logo_print

Torta agli agrumi, un dolce dai colori e sapori intensi

Torta agli agrumi
Stampa

Torta agli agrumi, una scelta degli ingredienti particolare

La torta agli agrumi è un dolce dal grande impatto visivo, una gioia per gli occhi oltre che per il palato; d’altronde, lo potete vedere dalla foto. Ciò che colpisce di più è la decorazione finale, che sostanzialmente “divide” il dolce in due parti: la prima è dominata dallo zucchero a velo, la seconda da un bel tappeto di mandarini e arance tagliate a fette. Per quanto possa apparire come un dolce gourmet (e in effetti lo è), la torta di agrumi è molto semplice da preparare. Certo, per raggiungere un buon risultato dovrete seguire fedelmente le indicazioni che vi darò, soprattutto per quanto riguarda le dosi. Infatti, è sufficiente una piccola variazione in questo senso per compromettere la resa del dolce.

Come suggerisce il nome, i protagonisti di questa torta sono gli agrumi. Questa ricetta ne prevede ben tre: arance, limoni e mandarini. Per quanto siano oggettivamente molto diversi, in quanto a sapore e caratteristiche organolettiche, hanno alcuni elementi in comune. Per esempio, sono tutti e tre un’eccellente fonte di vitamina C, che come ben sappiamo aumenta le potenzia le difese del sistema immunitario. Inoltre sono anche poco calorici, il ché sostanzialmente rende il loro consumo un must per tutti, e in particolare per chi sostiene regimi alimentari dietetici. Gli agrumi, in questa ricetta, vengono trattati nei modi più disparati: vengono grattugiati, ridotti a succo e posti come decorazione finale.

La torta di agrumi è il dolce perfetto per una merenda corposa, magari accompagnata da un tè o un caffè. Io lo faccio spesso e per l’occasione utilizzo le tazze Brandani, dei prodotti veramente di qualità, oltre che “belle” da vedere. Vi consiglio di dare un’occhiata, alcune tazze sembrano davvero delle piccole opere d’arte!

Le peculiarità della farina di sorgo

Gli agrumi non sono gli unici protagonisti della ricetta della torta agli agrumi. Va segnalata, infatti, la presenza della farina di sorgo, che sostituisce la classica farina bianca. Una sostituzione, questa, che ha almeno due motivazioni. In primis, la volontà di offrire un sentore diverso e di rendere questa torta speciale. In secondo luogo, renderla accessibile a chiunque. La farina di sorgo, infatti, non contiene glutine, dunque è compatibile con i regimi alimentari degli intolleranti a questa sostanza e dei celiaci.

Torta agli agrumi

La farina di sorgo è anche un alimento completo, anzi è proprio considerato un “super-food”. Il riferimento è all’apporto di proteine, che non fa invidia a quello della carne. Si caratterizza, poi, per un indice glicemico basso, elemento di grande importanza per i celiaci. La farina di sorgo è anche ricca di vitamine e sali minerali. Si distingue, infine, per le ottime capacità di panificazione, sebbene in questo caso richieda il “supporto” della fecola di patate.

Perché abbiamo scelto l’olio di riso?

L’olio di riso sostituisce, nella ricetta della torta agli agrumi, l’olio tradizionale. La ragione di questa sostituzione è essenzialmente organolettica e nasconde la volontà di offrire un dolce diverso, come minimo in termini di gusto. Infatti, è molto più leggero, meno pungente e decisamente più delicato. L’olio di riso, proprio come il classico olio di oliva, si caratterizza non solo per la quantità di grassi (che è ovviamente fisiologica), ma anche per alcune caratteristiche benefiche per l’organismo.

Il riferimento è in particolare agli omega tre, sostanze che impattano positivamente sull’organismo a molti livelli, e in particolare sull’apparato cardiocircolatorio, sulla vista e sulle funzionalità cognitive. L’olio di riso, poi, contiene la vitamina E, una sostanza piuttosto rara negli “oli”. Uno dei pregi dell’olio di riso consiste nella capacità di abbassare il colesterolo cattivo, e dunque di apportare un beneficio all’apparato circolatorio riducendo, in particolare, il rischio di infarti. L’olio di riso, infine, contiene molte sostanze antiossidanti in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi e rallentare l’invecchiamento cellulare.

Ecco la ricetta della torta agli agrumi:

Ingredienti:

  • 160 gr, di farina di sorgo;
  • 100 gr. di fecola di patate;
  • 16 gr. di lievito;
  • 250 gr. di zucchero di canna;
  • 250 gr. di uova (circa 5);
  • 80 gr. di succo di arancia;
  • 2 gr. di sale;
  • 160 gr. di olio di riso;
  • 2 arance grattugiate;
  • 2 limoni grattugiati;
  • q. b. di arance e mandarini (per la decorazione).

Preparazione:

Per la preparazione della torta agli agrumi iniziate setacciando la farina di sorgo insieme al lievito e alla fecola di patate. Poi separate i tuorli dagli albumi. Unite i tuorli alle arance, al sale, allo zucchero e ai limoni grattugiati, poi mescolate fino a ottenere un composto morbido e spumoso. A parte mescolate olio e succo di arancia, poi unitelo al composto.

Aggiungete, infine, le farine che avete setacciato. Montate gli albumi a neve ferma, poi uniteli al composto precedente un po’ per volta e delicatamente. Versate tutto nello stampo e cuocete nel forno preriscaldato per 30-50 minuti a 180 gradi. Fate raffreddare la torta, e cospargete la superficie sventagliando su una metà lo zucchero a velo, e adagiando sull’altra metà le fette di arance e mandarini.

Contenuto in collaborazione con Brandani Gift Group

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


10-11-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti