bg header
logo_print

Peixe assado no forno, un secondo gustoso dal Brasile

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Peixe assado no forno
Ricette per intolleranti, Cucina Brasiliana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 00 ore 15 min
cottura
Cottura: 00 ore 40 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
4.5/5 (2 Recensioni)

Peixe assado, un piatto per valorizzare il pesce

Sapete che cos’è il peixe assado no forno? Beh, potrebbe essere definito come il punto di incontro tra la cucina brasiliana e quella del resto del mondo. Infatti, questo secondo è un tradizionale pesce al forno preparato con rosmarino, cipolle e peperoni, verdure alle quali viene affidato il compito di insaporire il pesce. In Brasile, il peixe assado no forno è un secondo davvero molto apprezzato, non solo perché unisce il sapore del mare a quello della terra ma anche perché è un vero concentrato di proprietà benefiche per l’organismo.

Ricetta peixe assado no forno

Preparazione peixe assado no forno

Per la preparazione del peixe assado no forno iniziate pulendo il pesce. Prima privatelo delle viscere, poi sciacquatelo abbondantemente sotto l’acqua corrente, sia dentro che superficialmente. Infine, premete con della carta assorbente sul pesce, in modo da asciugarlo per bene e mettetelo da parte. Coprite una teglia con carta da forno e, intanto, sciacquate con cura le cipolle e i peperoni.

Tagliate le cipolle a fette e i peperoni a listarelle, rimuovendo i semi interni. Adagiate le cipolle e i peperoni nella teglia, condite con un po’ di pepe, un po’ di sale, un bicchiere di vino bianco e l’olio extravergine di oliva. Completate con un po’ di rosmarino. Adagiate le orate sulla teglia, facendo in modo che le verdure siano a contatto con il pesce anche ai lati. Cuocete al forno preriscaldato a 200 gradi per 35-40 minuti. In occasione del passaggio al forno, potete seguire il consiglio che vi ho suggerito prima, ossia mettere una tortiera con dell’acqua sul fondo del forno. Ad ogni modo, terminata la cottura, impiattate prima le orate e poi unite le verdure ancora calde.

Ingredienti peixe assado no forno

  • 4 orate da circa 2 etti cad.
  • 3 peperoni
  • 2 cipolle
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 rametto di rosmarino
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • q. b. di sale
  • q. b. di pepe nero.

Il peixe assado è perfetto anche per la sua modalità di cottura al forno, che assicura di portare in tavola un piatto sano e salutare, visto che è accompagnato anche dalle verdure. Inoltre, le verdure, essendo costituite per lo più da acqua, garantiscono al pesce di mantenere un buon grado di umidità ed evitare così che si secchi. Il segreto per cuocere perfettamente l’orata al forno è quello di mettere nella parte più bassa del forno una tortiera con all’interno dell’acqua, in modo che il vapore possa ottimizzare il processo di cottura del pesce.

Perché scegliere l’orata?

Fermo restando che per realizzare questo peixe assado si può scegliere il pesce che più si gradisce, è anche doveroso evidenziare che quello considerato perfetto – sia per le sue caratteristiche e sia perché si sposa perfettamente con cipolle e peperoni –  è, senza dubbio, l’orata. Questo tipo di pesce è disponibile per tutto l’anno ed è facilmente reperibile, ma ciò che lo rende molto amato in tavola è lo straordinario sapore della sua carne. L’orata, nonostante sia molto diffusa nelle cucine di tutto il mondo, può essere preparata in modi diversi, ognuno dei quali rispetta le tradizioni culinarie di ogni singolo paese. In Brasile viene cotta al forno con un contorno di verdure che ne sublimano il suo gusto.

Peixe assado no forno

Si tratta di un pesce molto economico e, questo aspetto, ne favorisce la sua diffusione su larga scala. A questo, si aggiunge anche il fatto che, essendo l’orata povera di grassi, è uno dei pesci ideali per qualsiasi regime alimentare, ma ancor di più per quelli ipocalorici.

L’apporto nutrizionale dell’orata

Per la preparazione del nostro peixe assado no forno abbiamo scelto l’orata. Ma quali sono i valori nutrizionali di questo tipo di pesce? Per 100 grammi di prodotto, l’organismo riceve un apporto calorico pari a 120 kcal e, nella stessa porzione, sono contenuti 1 grammo di carboidrati, 4 grammi di grassi e ben 21 grammi di proteine. E’ bene sottolineare che i grassi sono monoinsaturi e polinsaturi, ossia quelli che vengono comunemente definiti grassi “buoni”. L’orata è anche ricca di vitamine e sali minerali e, tra questi ultimi, il calcio ed il fosforo sono presenti in ottime quantità.

I benefici di questo pesce non si esauriscono di certo qui, infatti l’orata è un secondo considerato ideale per le sue straordinarie proprietà. Infatti, garantisce il regolare processo di digestione, in quanto risulta altamente digeribile, così come è fondamentale per il rafforzamento del sistema immunitario. Consumare orata in modo regolare significa anche beneficiare del suo potere antinfiammatorio, favorire l’assorbimento del ferro e garantire la mineralizzazione delle ossa. Tra le proprietà benefiche di questo pesce vi è anche la possibilità di prevenire varie patologie, che possono interessare il sistema cardiovascolare. Inoltre la presenza di acidi grassi omega tre garantisce una regolare attività cerebrale e, dunque, la salute del cervello.

Ricette secondi piatti di pesce ne abbiamo? Certo che si!

4.5/5 (2 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...