bg header

Torta Tarte Tatin, un classico della cucina provenzale

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Torta Tarte Tatin

Tarte Tatin, una torta spettacolare

La torta Tarte Tatin è un dolce tipico della pasticceria francese, in particolar modo di quella provenzale. E’ una torta diversa da quelle cui siamo abituati, sia in termini di sapore sia per ciò che concerne il procedimento. E’ infatti uno dei pochi casi di “torta al contrario”. Si compone in senso inverso, realizzando per ultimo lo strato che fungerà da base. In questa prospettiva, è ovvio, ricopre un’importanza fondamentale la fase finale della ricetta, che prevede appunto il capovolgimento della torta, un po’ come si farebbe con una frittata. Ponete molta attenzione a questa fase in quanto vi è il concreto rischio di rovinare tutto.

Prima di prepararla, è interessante sapere che la Tarte Tatin “originale” è una torta di mele rovesciata nata per errore e che fu ideata molto tempo fa dalle sorelle Tatin, responsabili della gestione del ristorante dell’Hôtel-restaurant Tatin che esiste ancora tutt’oggi.

Quella che vi propongo oggi, però, è una variante un po’ particolare della Tarte Tatin. La base, infatti, è realizzata direttamente con la pasta sfoglia. Questo aggiunge un minimo di difficoltà in più, non tanto nella sua applicazione quanto nella già citata operazione di capovolgimento. Rispetto alla brisé, ingrediente della versione classica, la pasta sfoglia è infatti più fragile. In molti la prepararano con la pasta frolla.  La torta, comunque, ne guadagna in sapore e in struttura. Un altro elemento di differenziazione, per quanto minimo, riguarda la varietà di mele utilizzate, ma ne parlerò nel prossimo paragrafo.

Perché proprio le mele Golden?

Tra la lista degli ingredienti figurano ovviamente le mele, ingrediente principale della torta Tarte Tatin. Tuttavia, se la versione classica della torta prevede le mele “renette”, in questa figurano le mele Golden. Perché proprio questa varietà? In primis perché ho inteso colorare questa ricetta con un po’ di italianità, dal momento che le Golden migliori sono soprattutto quelle italiane e abbondano nel nostro paese. Celebri, per esempio, sono le Golden della Val di Non.

Torta Tarte Tatin

Secondariamente questa varietà si presta maggiormente alla ricetta della Tarte Tatin. Il procedimento, infatti, impone una specie di caramellatura alle mele, e in effetti le Golden sono l’ideale per questo tipo di preparazione in quanto già aromatiche per natura. La ricetta impone anche la cottura delle mele, e in effetti le Golden, essendo croccanti e sode, sopportano benissimo le elevate temperature. Per il resto vantano le stesse proprietà di qualsiasi altra mela, fatta eccezione per gli antiossidanti, che in questo caso sono ancora più abbondanti.

La cannella, un delicato tocco aromatico

La ricetta della torta Tarte Tatin offre qualche margine di discrezione. E’ possibile, infatti, personalizzare il dolce con le spezie, che possono essere inserite ma rimangono comunque facoltative. La spezia ideale per la Tarte Tatin è la cannella, che andrebbe posta dopo aver adagiato gli spicchi di mela sulla base caramellata. Tra l’altro, la cannella si sposa benissimo con la mela in quanto vengono amalgamati due “sentori dolci”, diversi ma compatibili.

La cannella è una delle spezie più usate, anche perché estremamente versatile. Per quanto in Europa, e soprattutto in Italia, sia utilizzata quasi esclusivamente nelle preparazioni dolciarie, si presta anche ad alcuni piatti salati. Aggiunge un tocco di dolce, ma in una prospettiva decisamente aromatica. Come molte spezie spicca per il potere nutrizionale, che sfocia quasi nel terapeutico. Inoltre è ricchissima di antiossidanti, che agiscono sull’organismo a più livelli, impattando in modo positivo sull’apparato cardiovascolare, sui meccanismi di rigenerazione cellulare e contribuendo alla prevenzione del cancro.

Ecco la ricetta della Tarte Tatin:

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia tonda consentita,
  • 4 mele Golden,
  • 120 gr. di zucchero semolato,
  • 60 ml. di panna liquida fresca consentita,
  • 30 gr. di burro chiarificato,
  • 1 limone,
  • q. b. di cannella.

Preparazione:

Per la ricetta della torta Tarte Tatin iniziate il primo passo da fare è lavare e sbucciare le mele. Togliete torsolo, semini e riducete a a spicchi, poi inumiditele con il succo di limone affinché non si anneriscano. Ora occupatevi di preparare il caramello. Versate lo zucchero semolato in un pentolino, accendete la fiamma e iniziate a scioglierlo, non appena si inizierà a sciogliere riducete la fiamma gradualmente. Poi togliete lo zucchero dal fuoco e aggiungete delicatamente, e un po’ alla volta, la panna e il burro. Mi raccomando, prima di inserirlo dovete far sciogliere il burro a bagnomaria o al microonde. Ora riaccendete la fiamma e mescolate delicatamente con un cucchiaio, continuate così fino a quando il composto sarà ben amalgamato e risulterà abbastanza morbido.

Procuratevi una teglia tonda con un diametro da circa 26 cm, versate il caramello e distribuitelo in modo piuttosto uniforme. Non occorre essere precisi in quanto il composto si uniformerà comunque in fase di cottura. Ora adagiate sul caramello gli spicchi di mela, formando una specie di raggiera, poi aggiungete la cannella (facoltativa) e applicate la pasta sfoglia coprendo il tutto. A questo punto cuocete in forno per circa 25 minuti a 200 gradi. A prescindere dal timer, però, la torta deve risultare ben dorata. Estraete la teglia dal forno, copritela con un piatto capovolto, poi giratela sottosopra in modo che la pasta sfoglia funga da base. Sollevate la teglia, fate raffreddare e servite su di un piatto da portata. Potete accompagnare questa deliziosa torta con della creme fraiche o con due palline di gelato alla vaniglia e un buon tè al gelsomino.

4.6/5 (5 Recensioni)
Riproduzione riservata
CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Fekkas

Fekkas, dal Marocco dei deliziosi biscotti alle mandorle

Quali farine utilizzare per i biscotti marocchini? La ricetta dei fekkas non dice molto sul tipo di farina, tuttavia nella maggior parte dei casi si usa la farina normale, ossis la farins zero o...

Karidopita

Karidopita, dalla Grecia una squisita torta alle noci

Cosa sapere sulla farina di mandorle usata per la karidopita La karidopita che vi presento qui si differenzia un po’ dalla ricetta originale per almeno due motivi. In primo luogo perché è molto...

Carne di renna grigliata

Carne di renna grigliata, una salsiccia per eventi...

Cosa sapere sulla carne di renna Vale la pena parlare della carne di renna, che è il vero protagonista di questa ricetta. E’ una carne sui generis molto rara dalle nostre parti, ma che può...

logo_print