Ragnetti di panna cotta al cacao per la festa di Halloween

Ragnetti di panna cotta
Commenti: 0 - Stampa

Ragnetti di panna cotta al cacao, che la festa di Halloween abbia inizio!. Si avvicina l’appuntamento con la popolarissima festa di Halloween. Da giorni fervono i preparativi per rendere questa serata magica ed unica al tempo stesso. Avete deciso di organizzare una cena speciale per festeggiare la vigilia di Ognissanti e vorreste un consiglio su come stupire i vostri bambini con un dolce semplice ma originale? Detto, fatto! Per celebrare al meglio questa ricorrenza, oggi vi propongo una ricetta tutta da condividere in famiglia, naturalmente senza glutine, uova e lattosio: i ragnetti di panna cotta al cacao!

Una prelibatezza semplice da preparare: la panna cotta

Questo dolce al cucchiaio, tipico anche della nostra tradizione, ha una storia antichissima. La sua paternità, però, non è del tutto chiara: c’è chi ritiene siano stati i francesi a introdurlo per primi nella loro gastronomia, altri pensano siano stati gli ungheresi, altri ancora addirittura gli arabi.

Tralasciando il discorso sulle origini della panna cotta, una cosa è evidente: l’arte di preparare una crema che possa avere un aspetto simile a quello di un budino, da gustare al cucchiaio, è giunta anche in Italia, ottenendo un successo indiscusso. Sarà forse per la sua consistenza morbida, per il suo gusto delicato o ancora per la semplicità della sua preparazione?

Il cacao amaro, supercibo dalle proprietà rinvigorenti

Buono, goloso … ma anche salutare. I benefici del cacao amaro sono stati dimostrati a più riprese da ricerche scientifiche di ampio respiro internazionale. Soprattutto per noi donne, il cacao amaro è un valido alleato nell’approvvigionamento di un minerale portentoso qual è il magnesio.

Quando i livelli di magnesio nell’organismo sono contenuti, possiamo sentirci nervose, ansiose, irritabili e, in alcuni casi soffrire d’insonnia e di contratture muscolari. Per questo motivo, fare scorta di magnesio attraverso l’assunzione di cacao amaro è sicuramente molto piacevole!

Tra gli ingredienti di questa golosa e simpatica ricetta, oltre ad alcuni derivati del latte privi di lattosio e al cacao amaro, c’è anche la liquirizia che, assunta in quantità controllate, ha anch’essa numerosi benefici per la salute.

Ragnetti di panna cotta

La liquirizia, sostanza aromatica ricca di proprietà importanti

La liquirizia, pianta originaria dell’area mediterranea e mediorientale, le cui radici sono raccolte nel periodo autunnale e invernale, è consigliata a chi soffre di bassa pressione. Non solo, aiuta a migliorare i disturbi dell’apparato gastrointestinale, compresi aerofagia, stitichezza, digestione lenta e ulcere gastro-duodenali.

Forse non tutti sanno che la liquirizia è anche un toccasana per l’apparato respiratorio. Ha, infatti, il potere di calmare la tosse e favorire l’espulsione del catarro dai bronchi.

Passiamo ora alla delizia di oggi! Sono sicura che saprete apprezzare il gusto, così come la leggerezza e l’alta digeribilità dei ragnetti di panna cotta al cacao.

 Ingredienti per 4-5 ragnetti :

  • 400 gr. di panna consentita,
  • 90 gr. di latte consentito,
  • 80 gr. di zucchero di canna,
  • 15 gr. di cacao amaro,
  • 1 pizzico di vaniglia bourbon in polvere,
  • 10 gr. di colla di pesce,
  • 3-4 rotelle di liquirizia,
  • 2-3 tubetti di liquirizia ripieni

Preparazione:

In una piccola ciotola contenente dell’acqua fredda, mettete la colla di pesce a bagno per ammorbidirla. Lasciatela in ammollo circa una decina di minuti.

Poi, intiepidite il latte in un pentolino e aggiungete la colla di pesce ben strizzata, mescolando bene in modo da scioglierla.

In un’altra piccola casseruola antiaderente stemperate la panna col cacao amaro e lo zucchero, mescolando con una frusta; aggiungete la vaniglia e portate ad ebollizione.

Togliete dal fuoco, lasciate intiepidire un pochino e aggiungete il latte con la colla di pesce, sempre mescolando per bene.

Versate la panna cotta dentro a delle piccole ciotole tonde da pinzimonio del diametro di circa 8 centimetri oppure dentro a degli stampi in silicone a forma di mezza sfera, di circa la stessa misura. Assicuratevi che i recipienti siano ben inumiditi, in questo modo, infatti, si sformeranno meglio!

Mettete le piccole ciotole o gli stampini in frigorifere, lasciando rassodare il tutto per circa quattro ore (anche più tempo, se lo desiderate).

Una volta trascorse le quattro ore, e solo al momento di portare in tavola, sformate su un piatto da portata le mezze sfere di panna cotta: con i tubetti di liquirizia ripieni create degli occhietti, e, con la stringa di liquirizia srotolata, formate le zampette e la boccuccia.

Ecco pronta una divertente idea per preparare la merendina dei vostri piccoli in occasione della tanto amata festività di Halloween!

5/5 (396 Recensioni)
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Madeleine con zucca

Madeleine con zucca, il dolcetto perfetto per Halloween

Madeleine con zucca, un perfetto incontro tra gusto ed estetica Si sa, quando lo scopo è creare dei dolcetti per Halloween anche l’occhio vuole la sua parte, e in senso creativo per giunta....

Risotto di Halloween con salsiccia

Risotto di Halloween con salsiccia, un primo da...

Risotto di Halloween, un primo creativo Il risotto di Halloween non è un risotto come tutti gli altri, d’altronde potete vederlo voi stessi, guardando semplicemente la foto. Ciò che colpisce di...

Brunch di Halloween

Brunch di Halloween, un tris di ricette da...

Perché un brunch ad Halloween? Chi lo ha detto che Halloween si festeggia solo di sera, con il favore delle tenebre? Certo, la festa è associata all’oscurità, alle tematiche horror e noir....

Ragnetti bon bon

Ragnetti bon bon: goliardia e gusto ad Halloween

Ragnetti bon bon bicolore: un dolce economico Volete fare la classica bella figura ad Halloween ma allo stesso tempo vorreste spendere il meno possibile? Preparate dei deliziosi ragnetti bon bon...

Cupcakes ragni salati

Cupcakes ragni salati: una delizia per Halloween!

Cupcakes ragni salati alla zucca: non un dolce come gli altri Come suggerisce il nome i cupcakes ragni salati alla zucca non sono i classici dolcetti di Halloween. Anzi, di dolce hanno davvero...

Tortini di zucca e cioccolato

Tortini di zucca: un Halloween a prova di...

Tortini di zucca, mandorle e cioccolato: belli da vedere e buoni da gustare I tortini di zucca, mandorle e cioccolato sono i dolci perfetti per Halloween, appuntamento che ormai ha preso piede anche...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


14-10-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti