Vantano buone proprietà depurative, determinate dalla presenza abbondante di acqua e dalle concentrazioni di clorofilla. Sono poveri di grassi e poco calorici, infatti apportano solo 17 kcal per 100 grammi.

In occasione di questa ricetta gli agretti intervengono in due fasi. Vanno prima sbollentati e successivamente frullati, sebbene una parte viene conservata intera per la decorazione finale. Gli agretti frullati vengono inseriti nel riso dopo che è stato tostato e sfumato con il vino bianco, in modo che possano completare la cottura. Gli agretti interi, invece, vengono inseriti a fine preparazione come guarnizione finale. Ovviamente per realizzare un buon risotto è opportuno scegliere un ottimo riso. In questo caso, come sempre quando si parla di risotti, consiglio di utilizzare il riso Carnaroli, vista la sua capacità di assorbire i liquidi e tenere la cottura senza scuocere.

Un gorgonzola davvero speciale

L’altro protagonista di questo risotto con agretti è il gorgonzola. Non si tratta di un gorgonzola qualsiasi, bensì dell’Igor Dolce. Questo brand valorizza la tradizione del gorgonzola, che ha origine antiche e ben radicate nel contesto lombardo-piemontese. Proprio il gorgonzola Igor Dolce viene prodotto a Novara, che presenta le condizioni climatiche ideali per garantire foraggio e acqua di qualità, condizioni necessarie per la produzione di un formaggio di livello superiore. Il gorgonzola Igor Dolce, come i migliori gorgonzola, è realizzato con vacche “stracche”, ossia stancate da lunghi pascoli e quindi capaci di realizzare il latte perfetto per i formaggi molli.

Risotto con agretti e gorgonzola

Il gorgonzola è considerato un formaggio grasso, tuttavia è anche salutare. E’ ricco di vitamine e sali minerali, in concentrazioni maggiori rispetto ai formaggi a pasta dura o molto stagionati. In occasione di questa ricetta il gorgonzola viene utilizzato per mantecare. La mantecatura non ha solo lo scopo di legare gli ingredienti, ma di conferire un sapore marcato, apprezzabile da tutti i palati.

Gli insospettabili benefici delle noci

La guarnizione del risotto con agretti e gorgonzola è affidata alle noci, che vengono tritate e aggiunte a fine preparazione come decorazione finale. Le noci aggiungono colore, ma anche sapore al risotto. Inoltre, apportano ottime proprietà nutrizionali, più di quanto non suggerisca l’immaginario collettivo. E’ vero, sono caloriche, tuttavia le calorie derivano da una concentrazione di alici oleici superiori alla norma, che fanno bene all’apparato cardiovascolare e contribuiscono a ridurre il colesterolo cattivo.

Le noci sono anche una miniera di vitamine e sali minerali. A tal proposito si segnala una presenza più che abbondante di vitamina E, che svolge una funzione antiossidante, contrasta i radicali liberi e supporta i meccanismi di riproduzione cellulare. Per quanto concerne i sali minerali, è impossibile non citare le concentrazioni elevate di magnesio e di fosforo. Quest’ultima sostanza, come sicuramente saprete, esercita un impatto positivo sulle funzioni cognitive.

Ecco la ricetta del risotto con agretti e gorgonzola:

Ingredienti:

  • 350 gr. di riso Carnaroli,
  • 1 mazzetto di agretti,
  • 120 gr. di Gorgonzola Igor dolce,
  • 50 gr. di Parmigiano Reggiano grattugiato,
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco,
  • 1 scalogno,
  • 8 gherigli di noci,
  • q. b. di olio extravergine di oliva,
  • q. b. di sale e di pepe.

Preparazione:

Per la preparazione del risotto con agretti, gorgonzola e noci iniziate lavando con cura gli agretti e lessandoli in acqua salata. Terminata la cottura, scolate per bene gli agretti senza buttare l’acqua, poi frullateli conservandone una parte intera. Ora pelate lo scalogno, affettatelo e soffriggetelo in una pentola con un po’ di olio d’oliva. Quando lo scalogno è ben imbiondito, aggiungete il riso e tostatelo per pochissimi minuti. Sfumate con il vino bianco (a fiamma alta), poi aggiungete un po’ per volta l’acqua di cottura degli agretti.

Ora unite gli agretti frullati e proseguite la cottura aggiungendo un altro po’ di acqua. Quando il riso è pronto spegnete il fuoco e aggiungete il gorgonzola (fatto a pezzi), un po’ di pepe e il Parmigiano. Mantecate il tutto fino a quando i formaggi non si saranno sciolti. Infine, impiattate e guarnite con gli agretti interi lasciati da parte e i gherigli di noci tritati. Se preferite, condite con un altro po’ di Parmigiano grattugiato e servite.

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


20-04-2021
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti