Lasagnette con porri e gorgonzola, un’ottima alternativa

Lasagnette con porri e gorgonzola
Commenti: 0 - Stampa

Lasagnette ai porri con crema al gorgonzola, una valida alternativa

Le lasagnette ai porri con crema al gorgonzola sono una piacevole alternativa alle classiche lasagne alla bolognese. Il procedimento di base è piuttosto simile, ma la lista degli ingredienti, se si esclude la pasta, è completamente diversa. Manca il ragù, come anche le uova e i cubetti di prosciutto. In compenso, però, troviamo delle patate sbollentate e tagliate a fette, e il gorgonzola. Si tratta di una scelta coraggiosa, che punta a valorizzare un formaggio spesso impiegato per tutt’altro genere di preparazione. Una scelta incoraggiata da un gorgonzola speciale, il dolce Igor. Si tratta di un gorgonzola realizzato come vuole la tradizione, che offre il meglio della cultura lattiero-casearia della Lombardia. La materia prima è di eccellente qualità, mentre sono completamente assenti i conservanti, che spesso caratterizzano alcune preparazioni industriali.

Il gorgonzola Dolce Igor è nutriente come solo il vero gorgonzola sa essere. Certo, la presenza dei grassi è ben attestata, ma anche quella di proteine e sali minerali. Nello specifico, questo squisito formaggio apporta una buona dose di calcio, che non ha nulla da invidiare a quella del famoso parmigiano reggiano. Nello specifico di questa ricetta, il gorgonzola viene fatto sciogliere nella besciamella, formando così una crema non eccessivamente densa ma davvero gustosa, in grado di donare profondità organolettica a queste lasagnette.

Vi consiglio le patate a pasta gialla

Le lasagnette con porri e gorgonzola prevedono l’impiego delle patate, quindi sorge spontanea la domanda: quale tipo di patate utilizzare? Una domanda più che legittima, se si pensa al numero di varietà disponibili in Italia. D’altronde, esse differiscono per gusto, consistenza e resa organolettica. Ebbene, in questo caso consiglio le classiche patate a pasta gialla. Esse, infatti, si caratterizzano per una consistenza piuttosto soda, in grado di resistere alle elevate temperature. Una caratteristica necessaria se si considera che le patate, dopo essere state lessate, devono accompagnare la cottura delle lasagne per una buona mezz’ora. Altre tipologie, come le patate bianche, hanno una consistenza farinosa, adatta più che altro alle puree, e non renderebbero appieno in questo genere di preparazione.

Lasagnette con porri e gorgonzola

Ad ogni modo, le patate formano uno degli strati delle lasagne, ovviamente insieme ai porri stufati e alla besciamella aromatizzata al gorgonzola. Una presenza che aggiunge sapore, ma anche molti nutrienti. Le patate, da questo punto di vista, sono alimenti molto preziosi, in grado di apportare carboidrati, proteine e sali minerali. Inoltre, sono meno pesanti di quanto si possa pensare, infatti un etto di patate apporta poco più di 80 kcal.

Tutto il potere nutrizionale dei porri

I porri rappresentano un ingrediente sui generis nelle lasagnette con gorgonzola, eppure possono offrire molto dal punto di vista organolettico e nutrizionale. Nello specifico, vanno tagliati a rondelle e passati abbondantemente in padella insieme a un po’ d’olio e di burro. Dopodiché, vanno inseriti tra uno strato di lasagne e l’altro. Il loro sapore vagamente dolce, ma corposo, si sposa alla perfezione con quello della besciamella al gorgonzola.

I porri sono anche potenti sotto il profilo nutrizionale, infatti sono ricchi di vitamine e sali minerali. Il riferimento è alla vitamina C, ad alcune vitamine del gruppo B, al potassio, al fosforo e allo zinco. Contengono anche alcuni antiossidanti, che fanno bene al cuore e contrastano gli effetti dei radicali liberi.

Ecco la ricetta delle lasagnette ai porri con crema al gorgonzola:

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 gr. di fogli di lasagne all’uovo consentito,
  • 450 gr. di patate farinose,
  • 1 porro,
  • 40 gr. di parmigiano reggiano,
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva,
  • q. b. di sale.

Per la crema al gorgonzola:

  • 1/2 lt. di latte intero consentito,
  • 40 gr. di burro chiarificato,
  • 40 gr. di farina di riso,
  • 250 gr. di gorgonzola dolce Igor,
  • un pizzico di noce moscata,
  • q. b. di sale.

Preparazione:

Per la preparazione delle lasagnette con porri e gorgonzola iniziate lavando le patate, poi fatele bollire per qualche minuto, infine pelatele e fatele a fettine. Poi lavate il porro e tagliatelo a rondelle, infine fatelo stufare a fiamma bassa con un po’ di olio e una noce di burro. In un pentolino scaldate il latte, mentre in un altro pentolino fate sciogliere il burro. Aggiungete la farina al burro fuso e lasciate che si imbiondisca, poi aggiungeteci il latte bollente e mescolate con una frusta fino a creare una besciamella leggermente addensata.

Infine, profumate la besciamella con un po’ di noce moscata e aggiungete un pizzico di sale, poi fate intiepidire il tutto. Ora fate il gorgonzola a pezzi e aggiungetelo alla besciamella affinché si sciolga. Intanto fate bollire la pasta per 1 minuto in acqua leggermente salata, poi scolatela per bene su un canovaccio. Ungete di burro una pirofila e cominciate a riempirla. Nello specifico, alternate la pasta cotta con strati molto sottili di porri stufati, fette di patate e besciamella al gorgonzola. Concludete con i porri e la besciamella, poi date una sventagliata di parmigiano. Cuocete al forno per 20 minuti a 180 gradi. Servite il piatto caldo e buon appetito.

1/5 (2 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

cock a leekie

Cock a leekie, la zuppa di pollo della...

Cock a leekie, un pasto completo e squisito Il cock a leekie è un piatto tipico della cucina scozzese. Si tratta di una cucina che è capace di regalare degli spunti interessanti, diversi da quelli...

Vellutata di finocchi e gamberi

Vellutata di finocchi e gamberi, una crema insolita

Vellutata di finocchi e gamberi, un abbinamento davvero unico La vellutata di finocchi e gamberi è un primo piatto tra il raffinato e il rustico. Si caratterizza non solo per una texture...

fagottini ripieni con carne di gallina

Insoliti fagottini ripieni con carne di gallina e...

Fagottini ripieni, un primo antispreco. I fagottini ripieni con carne di gallina e Grana Padano sono un primo piatto molto particolare. A prima vista, e anche al primo assaggio, appaiono come una...

Zuppa messicana con tortillas

Zuppa messicana con tortillas, una meraviglia piccante

Zuppa messicana con tortillas, un piatto Tex-Mex La zuppa messicana con tortillas è una zuppa molto diversa da quelle della tradizione mediterranea. In primis sono diversi gli ingredienti, infatti...

Gnocchetti tricolore con stracchino

Sfiziosi Gnocchetti con stracchino e prosciutto croccante

Gnocchetti con stracchino e prosciutto croccante, una meravigliosa sinfonia di sapori Gli gnocchetti con stracchino e prosciutto croccante sono un primo piatto molto particolare. In primis perché...

Maccheroncini di Campofilone al ragu

Maccheroncini di Campofilone al ragù, un primo gustoso

Maccheroncini di Campofilone al ragù, quando la semplicità incontra il gusto I maccheroncini di Campofilone al ragù sono un classico della cucina marchigiana e, per la precisione, del comune di...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. A i tanti vegetariani che mi scrivono sul sito, su Facebook, su Instagram etc dicendomi di eliminare la carne dal sito voglio dire una cosa: ci sono categorie di persone, che anche volendo, non possono seguire la dieta vegetariana. Un esempio pratico sono gli  intolleranti al nichel. Il nichel è presente in quasi tutta la frutta e la verdura. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


04-01-2021
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del web, mi conoscono come Nonnapaperina.

Leggi di più

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti