Uova ripiene light, un antipasto per la Pasqua

uova ripiene light
Commenti: 0 - Stampa

Uova ripiene light, un antipasto bello da vedere e buono da gustare

Le uova ripiene light sono un ottimo antipasto pasquale. Le uova sono uno degli alimenti simbolo della Pasqua, tanto che molte tradizioni regionali utilizzano questo alimento per le ricette più caratteristiche, soprattutto nel sud Italia. Questo antipasto prevede un utilizzo intelligente delle uova, all’insegna del gusto e della leggerezza. Le uova, infatti, vengono semplicemente rassodate, dunque non viene aggiunto alcun tipo di grasso durante la cottura. Successivamente, si estrae il tuorlo, che viene mescolato con altri ingredienti per formare uno squisito ripieno. Le uova sono alimenti preziosi, che non dovrebbero mancare in una dieta. Ciò non significa che se ne possano consumare a volontà, infatti contengono anche molto colesterolo, che può causare danni al sistema cardiovascolare.

Per il resto, le uova sono una buona fonte di proteine, non sono eccessivamente caloriche e contengono buone dosi di sali minerali. Il riferimento è in particolare allo zinco, che esercita un impatto positivo sul sistema immunitario. Le uova apportano buone dosi di ferro, per giunta in una forma facilmente assimilabile dall’organismo. Per quanto concerne le vitamine, si segnala la presenza della vitamina A e D, quest’ultima fondamentale per rafforzare le difese immunitarie. La vitamina C, invece, è del tutto assente. L’uovo contiene molti grassi, ma il 70% di essi è composto dalle lecitine, sostanze che fanno bene alle arterie, rendendole di fatto più elastiche.

Quale formaggio cremoso utilizzare le uova ripiene?

Le uova ripiene light sono formate da un composto a base di formaggio cremoso. Questo alimento conferisce una certa corposità e una maggiore carica di gusto. In occasione di questa ricetta, consiglio il formaggio Exquisa Fresco Cremoso Light. E’ uno dei migliori formaggi spalmabili in circolazione, sia per gusto che per texture, che appare molto uniforme e perfetta per le ricette con ripieno. Inoltre, questo formaggio cremoso è realizzato con le migliori materie prime, valorizzate da un procedimento naturale, che non contempla l’utilizzo di conservanti o grassi aggiunti.

uova ripiene light

Questo specifico prodotto contiene lattosio, tuttavia Exquisa propone varianti prive di questa sostanza. Una scelta che mostra la volontà di Exquisa di rendere accessibili i suoi prodotti, anche a chi soffre di intolleranze alimentari. Tra l’altro, il formaggio cremoso delattosato di Exquisa è buono come la variante con lattosio. Anche perché il processo di rimozione del lattosio avviene secondo metodiche naturali, ossia con l’aggiunta dell’enzima lattasi nel latte, che scinde il lattosio nei più digeribili glucosio e galattosio. Questo procedimento non impatta in alcun modo sul sapore né sulla consistenza, a tal punto che le due varianti sono indistinguibili l’una dall’altra.

Capperi e acciughe, una combinazione squisita

Le uova ripiene light sono composte anche dai capperi e dalle acciughe. Questi due ingredienti formano un abbinamento molto saporito, protagonista di molte ricette. Tra l’altro, vengono utilizzati spesso per la farcitura di alcune tipologie di pizze, esaltandone la loro sapidità . Inoltre, sono anche alimenti salutari, sebbene vadano trattati con prudenza, soprattutto in fase di preparazione. Tutto ruota attorno all’eccessiva presenza di sale, che risulta davvero abbondante. Quindi, fate molto attenzione a dissalare per bene i capperi e a scolare nel migliore dei modi le acciughe. Ad ogni modo, entrambi gli alimenti spiccano per le buone proprietà nutrizionali. I capperi sono poco calorici, ricchi di potassio e di antiossidanti. Queste sostanze contrastano i radicali liberi, ottimizzano i processi di riproduzione cellulare e aiutano a prevenire alcuni tipi di tumori.

Le acciughe, invece, sono pesci azzurri che hanno poco da invidiare al più accreditato merluzzo. Sono ricche di grassi buoni, che fanno bene alla salute. Il riferimento è agli acidi grassi omega tre, che generano un impatto positivo sull’apparato cardiovascolare, sul sistema nervoso centrale e sulla funzione visiva. Le acciughe, inoltre, sono ricche di vitamine e sali minerali, in particolare contengono molto fosforo, una sostanza che rafforza le performance cognitive e funge da energizzante e ricostituente. Le acciughe apportano anche la preziosissima vitamina D, che giova e rafforza il sistema immunitario.

A Pasqua in quasi tutto il mondo troviamo le uova e l’agnello per chi non è vegetariano. L’uovo è sicuramente il simbolo pasquale per eccellenza. Ha anche un significato simbolico. E’ l’incarnazione della vita che si rinnova, della fecondità: i Romani, i Greci e i Cinesi seppellivano un uovo dipinto di rosso nei loro campi come augurio di fertilità della terra, così come i Persiani festeggiavano l’arrivo della primavera con lo scambio di uova. Un altro simbolo pasquale è la colomba è simbolo pasquale che ora troviamo anche senza glutine e senza lattosio. Potete anche farla in casa se avete un po’ di manualità in cucina.

Ecco la ricetta delle uova ripiene light:

Ingredienti:

  • 4 uova fresche,
  • 150 gr. di Exquisa Fresco Cremoso Light,
  • 2 cucchiai di capperi,
  • q. b. di olio extravergine di oliva,
  • 4 acciughe,
  • q. b. di maggiorana tritata finemente,
  • q. b. di sale e di pepe.

Preparazione:

Per la preparazione delle uova ripiene light iniziate dissalando i capperi e facendoli sgocciolare accuratamente. Poi, scolate le acciughe e cuocete le uova (dovrebbero bastare 9 minuti per rassodarle), infine fatele intiepidire. Tagliate in due le uova, estraete i tuorli e posizionateli in una ciotola.

Ora prendete una ciotola e mettete i tuorli, poi aggiungete il formaggio Exquisa, le acciughe e i capperi. Completate con un filo d’olio e amalgamate il tutto per bene, usando una forchetta. Infine, regolate con un po’ di sale e un po’ di pepe. Trasferite questo ripieno in una sac à poche e, con esso, riempite il buco rimasto sui bianchi delle uova. Decorate come meglio credete e servite.

5/5 (469 Recensioni)
CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Malloreddus con carciofi e uova

Malloreddus con carciofi e uova, per una Pasqua...

Malloreddus con carciofi e uova, una ricetta che sa di Sardegna I malloreddus con carciofi e uova si inseriscono nel solco della migliore tradizione locale. Sono, infatti, un piatto che parla della...

Cream tart di Pasqua

Cream tart di Pasqua, una versione agrumata

Cream tart di Pasqua, una pasta frolla speciale La cream tart è un classico della cucina francese. Uno dei suoi punti di forza è la versatilità, infatti esistono molte varianti, che giocano sia...

Semifreddo al caffe

Semifreddo al caffè, un dolce ideale per Pasqua

Semifreddo al caffè e anice, un dolce perfetto Il semifreddo al caffè e anice è un dolce elegante, da preparare per le grandi occasioni. Io amo prepararlo a Pasqua, che è tradizionalmente una...

Tasca di vitello ripiena

Tasca di vitello ripiena, un buon secondo per...

Tasca di vitello ripiena, secondo corposo ma moderatamente leggero La tasca di vitello ripiena è un secondo ideale per le grandi occasioni. Io consiglio di prepararlo a Pasqua, al posto del...

Uova di Pasqua decorate

Uova di Pasqua decorate, come farle in casa

Uova di Pasqua decorate, fatte in casa sono ancora più buone Chi l’ha detto che le uova di Pasqua decorate vadano necessariamente comprate? In realtà, è possibile farle in casa, con i normali...

Crostini con uova di quaglia e hummus

Crostini con uova di quaglia e hummus, un...

Crostini con uova di quaglia e hummus di ceci Noa, spuntino al top. Crostini con uova di quaglia e hummus, un break inedito.Se state cercando uno spuntino sfizioso da proporre ai vostri ospiti in...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


04-04-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti