Dal Giappone: il miso e le sue straordinarie proprietà

Alla scoperta del miso

La nostra curiosità per ricette e prodotti di derivazione giapponese non conosce confini. Oltre alle bellezze da visitare, il Giappone è la patria di un patrimonio inestimabile di sapienza popolare e culinaria. Il Miso di cui vi parliamo oggi rientra a pieno titolo in questa categoria. Stiamo parlando di un prodotto fermentato per almeno uno o due anni, all’apparenza una poltiglia, che trattiene in sé proprietà straordinarie capaci di curare il nostro organismo.

Il miso appare sostanzialmente come una crema, dal sapore dolciastro-salato, che si ottiene tramite una lunga fermentazione dei fagioli di soia, uniti al koji (fungo giapponese) ed al sale marino. Il composto ottenuto, dopo mesi di lavorazione, viene poi consumato in zuppe, spesso con l’aggiunta di riso, orzo o altri cereali. In considerazione dei lunghi tempi necessari per la sua preparazione, sono disponibili in commercio vasetti di miso pronto e persino zuppe di miso istantanee (preparabili in pochi minuti con l’aggiunta di acqua bollente) da usare in extremis.

Uno “spazzino” perfetto per il nostro organismo

Una delle proprietà essenziali del miso che, come vedremo, ne ha davvero molte, è la capacità di purificare il nostro organismo. Proprio come uno “spazzino”, il miso tramite i fermenti e agisce nel corpo umano liberando il tratto intestinale dalle scorie; aiuta inoltre a liberarsi dal colesterolo e dai problemi di ipertensione.

miso

Mangiare miso è uno dei “segreti” di lunga vita e buona salute dei giapponesi, un trucchetto che non dovrebbe mai mancare neanche sulle nostre tavole. Un elisir di giovinezza, potremmo dire, che sembrerebbe avere importanti proprietà anti-tumorali, soprattutto per i casi di tumore al seno dei quali sembrerebbe evitare recidive ed insorgenze. 

Il miso come regolatore della dieta

Utilizzato come insaporitore in diversi piatti e zuppe, il miso costituisce uno degli elementi più tipici della tradizione culinaria asiatica. Mangiando miso è possibile assumere un alimento fermentato, arricchito da enzimi, proteine vegetali, amminoacidi essenziali e vitamine. La ricchezza dei nutrienti del miso è talmente ampia da poterlo considerare un vero e proprio integratore alimentale, soprattutto per quei soggetti che – per vario motivo – non hanno nella propria alimentazione il consumo di carne.

Un accorgimento utile, relativamente al consumo del miso, è quello di porlo nelle pietanze solamente a fine cottura. Un processo di cottura troppo lungo, infatti, potrebbe compromettere la vitalità degli enzimi e quindi variare le proprietà del miso.

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *