Dal Giappone spaghetti di soba con pollo e verdure

spaghetti di soba con pollo

Gli spaghetti di soba direttamente dalla tradizione giapponese

Vi piace sperimentare anche a casa i piatti etnici e la cucina orientale? Divertitevi con noi a preparare questo grande classico della cucina giapponese! Gli spaghetti di soba con pollo e verdure sono una ricetta dalle origini molto antiche, una delle più tipiche della tradizione culinaria giapponese. Profumando il tutto con dei semi di sesamo tostati, abbiamo dato un tocco in più ad un piatto che sicuramente avrete avuto modo di provare ed apprezzare mangiando nei molti ristoranti giapponesi presenti in qualsiasi parte d’Italia.

La soba è una particolare pasta fatta con del grano saraceno generalmente in formato di spaghetti o tagliolini. Preparata con vari possibili condimenti e molto spesso con le verdure, la soba viene servita sia calda che fredda e persino in brodo (kake soba).

La tradizione della soba

In Giappone la soba è una delle pietanze più popolari, reperibile nei ristoranti, nelle stazioni ferroviarie ed anche in locali dedicati in cui (come in un fast food) è possibile anche consumarla velocemente in piedi. Ovviamente, il suo consumo in madrepatria, avviene con le caratteristiche bacchette.

Quando anche noi occidentali desideriamo approcciare questo prodotto, dobbiamo prestare attenzione agli ingredienti al momento dell’acquisto. Nei supermercati è facile reperire della soba composta da frumento e grano saraceno. Il prodotto è di qualità superiore e più salutare, quando nella miscela è prevalente la quantità di grano saraceno. Occhio dunque alle componenti che per la pasta di soba sono piuttosto essenziali e devono essere nelle giuste proporzioni. 

spaghetti di soba con pollo

Spaghetti di soba: sapori e salute

Gli spaghetti di soba con pollo e verdure sono un primo ricco e nutriente che deriva dalla sapienza culinaria giapponese. Questi peculiari spaghetti di soba sono ricchi di proprietà nutritive, in particolare vitamine del gruppo B e carboidrati. Come fonte d’energia, importante per l’organismo, gli spaghetti di soba contengono lipidi e proteine. Queste sostanze contenute nella soba sono essenziali per lo sviluppo armonico dell’organismo a livello di organi e muscoli. Allo stesso tempo la soba può aiutare a regolare la temperatura corporea e la produzione ormonale.

Lisina, fenilalanina, leucina, arginina, valina e cistina, sono alcuni degli amminoacidi essenziali contenuti in questo straordinario alimento. Le caratteristiche della soba dimostrano quanto salutari (oltre che buone) possano essere le pietanze giapponesi. La sapienza gastronomica orientale, infatti, spesso trova un equilibrio straordinario tra nutrimento e gusto. Una tradizione culinaria che, anche per questo, ci affascina e non manca mai d’influenzare le nostre sperimentazioni in cucina. 

Ed ecco la ricetta della soba con pollo e verdure:

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 gr. di spaghetti soba
  • 400 gr. di petto di pollo
  • 2 zucchine
  • 2 carote
  • 1 porro
  • 5 cucchiai di salsa di soia
  • 2 cucchiai di semi di sesamo tostati
  • 2 cucchiai di olio di sesamo

Preparazione:

Lavate le zucchine e le carote. Tagliate a julienne. Mondate il porro e tagliate a listarelle

Ripulite il petto di pollo e riducetelo a straccetti. Mettete gli straccetti di carne a marinare nella salsa di soia per circa 20 minuti. Dopo la marinatura, scolate il pollo ma non gettate via il liquido. In una padella, tostate il sesamo con un filo d’olio, aggiungete le verdure e gli straccetti di pollo, saltando il tutto velocemente con una fiamma vivace.

Mettete in cottura, in abbondante acqua lievemente salta, gli spaghetti di soba. Saltate gli spaghetti per 5 minuti, poi versate dell’acqua nella pentola e attendente che riparta il bollore. Quando saranno pronti, versateli nella padella con le verdure ed unite due cucchiai di salsa di soia. Impiattate decorando con altri semi di sesamo.

Print Friendly, PDF & Email

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


02-06-2020
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti