Budino al cioccolato per Carnevale, un dolce colorato

Budino al cioccolato per Carnevale
Commenti: 0 - Stampa

Budino al cioccolato per Carnevale, un dessert speciale con il minimo sforzo

Il budino al cioccolato, come tra l’altro suggerisce il nome, è un dessert perfetto per rendere speciali le feste di Carnevale. E’ infatti buono, colorato e facile da preparare, in grado di farsi apprezzare dai bambini e dagli adulti. Il procedimento è quanto di più facile ci possa essere, almeno per quanto concerne le ricette di pasticceria. Si tratta, infatti, di creare due composti, unirli, riempire uno stampo da budino e conservare il tutto in frigorifero. La fase di decorazione è ancora più divertente e consiste nella semplice applicazione di zuccherini e confettini, che offrono una carica di dolcezza in più e una buona dose di colore.

Il primo composto è a base di cioccolato fondente. Si ottiene fondendo il cioccolato opportunamente tritato con lo zucchero e il burro già ammorbidito. Il secondo composto si ottiene, invece, riscaldando il latte insieme all’amido di mais e alla vaniglia. I due composti mescolati danno vita a una specie di impasto che, dopo qualche ora in frigorifero, assume la consistenza tipica del budino. Il risultato finale è squisito e non eccessivamente calorico, almeno non rispetto agli altri budini (che possono essere talvolta più complessi e più ricchi di ingredienti).

Tutti i pregi del cioccolato fondente

Il protagonista di questo budino è, ovviamente, il cioccolato fondente. L’ideale per questa preparazione è il fondente al 72%, che è abbastanza equilibrato in quanto a sapore e consistenza. Infatti, si scioglie con facilità e restituisce al palato un sapore solo leggermente amaro, comunque compensato da un’abbondante dose di zucchero e dalla vaniglia. Il cioccolato fondente, specie quando si caratterizza per una percentuale equilibrata (come in questo caso), non è solo un alimento squisito e apprezzato da tutti, ma molto salutare. Certo, è calorico più del cioccolato al latte (il cacao apporta più calorie), ma contiene alcune sostanze fondamentali.

Budino al cioccolato per Carnevale

Il riferimento è in particolar modo agli antiossidanti, che contrastano gli effetti dei radicali liberi, supportano i meccanismi di riproduzione cellulare e contribuiscono alla prevenzione di alcuni tipi di tumori. Il cioccolato fondente fa bene all’umore, come tutti noi abbiamo sperimentato sulla nostra pelle. Di recente, però, è arrivata anche la conferma scientifica. Alcuni studi, infatti, hanno dimostrato che un consumo moderato di cioccolato è correlato ad una maggiore presenza di dopamina. Anche per questo motivo, il cioccolato, e in particolare il cioccolato fondente, è considerato un anti-depressivo naturale.

Perché optare per il burro chiarificato?

Per la ricetta del budino al cioccolato consiglio di utilizzare il burro chiarificato al posto del burro standard. La differenza tra le due tipologie di burro riguarda la caseina, che nel chiarificato è del tutto assente. Ciò gli permette di resistere meglio alle alte temperature. Non è un caso, infatti, che venga utilizzato anche per friggere e per soffriggere, sebbene in Italia per questo genere di applicazioni si preferisca l’olio. Ad ogni modo, questa caratteristica torna utile anche nella ricetta del budino al cioccolato per Carnevale, anche perché il burro va scaldato insieme al cioccolato fondente.

L’unico elemento contrastante, se così si può chiamare, è l’apporto calorico. Infatti, il burro chiarificato è più calorico del burro standard, anche perché la caseina è sostituita dai grassi. Tuttavia, è sufficiente optare per dosi equilibrate per non avvertire effetti sulla propria linea. Nello specifico, le dosi di burro chiarificato che propongo per questa ricetta sono molto ridotte, ossia il necessario per creare un buon composto al cioccolato.

Ecco la ricetta del budino al cioccolato per Carnevale:

Ingredienti per 6 persone:

  • 1 litro di latte intero consentito,
  • 120 gr. di zucchero semolato,
  • 1 cucchiaino di vanillina,
  • 90 gr. di amido di mais,
  • 70 gr. di burro chiarificato,
  • 150 gr. di cioccolato fondente 72%,
  • q. b. di zuccherini e confettini.

Preparazione:

Per la preparazione del budino al cioccolato iniziate prelevando il burro dal frigo e facendolo ammorbidire. Badate bene, il burro chiarificato richiede più tempo della variante standard. Poi setacciate per bene l’amido e sminuzzate il cioccolato con un coltello. Ora prendete una pentola e mettete il cioccolato, il burro chiarificato e lo zucchero. Poi accendete a fiamma bassa e fate sciogliere il tutto, mescolando spesso con una frusta. In una seconda pentola scaldate il latte consentito insieme a un cucchiaio di estratto di vaniglia. Appena il composto inizia a bollire, unite l’amido di mais e mescolate per bene.

Ora versate questo secondo composto nel primo (quello col cioccolato) e mescolate con una frusta in modo costante per evitare che si creino grumi. Poi accendete nuovamente il fuoco e portate a bollore, senza smettere di mescolare; cuocete a fiamma moderata per 5 minuti. Inumidite uno stampo per budino con un po’ d’acqua e versate il composto, poi fate intiepidire e conservate in frigo per 4 ore. Infine, sformate il budino capovolgendolo su un ampio piatto piano e guarnite con zuccherini e confettini colorati.

5/5 (470 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

torta di pere

Torta ripiena di pere, un dessert ottimo per...

Torta ripiena di pere, un dolce semplice ma ricco di gusto. La torta ripiena di pere è un dolce che assomiglia a una crostata. Differisce da quest’ultima, però, per la presenza della pasta...

Semifreddo al profumo di arancia

Semifreddo al profumo di arancia, un dessert colorato

Semifreddo al profumo di arancia, perché è così speciale? Il semifreddo al profumo di arancia ha tutte le carte in regole per essere “il dessert” ideale per Carnevale. In primis è colorato,...

Migliaccio di Carnevale

Migliaccio di Carnevale, dolce perfetto per le feste

Migliaccio di Carnevale, un dolce ottimo con il minimo sforzo Oggi vi presento il migliaccio di Carnevale, una torta che molti di voi già conosceranno, anche perché è una delle più famose in...

Stelle ripiene di castagne

Stelle ripiene di castagne per un Carnevale diverso

Stelle ripiene di castagne e uvetta, dei dolcetti colorati e deliziosi Le stelle ripiene di castagne e uvetta sono dei dolcetti squisiti e dal grande impatto visivo, da proporre in particolar modo...

Bollicine con spuma di frutta frizzante

Bollicine con spuma di frutta frizzante, fresco aperitivo

Bollicine con spuma di frutta frizzante, gustoso e fresco Le bollicine con spuma di frutta frizzante rappresentano un’ottima idea per un aperitivo diverso dal solito, una bevanda fresca, colorata...

Cocktail ananas e semi di chia

Cocktail analcolico con ananas per un momento di...

Le particolarità del cocktail analcolico con ananas e semi di chia Il cocktail analcolico con ananas e semi di chia è una bevanda che procede da una particolare selezione degli ingredienti....


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


16-02-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti