logo_print

Tyropita, una focaccia alla greca davvero speciale

Tyropita
Stampa

Le particolarità della tyropita

La tyropita, come suggerisce il nome, è una pietanza della gastronomia greca. Potrebbe essere definita come una focaccia realizzata con pasta fillo e con un ripieno composto da formaggio e altri ingredienti. La ricetta è tutto sommato semplice, anche perché proviene direttamente dalla cultura popolare, che in Grecia come in Italia si basa sui canoni della semplicità. La resa, poi, è ottima sia per quanto riguarda il gusto sia per ciò che concerne l’impatto visivo. La focaccia appare morbida, lucida e appetitosa (come in effetti è). Ovviamente, essendo una pietanza popolare, presenta numerose varianti, le quali riguardano soprattutto la farcitura. Quella che vi presento oggi è una variante un po’ particolare che si fregia della presenza di latticini non proprio soliti (come lo Skyr).

Ad ogni modo, a prescindere dalle tante varianti e dalle differenti farciture, tutte le tyropita sono realizzate con la pasta fillo, la quale è a tutti gli effetti il vero leitmotiv di questa ricetta. La pasta fillo, per quanto ampiamente diffusa nel resto del mondo, in realtà è una preparazione di origine greca, che fino a qualche anno fa veniva preparata e consumata quasi esclusivamente entro i confini ellenici o al massimo in Turchia e in Medio Oriente. La pasta fillo non va confusa con la pasta sfoglia, in primis perché è nettamente più sottile, secondariamente perché è realizzata con altri ingredienti.

In particolare nella fillo manca del tutto l’uovo, inoltre si presenta con un sapore piuttosto neutro, il ché in realtà è un vantaggio in quanto sinonimo di versatilità. La pasta fillo può essere utilizzata sia per le preparazioni dolci che per quelle salate, e si presta a una grande varietà di abbinamenti. Tecnicamente è un alimento grasso che apporta circa 300 kcal per 100 grammi e contiene il 6% di liquidi. Da questo punto di vista, però, non presenta grosse differenze con la pasta sfoglia.

Tutti i benefici dello Skyr

Come ho già anticipato la variante di tyropita che presento oggi si caratterizza per una farcitura particolare. Sono presenti i latticini, proprio come la tradizione vuole, ma non si tratta dei soliti prodotti lattiero-caseario. Il riferimento è in particolare alla ricotta e allo Skyr. La presenza della ricotta può essere considerata “insolita” in quanto è una preparazione tipica dell’Italia, ben poco consumata in Grecia. Per quanto riguarda lo Skyr, invece, stiamo parlando di un formaggio scandinavo, che ha poco a che spartire con i classici mediterranei, per quanto – secondo alcuni – si segnalerebbero alcuni punti in comune con lo yogurt greco.

Tyropita

Ad ogni modo, lo Skyr è sia un formaggio sia uno yogurt, a qualificarlo come formaggio è infatti la presenza della cagliata. Al palato, però, si presenta come uno yogurt particolarmente denso, acidulo ma allo stesso tempo gustoso. Lo Skyr è un latticino prezioso non solo in termini di gusto, ma anche soprattutto per le sue proprietà nutrizionali. E’ infatti ricco di proteine e calcio, più della maggior parte dei formaggi e yogurt attualmente in circolazione. Inoltre contiene molti fermenti lattici vivi che impattano positivamente sulla flora intestinale ed un apporto calorico niente affatto esagerato, al di sotto della media degli altri formaggi-yogurt.

I tanti pregi nutrizionali della feta

La tyropita, a prescindere dalle sue varianti, rimane una pietanza greca. In quanto tale non può non contenere la feta, che è il formaggio nazionale greco, quello più conosciuto in patria e al di fuori dei confini ellenici. La feta è un formaggio molto differente rispetto a quelli cui siamo abituati. E’ tecnicamente un formaggio di media-lunga stagionatura, ma al palato si presenta simile a un formaggio poco stagionato. E’ tuttavia molto sapido e si caratterizza per un sapore intenso.

Una delle caratteristiche più particolari della feta è la sua texture, che è piuttosto friabile. Ciò le dona una certa versatilità, soprattutto quando va integrata all’interno di ricette, siano esse liquide (come le zuppe) o solide, come per esempio le torte salate e le focacce farcite. Nonostante sia tecnicamente un formaggio a media-lunga stagionatura non è molto calorico, infatti apporta circa 200 kcal per 100 grammi.

Ecco la ricetta della tyropita:

Ingredienti per 6 persone:

  • 6 fogli di pasta fillo consentita,
  • 400 gr. di feta,
  • 300 gr. di ricotta,
  • 100 gr. di Skyr,
  • 1 mazzetto di menta,
  • 1 uovo,
  • 3 cucchiai di olio extravergine di oliva,
  • q. b. di sale,
  • q. b. di pepe.

Preparazione:

Per la preparazione della tyropita iniziate tagliando la feta a cubetti, poi versatela in un ciotola insieme alla ricotta, un po’ di menta sminuzzata e lo Skyr. Poi regolate il tutto con un po’ di sale e di pepe. Ora prendete una tortiera e stendete 3 fogli di pasta fillo, date una spennellata di olio e adagiate su tutta la superficie il composto alla feta. Infine ricoprite con altri 3 fogli di pasta fillo, data un’altra spennellata di olio e cuocete al forno per circa 20 minuti a 180 gradi. Servite il piatto caldo e buon appetito!



TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti