Mini madeleine con olio di argan e mangostano

mini madeleine con olio di argan
Stampa

Perchè sono speciali le mini madeleine con olio di argan e polvere di mangostano

Le mini madeleine con olio di argan e polvere di mangostano sono speciali per almeno due motivi: sono veramente “mini” (ovvero varianti mignon delle classiche madeleine) e sono il frutto di una scelta di ingredienti ardita ma anche azzeccata. D’altronde, è lo stesso nome a suggerire la presenza di alimenti particolari, che poco o nulla hanno a che vedere con la tradizione italiana. Allo stesso tempo, però, la ricetta pur rappresentando una tendenza esotica, è capace di conferire all’intera preparazione un gusto equilibrato e un potere nutrizionale elevato.

Il riferimento è all’olio di argan, ingrediente che per i suoi effetti benefici è impiegato nella cosmesi, ma anche al mangostano. Troviamo, inoltre, anche alimenti anti-intolleranza, con esplicito richiamo ai disturbi dell’assorbimento del lattosio e del glutine. Il riferimento, in questo caso, è alla farina di riso e allo yogurt di riso.

Perché abbiamo scelto la polvere di mangostano

Uno degli elementi più misteriosi della ricetta delle mini madeleine con olio di argan è la polvere di mangostano. Un nome, questo, che suona familiare a pochi, anche perché raramente considerato dalla tradizione gastronomica nostrana. E a ben vedere si tratta di un ingrediente di origine tropicale, che giunge nientemeno che dall’Indonesia. La sua polvere viene impiegata come dolcificante “esotico” e ricco di sapore, dal momento che si caratterizza per una spiccata dolcezza, pur ricordando, in alcuni sentori, la pesca gialla.

Il mangostano è ricco di sostanze nutritive. Per esempio, contiene grandi quantità di acido folico, sali minerali quali potassio, magnesio, fosforo, manganese e persino proteine. Nel mangostano si apprezza la presenza dei tannini, sostanze che contribuiscono a tenere sotto controllo il colesterolo. Il mangostano è anche estremamente ricco di antiossidanti che contribuiscono alla prevenzione dei tumori e rappresentano un freno per l’invecchiamento cellulare. Ridotto è l’apporto calorico: solo 60 kcal ogni 100 grammi!

mini madeleine con olio di argan

In questa preparazione si utilizza la polvere di mangostano, che viene impiegata sul finire della preparazione, un attimo prima di servire le madeleine. Nello specifico, si distribuisce sulla superficie quasi come fosse zucchero a velo.

I benefici dell’olio di argan

Lolio di argan è una sostanza molto conosciuta. Lo è, però, in quanto ingrediente per prodotti finalizzati alla cura della persona (esempio shampoo all’olio di argan, cosmetici ecc..). Ciò testimonia la capacità della sostanza di apportare benefici all’organismo, quasi in una prospettiva terapeutica. Allo stesso tempo, però, non ne esclude l’uso alimentare. Anzi, l’olio di argan può essere utilizzato anche in cucina, e con risultati eccellenti. Nella ricetta di queste mini madeleine, infatti, sostituisce il classico olio di oliva.

L’olio di argan, essendo appunto un olio, è ricco di grassi. Si tratta però di grassi benefici, che apportano vantaggi all’organismo a più livelli. Rilevante è la presenza degli omega tre, che rafforzano il sistema immunitario e contribuiscono alla prevenzione delle patologie dell’apparato cardiocircolatorio. L’olio di argan si caratterizza anche per l’abbondantissima presenza di antiossidanti, che agiscono in funzione antitumorale e combattono lo stress ossidativo. Questo olio è consigliato in diete di qualsiasi tipo, comprese quelle finalizzate alla riduzione dei danni da diabete mellito e da ipertensione.

Ecco la ricetta delle mini madeleine con olio di argan e polvere di mangostano

Ingredienti per 20 pezzi mignon:

  • 90 gr. di uova intere;
  • 60 gr. di yogurt di riso;
  • 20 gr. di zucchero di canna;
  • 40 gr. di polvere di mangostano;
  • 40 gr. di olio di argan;
  • 20 gr. di burro di cacao;
  • 110 gr. di farina di riso;
  • 2 gr .di sale;
  • 2 gr. di lievito per dolci.

Preparazione:

Reperite uno stampo per madeleine mignon. Potete scegliere tra quelli in metallo e quelli in silicone, in realtà i migliori sono i primi, in quanto il metallo conduce il calore più efficacemente e in maniera più uniforme, inoltre garantisce una scanalatura più definita; tuttavia anche lo stampo in silicone può offrire un buon risultato. Iniziate la preparazione sciogliendo il burro (potete farlo a bagnomaria o al microonde), per poi unirlo all’olio di argan e alle uova intere.

Con l’aiuto di una frusta, sbattete e mescolate fino a quando non avrete ottenuto un composto omogeneo, ma evitate di montarlo. Setacciate il lievito nella farina, poi aggiungeteli al composto insieme agli altri ingredienti. Eseguite questa operazione con gradualità, un ingrediente per volta, senza smettere di mescolare. Il composto è pronto quando sarà uniforme e semisolido. Reperite o create una sac a poche, riempitela con il composto e utilizzatela per riempire lo stampo, lasciando comunque qualche millimetro libero.

Preriscaldate il forno a 180 gradi e cuocete le madeleine. In genere bastano dieci minuti, ma verificate sempre che la superficie sia gonfia e asciutta. Una volta pronte, sfornate subito le madeleine in modo che non si attacchino allo stampo. Per concludere, date una spolverata (a mo’ di decorazione) con la polvere di mangostano. Servite e buon appetito!

CONDIVIDI SU

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


24-03-2021
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti