Torta alle mandorle e cioccolato, un dolce goloso

Torta alle mandorle e cioccolato
Commenti: 0 - Stampa

Torta alle mandorle e cioccolato, una copertura spettacolare

La torta alle mandorle e cioccolato è un dessert delizioso, che reca in sé tutte le caratteristiche del dolce perfetto: è buono, relativamente facile da preparare e bello da vedere. L’impatto visivo, gradevole e colorato è determinato dalla copertura alla panna. Il procedimento non è complicato, per quanto esso prevede un uso alternativo della panna, infatti, pur essendo da montare, va riscaldata insieme agli altri ingredienti, portata allo stato di ebollizione, poi fatta raffreddare e arricchita con del burro morbido.

Il risultato è una glassa molto densa, che aggiunge sapore e gusto. Il tutto, poi, è valorizzato da una guarnizione delicata ed elegante, realizzata con dei riccioli di cioccolato. Sulla qualità del cioccolato potete esercitare un certo margine di discrezione, per quanto io consigli il cioccolato fondente, che tra le altre cose è il più salutare.

La mandorla, un alimento davvero salutare

Una delle caratteristiche più importanti di questa torta alle mandorle e cioccolato risiede nella struttura dell’impasto, che è diversa dal solito. Essa, infatti, è valorizzata dalla presenza delle mandorle e dall’assenza di qualsivoglia farina. Nello specifico, le mandorle vanno tritate, mescolate con lo zucchero e aggiunte agli albumi montati. In questo modo si ottiene una specie di impasto estremamente morbido, come morbido è in effetti il risultato finale.

Torta alle mandorle e cioccolato

Le mandorle sono le più apprezzate tra la frutta secca, ma attorno ad esse gravitano alcune credenze, come quella secondo cui farebbero male alla linea. In effetti sì, sono molto caloriche e contengono parecchi grassi. Si tratta, però, principalmente di grassi buoni, che fanno bene alla salute, come gli omega sei e gli omega tre. Le mandorle, poi, sono ricche di vitamine, sali minerali e altre sostanze benefiche. Il riferimento è alla vitamina E, al potassio, al magnesio e al fosforo. Il consiglio, comunque, è di non esagerare con il consumo di mandorle, visto il loro apporto calorico. La dose consigliata da questa ricetta, d’altronde, è molto bassa.

Il burro chiarificato, un alleato ideale per questo tipo di ricette

Un altro ingrediente presente nella lista della nostra torta alle mandorle e cioccolato, e poco utilizzato da chi pratica pasticceria a livello amatoriale, è il burro chiarificato. Di cosa si tratta? Molto banalmente, è il semplice burro privato della caseina. Questo processo rende il burro inodore, quasi insapore e resistente alle alte temperatura. Non è un caso che venga chiamato in causa soprattutto per friggere e per rosolare, in sostituzione dell’olio. Anzi, nei paesi del nord Europa, dalla Francia in su, rappresenta lo standard in questo senso.

Nella ricetta della torta alle mandorle e cioccolato la presenza del burro chiarificato è dato dalla necessità di addensare la panna, senza per questo compromettere il suo gusto. Il risultato è una glassa dalla texture perfetta e dal sapore delicato. Il consiglio è di utilizzare solo burro chiarificato ammorbidito, non sciolto. E’ sufficiente porlo fuori dal frigorifero per qualche minuto prima di utilizzarlo.

Ecco la ricetta della torta alle mandorle e cioccolato:

Ingredienti:

  • 200 gr. di mandorle intere,
  • 160 gr. di zucchero a velo,
  • 5 albumi,
  • q. b. di sale.

Per la copertura:

  • 3 tuorli,
  • 50 ml. di panna da montare consentita,
  • 50 gr. di zucchero,
  • 75 gr. di burro chiarificato,
  • q. b. di riccioli di cioccolato al latte consentiti.

Preparazione:

Per la preparazione della torta alle mandorle e cioccolato iniziate preriscaldando il forno a 160 gradi. Prelevate il burro dal frigo affinché si ammorbidisca, poi fatelo a dadini. Unite le mandorle già tritate e lo zucchero a velo, poi mescolate e mettete momentaneamente da parte. Utilizzando delle fruste elettriche o un mixer a bassa velocità, montate a neve un composto di albumi con un po’ di sale. Unite il composto di mandorle e zucchero a velo con quest’ultimo composto di albumi, poi mescolate con delicatezza fino a ricavare un composto abbastanza omogeneo. Versate quest’ultimo nella tortiera già unta e coperta con carta da forno, poi cuocete per 35-40 minuti a 160 gradi.

Al termine della cottura otterrete una superficie dorata, inoltre verificate il tutto con uno stuzzicadenti, se, infilato nella torta, risulta asciutto, allora la cottura è terminata; in caso contrario è necessario proseguire ancora per qualche minuto. Mentre il dolce si cuoce, occupatevi della copertura. In una pentola versate la panna da montare, lo zucchero e i tuorli. Accendete il fornello a fiamma bassa e portate ad ebollizione mescolando continuamente.

Non appena noterete la prima bolla in fase di cottura, spegnete la fiamma. Il composto deve risultare abbastanza denso, per questo verificate con la prova del cucchiaio: immergetelo, prelevando un po’ di composto, poi capovolgetelo e passate il dito, se rimane la scia vuol dire che il composto è pronto. Infine fate raffreddare il tutto, poi unite poco alla volta il burro chiarificato e mescolate con le fruste elettriche. Lo scopo è di ritrovarsi con una copertura lucida ed abbastanza compatta. Quando la torta è a temperatura ambiente, stendete la copertura così realizzata e decorate con i riccioli di cioccolato. Ora la torta alle mandorle e cioccolato è pronta! Tagliatela a fette e servitela dopo che si sarà raffreddata.

5/5 (521 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Fantabudino di zucca

Fantabudino di zucca, il dessert perfetto per Halloween

Fantabudino di zucca, un dessert facile da preparare Ve ne sarete già accorti spulciando la foto, il fantabudino di zucca è un dolce, o per meglio dire un dessert, non solo buono ma anche...

Cioccolata calda con marshmallow

Cioccolata calda con marshmallow, una pausa golosa

Cioccolata calda con marshmallow, un abbinamento perfetto La cioccolata calda con marshmallow è una bevanda ottima per i pomeriggi invernali, o per una pausa all’insegna della dolcezza e del...

Charlotte con crema di castagne

Charlotte con crema di castagne, una deliziosa scoperta

Charlotte con crema di castagne, sapori d’autunno Oggi vi presento la charlotte di castagne (o meglio con crema di castagne), una torta davvero speciale e in grado di conquistare occhi e palato....

budino sbagliato

Il budino sbagliato di Carlo Cracco per stupire...

Il budino sbagliato, quando la creatività incontra la tradizione Il budino sbagliato è una ricetta di Carlo Cracco, il famoso chef stellato ha deciso di interpretare liberamente la ricetta del...

Victoria sponge cake

Victoria sponge cake, un’idea per la Festa dei...

Victoria sponge cake, una delizia della pasticceria anglosassone La Victoria Sponge Cake, come suggerisce il nome, è una specialità della pasticceria inglese. E' conosciuta anche come Victoria...

Torta fredda con Skyr e frutti di bosco

Torta fredda con Skyr e frutti di bosco,...

Torta fredda con Skyr, una variante sui generis della cheesecake La torta fredda con Skyr e frutti di bosco può essere considerata come l’evoluzione della cheesecake. Il procedimento è simile,...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


20-01-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti