bg header
logo_print

Caesar salad, un’insalata davvero completa

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Caesar salad
Ricette per intolleranti Cucina americana
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 15 min
cottura
Cottura: 15 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
Array
5/5 (48 Recensioni)

Storia e origini della Caesar salad

La Caesar salad è una di quelle ricette che gli americani attribuiscono alla tradizione italiana, ma non è affatto così. La Caesar salad, sia per le origini che per i principi che stanno alla sua base, è una ricetta al cento per cento americana. Tuttavia, la sua storia è un po’ particolare, anche perché a confondere le acque ci sono alcune leggende sulle sue origini. Una di questa vede come protagonista proprio un nostro connazionale. Sto parlando dello chef italiano Cesare Cardini emigrato negli Stati Uniti. Si narra che Cardini, in un giorno del 1924, sia rimasto a corto di ingredienti, decise di improvvisare una “insalatona” per alcuni avventori americani e, cercando di interpretare il loro gusto, inventò la Caesar salad Rispolverò la ricetta una volta giunto a Los Angeles, città dalla quale effettivamente la Caesar salad si è diffusa.

Ma cos’è precisamente la Caesar salad? Come si prepara? Possiamo definirla come una insalatona a base di petto di pollo. Una caratteristica particolare di questa ricetta è l’impiego abbondante di salse, nel pieno spirito americano. Anzi in questo caso viene utilizzata un’unica salsa, ottenuta dall’unione di tantissimi ingredienti quali la maionese, la senape, le alici, l’aglio, l’olio, il sale e il pepe. Questa salsa contribuisce a rendere più corposa l’insalata, trasformandola in una specie di piatto unico. La Caesar salad è molto buona e anche sostanziosa, ma non propriamente leggera. E’ anche molto semplice da preparare, sebbene richieda un po’ di attenzione nella fase di cottura del pollo.

Ricetta caesar salad

Preparazione caesar salad

  • Per la preparazione della Caesar salad iniziate riscaldando il petto di pollo sulla piastra. Poi lavate per bene la lattuga e tagliatela a strisce.
  • Ora riponete i crostini di pane nel forno e tostateli per 5-6 minuti. Adesso preparate la salsa: unite tutti gli ingredienti in una ciotola, mescolate e versate l’olio extravergine a filo.
  • Prendete ora il pollo, che si sarà intanto raffreddato, e riducetelo a strisce sottili.
  • Adesso componete l’insalata: ponete la lattuga sul fondo, poi il petto di pollo e i crostini tostati.
  • Aggiungete il parmigiano tagliato a scaglie e per finire cospargete il tutto di salsa. A questo punto la
  • Caesar salad è pronta per essere servita.

Per l'insalata:

  • 2/3 cespi di lattuga,
  • 250 gr. di petto di pollo,
  • 130 gr. di parmigiano reggiano 24 mesi in scaglie,
  • crostini di pane consentito,
  • due cucchiai di salsa worcestershire

Per la salsa:

  • 150 ml di maionese,
  • 1 cucchiaino di senape,
  • 4 filetti di acciuga,
  • 2 spicchi di aglio,
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva,
  • q. b. di sale,
  • q. b. di pepe

Perché abbiamo usato il petto di pollo?

Il pollo è il vero protagonista della Caesar salad. La sua presenza in qualche modo segna una differenza con le classiche insalate italiane, che raramente “ospitano” ingredienti a base di carne. Ad ogni modo, il pollo è una presenza preziosa in quanto aggiunge un certo carico di proteine alla ricetta, oltre che un sapore che si sposa alla perfezione con gli altri ingredienti, in particolar modo con la salsa. Per questa ricetta si predilige il petto, in quanto presenta un sapore più regolare ed è più facile da tagliare quindi da integrare nell’insalata. Il consiglio è di tagliarlo a striscioline, più che a cubetti.

Ma è la carne di pollo a rappresentare un ingrediente prezioso. E’ probabilmente il tipo di carne più diffuso e consumato in assoluto, non solo per la sua facile reperibilità. Il sapore, come tutti sanno, è abbastanza delicato, adatto a tutti i palati. La carne è inoltre tenera, leggera e digeribile, dunque apprezzabile anche dai bambini e dagli anziani. La carne di pollo, poi, è poco calorica: conta solo 110 kcal ogni 100 grammi. Altre caratteristiche positiva sono la presenza abbondante di vitamina B3, la discreta concentrazione di magnesio e le elevate quantità di potassio (quasi mezzo grammo ogni 100).

Caesar salad

Come preparare la salsa

Tra i punti di forza della Caesar salad che vi presento oggi spicca la salsa. Come avrete capito è una rivisitazione della salsa che si utilizza in genere per la Caesar salad in versione originale. Infatti, oltre ad includere la salsa worcestershire, l’olio e l’aglio, fa a meno del succo di limone e aggiunge altri due ingredienti: le acciughe, la maionese e la senape. Lo scopo è quello di apportare un surplus di sapore, senza per questo mettere in secondo piano il pollo, la lattuga e il formaggio.

In particolare la maionese aggiunge un tocco morbido e gradevolmente acidulo, mentre la senape propone delle note pesanti e aromatiche. Le acciughe, infine, aggiungono dei sentori marcatamente ittici e una certa sapidità. Preparare la salsa è molto semplice, basta mescolare tra di loro tutti gli ingredienti. Tuttavia, abbiate cura di versare l’olio extravergine di oliva alla fine, versandolo con gradualità.

Inoltre, la salsa non va integrata sulla lattuga, ma sulla Caesar salad già composta, dunque deve coprire uniformemente tutti gli ingredienti.

Parmigiano reggiano: eccellenti proprietà nutrizionali

Rispetto alla classica Caesar salad, la ricetta che vi presento oggi si caratterizza per una piccola variazione negli ingredienti, ossia il parmigiano reggiano fatto a scaglie. Anche questa è una presenza preziosa, in quanto aggiunge un tocco italiano alla pietanza, il ché non fa mai male. E poi si tratta veramente di un ingrediente meritevole di apprezzamento, e non solo perché semplicemente squisito. Il parmigiano, infatti, eccelle soprattutto dal punto di vista nutrizionale. Il riferimento è alla quantità di proteine: 33 grammi ogni 100. Per intenderci, le carni raramente superano i 20 grammi di proteine.

Un’altra caratteristica fondamentale, che ha reso il parmigiano reggiano ancora più famoso, è la straordinaria concentrazione di calcio. Un etto di parmigiano, infatti, contiene 1,1 grammi di calcio, molto più del semplice latte per intenderci. Si apprezza anche la presenza dello zinco, che aiuta la digestione e contribuisce a diminuire lo stress. Stesso discorso per le vitamine del gruppo B, presenti in grandi quantità. E’ vero, il parmigiano è molto calorico (430 kcal per 100 grammi), ma è sufficiente non abusarne per non mettere a repentaglio la linea.

Cos’è la salsa worcestershire

Vale la pena parlare della salsa worcestershire, che è una protagonista indiscussa di questo piatto, oltre che l’unico in grado di qualificare il piatto come una ricetta squisitamente anglosassone. Stiamo parlando infatti di una salsa nata nel Regno Unito, ma che è diventata presto il simbolo della cucina dei paesi anglofoni, Stati Uniti compresi.

E’ una salsa molto intensa a base di cipolla, aglio, acciughe, aceto, estratto di tamarindo e malta. E’ anche molto versatile in quanto dà il meglio di sé sulla carne, sul pesce e persino sulle verdure, come dimostra proprio dalla Caesar salad.

La salsa worcestershire è anche complessa, infatti per essere preparata deve subire un periodo di riposo di svariati mesi, durante il quale si innesca un processo di fermentazione.

Le origini della salsa worcester sono singolari, almeno stando alla leggenda. Essa riporta che un capitano inglese nel Bengala, una volta tornato in patria, commissionò a due cuochi una salsa che potesse essere simile agli intingoli assaggiati durante la missione nel sud asiatico. I due cuochi improvvisarono e fecero un pessimo lavoro. Consapevoli che il loro tentativo era fallito, posero quindi la salsa nello scantinato e se ne dimenticarono. Dopo qualche mese, però, scoprirono che la salsa era diventata semplicemente deliziosa, e iniziarono a proporla ai loro clienti.

Le varianti della Caesar salad

La Caesar Salad è diventata nel corso del tempo un piatto popolare, dunque non stupisce la presenza di molte versioni. La più importante è la versione originale, che resiste nonostante i tentativi di rimaneggiamento. Essa esclude il pollo, mentre prevede l’integrazione di crostini di pane che possono garantire l’elemento croccante.

Alcune varianti interessanti utilizzano derivati della carne. Per esempio, la pancetta o il bacon. In questa veste la Caesar salad acquisisce un carattere decisamente statunitense.

Altre varianti molto diffuse prevedono l’impiego della salsa allo yogurt, in sostituzione del dressing all’olio e succo di limone. Grazie a questo tipo di salsa, l’insalata acquisisce una nota ancora più acidula, introducendo qualche sentore di latte. Ovviamente lo yogurt deve essere greco, che è l’unico che può fungere da intingolo per questo genere di preparazioni.

Esistono anche varianti squisitamente vegane di salsa Caesar salad, che sostituiscono il formaggio con una versione vegetale piuttosto che con la frutta secca. Sono altrettanto buone, anche se un po’ meno complete e decisamente più leggere. Rappresentano comunque un buon pasto unico, utile a chi non può mangiare alimenti di origine animale o vuole sostenere una dieta ipocalorica.

FAQ sulla Caesar salad

Chi ha inventato la Caesar Salad?

Secondo le ipotesi più accreditate, la Caesar salad è stata inventata dal cuoco Cesare Cardini nel 1924. Cardini, non avendo altri ingredienti a disposizione, tirò fuori dal cilindro un’ insalata a base di lattuga e formaggio. Qualche anno dopo emigrò negli Stati Uniti, dove iniziò a servire l’insalata nel suo ristorante, elevandola a must della cucina americana.

Che salsa mettere nella Caesar salad?

Nella Caesar salad si mette una salsa corposa a base di worcester, succo di limone, olio di oliva, aglio. Tuttavia, di recente si sono diffusi “dressing” ancora più sostanziosi, che vedono come protagonisti la maionese e la senape.

Quali sono gli ingredienti della Caesar salad?

Di base gli ingredienti della Caesar salad sono la lattuga romana e un formaggio stagionato, il tutto condito da salse. Ultimamente si è diffusa una versione che integra anche il petto di pollo.

Come si pronuncia Caesar Salad?

Nonostante vanti un’origine italiana, la Caesar Salad è ormai un piatto americano, dunque si pronuncia come un termine inglese: sisar salad.

Ricette di insalatone ne abbiamo? Certo che si!

5/5 (48 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Barfi di anacardi

Barfi di anacardi, una variante del celebre dolce...

Barfi di anacardi, una delizia da gustare I barfi di anacardi sono più buoni dei barfi classici, in quanto sono più ricchi di sapore. Gli anacardi sono infatti tra la frutta a guscio più...

Rose Soan Papdi

Ricetta Rose Soan Papdi: un dolce indiano colorato...

Rose Soan Papdi: una ricetta per chi soffre di intolleranze alimentari Tra i tanti pregi della ricetta del Rose Soan Papdi spicca la piena compatibilità con chi soffre di celiachia e con gli...

Chebakia

Chebakia, dal Marocco un delizioso dolce alle mandorle

Quale miele utilizzare? Una volta modellati, i chebakia vanno fritti in olio di semi, ma la ricetta non si conclude con la cottura. Arrivati a questo punto, infatti, si prepara un composto di miele...