Torta di San Valentino al formaggio Exquisa e pistacchi

Torta di San Valentino
Commenti: 0 - Stampa

Un romantico dessert per due cuori innamorati

La sorpresa di quest’anno ve la sveliamo già: la torta di San Valentino con formaggio Exquisa e pistacchi. Ogni anno, per San Valentino, è sempre un piacere pasticciare in cucina qualcosa di buono per l’occasione. Cerco ogni volta di proporvi tante possibili soluzioni e mi auguro, anche con questa proposta, di aver toccato le note giuste dei vostri gusti e di quelli della vostra dolce metà. È vero che l’amore va dimostrato ogni giorno e non sono il 14 febbraio, ma resto fermamente convinta che la vita vada vissuta a pieno, concedendosi anche qua e là qualche frivolezza.

Sarà pure una festa commerciale ed un po’ scontata, ma l’amore è qualcosa che non dovremmo mai vergognarci di mostrare ed amplificare. Eccomi dunque intenta a comporre un pan di Spagna senza glutine, impreziosito dai pistacchi e composto con nutrienti farine di fonio e piselli. Sapori atipici ma che messi assieme trovano il loro equilibrio vincente, componendo un assaggio per nulla scontato ma davvero delicato e gradevole.

L’incredibile bontà della crema di formaggio Exquisa e pistacchi

Questa torta di San Valentino con formaggio Exquisa e pistacchi ci da la possibilità d’apprezzare una volta di più l’eccellenza dei formaggi spalmabili Exquisa. Questo brand, infatti, utilizza latte delle Prealpi Bavaresi per comporre meravigliosi prodotti senza lattosio, saporitissimi e genuini proprio come il formaggio classico spalmabile Exquisa che abbiamo utilizzato per questo dessert.

Torta di San Valentino

Ad arrotondare un sapore già di per sé ricco, la pasta di pistacchi, dolce e consistente che dona a questa torta una pastosità ed un carattere davvero notevoli ed avvincenti. Ad ogni assaggio potrete distinguere la croccantezza della granella di pistacchi e la cremosità del formaggio Exquisa, il tutto unito alla pasta di pistacchi stessi con cui il formaggio viene montato.

Dopo la cena una torta di San Valentino al pistacchio davvero eccezionale!

I pistacchi sono i semi di piccoli alberi forse originari del Turkestan meridionale, e che si coltivano nei paesi mediterranei e del Medio Oriente da tre o quattromila anni (nel Genesi è detto che tra i doni inviati da Giacobbe a Giuseppe c’erano anche i semi di pistacchio). Il pistacchio preferisce un clima simile a quello adatto alla coltivazione delle mandorle e delle olive e oggi viene coltivato praticamente in tutti i paesi intorno al Mediterraneo, tra cui la Francia meridionale, l’Italia, la Spagna, nonché in Persia, nell’Afghanistan, e nelle regioni sudoccidentali degli Stati Uniti. Se ne coltivano molte varietà; vi sono alberi maschili e femminili.

Il seme della noce di pistacchio è ricoperto da una pellicola rosso-bruna, ma la polpa è verde brillante fin nell’interno. In generale, la gradazione del verde sta ad indicare la qualità del seme. I semi di pistacchio non sono famosi dappertutto come nei paesi dove vengono coltivati, forse perché sono piuttosto costosi.

A chi ha viaggiato nel Medio Òriente è capitato senz’altro di imbattersi nei pistacchi salati, coi gusci che si spalancano come tante piccole conchiglie. I semi di pistacchio sono utilizzati nei torroni orientali e nel locoum (una specialità turca). Si adoperano anche per decorare dolci e costituiscono il colore e l’aroma principale del gelato al pistacchio, cosi popolare in Italia e negli Stati Uniti.

L’aroma dei semi di pistacchio è delicato, e dai migliori si ricavano estratti ed essenze. Si conservano bene e se ne può tenere una piccola scorta in cucina, per mescolarli alle creme o decorarle. I pistacchi compaiono anche in alcuni piatti di carne e di selvaggina, particolarmente nella cucina libanese e in altre del Medio Oriente, ma in questo caso non si possono considerare una vera sostanza aromatica in quanto pur essendo belli da vedere il loto sapore viene in gran parte eclissato. Piii notevole è l’apporto di sapore che danno ad alcuni salumi, come alla mortadella bolognese.

Due parole sulla pasta di zucchero

La pasta di zucchero è una delle preparazioni intermedie più importanti di tutta la pasticceria. E’ un ingrediente trasversale a tutte le tradizioni dolciarie, a tal punto che la ritroviamo nei dolci tipici di molti continenti. Insomma, la pasta di zucchero è internazionale. Ciò non significa che non abbia una origine ben specifica, è stata infatti inventata in Francia a cavallo tra XVII e il XVIII secolo, da uno chef di alto livello. Lo scopo, ieri come allora, era duplice: da un lato aumentare il grado di dolcezza della preparazione, dall’altro consentire di approcciarsi “esteticamente” al dolce stesso, e persino in maniera creativa.

La pasta di zucchero è infatti un elemento fondamentale del cake design, in quanto permette di realizzare effetti e disegni sulla superficie della torta, trasformandola potenzialmente in una piccola opera d’arte. Come tutti sanno, la pasta di zucchero è “modellabile”. E’ difficile fare la pasta di zucchero in casa? In realtà no, anche perché gli ingredienti sono in genere reperibili, e anzi spesso sono anche alimenti di prima necessità, come lo zucchero e il miele. Questa ricetta, però, è un po’ più complessa della forma base. Ho infatti previsto l’uso non solo dello zucchero e del miele, ma anche del glucosio (facoltativo) e dell’agar-agar.

Qualsiasi siano i programmi per la prossima festa degli innamorati la torta di San Valentino con formaggio Exquisa e pistacchi sarà l’epilogo giusto per la vostra cena romantica. A lume di candela, oppure con i vostri figli accanto, non importa, quel che più conta sarà celebrare l’amore e godervi una piacevole serata.

Nel mio piccolo provo a darvi qualche suggerimento. Due calici di bollicine, magari un’insalatina di carote e gamberi light dopo un particolarissimo risotto di fragole e sidro e per dessert, ovviamente, questa squisita torta senza glutine e senza lattosio.

Ed ecco la ricetta della torta di San Valentino:

Ingredienti:

Per il Pan di spagna:

  • 250 gr. di uova intere;
  • 100 gr. di zucchero di canna;
  • 50 gr. d sciroppo di agave;
  • 150 gr. di farina di fonio;
  • 50 gr. di farina di piselli.

Per la bagna:

  • 100 gr. acqua;
  • 50 gr. sciroppo di agave;
  • q. b. di vaniglia.

Per il ripieno e per la decorazione:

q.b. pasta di zucchero

Preparazione:

Per preparare la torta di San Valentino con formaggio Exquisa e pistacchi, dedicatevi intanto alla preparazione del pan di Spagna. Spaccate le uova in una coppa ampia e montatele con lo sbattitore elettrico assieme allo sciroppo d’agave ed allo zucchero di canna. Dovrete ottenere un composto molto spumoso che abbia almeno raddoppiato il volume iniziale. Sollevando le fruste, verificate che il composto in sospensione cada a filo.

A questo punto, aggiungete le farine setacciate poco per volta. Prendete uno stampo a forma di cuore, oliatelo ed infarinatelo accuratamente, dopo di che versatevi il composto all’interno ed infornatelo a 180° in un forno già caldo per circa 10-15 minuti. Nel frattempo che la base cuoce nel forno, prendete un pentolino e dedicatevi alla preparazione della bagna. Portate ad ebollizione l’acqua con lo sciroppo d’agave e la vaniglia. Dopo il bollore spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.

Prendete dunque il formaggio spalmabile Exquisa ed unitelo alla pasta di pistacchio, montando il tutto con lo sbattitore. Composti tutti gli ingredienti e lasciato freddare il pan di Spagna, dedicatevi all’assemblaggio della torta. Tagliate il pan di Spagna a metà, orizzontalmente. Bagnate il disco base di pan di Spagna con lo sciroppo precedentemente preparato e cospargete la granella di pistacchi. Adagiate il secondo disco di pan di Spagna e bagnatelo ulteriormente.

Mettete il tutto in frigo per qualche ora a riposare. Riprendete il pan di Spagna e ricopritelo con uno strato di farcitura al formaggio Exquisa e pistacchi, rivestendo tutta la superficie del dolce. Stendente la pasta di zucchero fino ad uno spessore di 0,3 cm e coprite la superficie, facendo ben aderire la pasta di zucchero alla forma della torta. Decorate la superficie con pasta di zucchero di altri colori, tagliata con un coppa-pasta. Composta la decorazione la torta di San Valentino è pronta al servizio. Buon appetito e buon San Valentino!

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Un brunch di San Valentino

Un brunch di San Valentino davvero originale

Proposte sfiziose per un San Valentino diverso dal solito Il brunch di San Valentino è un’idea per festeggiare la festa degli innamorati in modo diverso. Di solito, si predilige la classica cena...

Mini madeleine al pepe rosa

Mini madeleine al pepe rosa e cacao a...

Mini madeleine al pepe rosa e cacao, un dolce davvero speciale Le mini madeleine al pepe rosa e cacao sono un’ottima idea per San Valentino. L’impatto visivo, i colori (tendenti al rosa) e il...

croquembouche

Croquembouche, deliziosi bignè al caramello

Cosa sono i croquembouche? I croquembouche, osservati dall’esterno, assomigliano alla nostra pignolata, tuttavia dovrebbero essere associati più che altro ai celebri profiteroles. Si tratta,...

Tartare di bisonte con uova di quaglia

Tartare di bisonte con uova di quaglia, un...

Tartare di bisonte con uova di quaglia, un piatto di alta classe La tartare di bisonte con uova di quaglia è un secondo piatto raffinato, da sfoderare durante le occasioni speciali. Io lo...

Red Velvet al mais bianco

Red Velvet al mais bianco, torta per grandi...

Perché questa Red Velvet al mais bianco è diversa dalle altre? La Red Velvet al mais bianco e polvere di ibisco non è una torta come le altre, lo potete intuire dal nome. Certo conserva alcune...

Crostata con marmellata di arance e fragole

Crostata con marmellata di arance e fragole per...

Crostata con marmellata di arance e fragole, una combinazione suggestiva La Crostata con marmellata di arance, un dolce per tutti, Questa ricetta è stata preparata non solo perchè è squisita, ma...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


13-02-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti