logo_print

Insalata di carote, mandarini e gamberoni allo sherry

L’insalata di carote, mandarini e gamberoni allo sherry
Stampa

Un secondo piatto perfetto per la cena di San Valentino?

Preparare una bella insalata di carote, mandarini e gamberoni, per la cena della festa degli innamorati, è di certo una scelta saggia. Infatti, si tratta di una pietanza leggera e nutriente, che vi permetterà di completare il vostro menu senza troppa fatica. Per preparare questo secondo piatto – non preoccupatevi! – non servono grandi doti da un punto di vista culinario: la ricetta prevede una preparazione semplice, ma sofisticata, che vi consentirà in ogni caso di fare un figurone e di conquistare il palato dalla persona amata!

L’insalata di carote, mandarini e gamberoni allo sherry si presenta con un tris di ingredienti principali a dir poco speciali, senza glutine e privi di lattosio, ed è ottima per una serata così romantica. Potrete accompagnarla con un buon vino bianco, fermo o frizzantino, e precederla con un gustoso antipasto e con un primo sensazionale. Chiaramente, troverete tutte le ricette più idonee su questo blog e, sicuramente, la vostra cena a lume di candela sarà un successone! Detto questo, parliamo un po’ della pietanza in questione…

La carota è l’alimento che preserva la salute degli occhi. E il mandarino?

L’insalata di carote, mandarini e gamberoni prevede l’uso di ingredienti genuini e portentosi da un punto di vista nutrizionale e terapeutico. La carota, ad esempio, è in grado di aiutarci a mantenere gli occhi in buona salute, e si presenta persino come una valida alleata dell’intestino. Questo alimento così semplice è ricco di vitamina A e si rivela sempre ottimo e salutare, sia crudo che cotto. Le sue proprietà benefiche sono molteplici anche grazie all’elevato contenuto di antiossidanti, perfetti per favorire il benessere del sistema cardiovascolare e non solo.

La nostra insalata di carote, mandarini e gamberoni piace molto a grandi e piccini, proprio perché ha un sapore delicato e naturale. In particolare, grazie agli agrumi utilizzati, ci propone inoltre una buona scorta di vitamina C, ma anche di magnesio, potassio, ferro e calcio. In questa pietanza non mancano le fibre e tante altre sostanze che favoriscono il corretto metabolismo di zuccheri e grassi, promuovendo la riduzione dei livelli di colesterolo nel sangue. Ma cosa possiamo dire sui gamberoni?

Insalata di carote, mandarini e gamberoni allo sherry: proteine e omega 3 a volontà!

I gamberoni, appartenenti alla famiglia dei crostacei, sono ottime fonti di ferro, calcio, vitamina B1 e B2, e provitamina A. Contengono i cosiddetti grassi buoni, ossia gli omega 3 e gli omega 6, che preservano la salute delle arterie, e rendono la nostra insalata di carote, mandarini e gamberoni ancora più nutriente, nonché ricca di proteine ad alto valore biologico. Acquistare i crostacei freschi e cucinarli al più presto sarà la scelta migliore, sia da un punto di vista culinario che per quanto riguarda le qualità dell’alimento.

Troverete i gamberoni in varie specie, con valori nutrizionali molto simili e tutti idonei per preparare una pietanza semplice e gustosa allo stesso tempo. A questo punto, è arrivato il momento di passare all’azione e di reperire tutti gli ingredienti utili per la preparazione di questo secondo piatto perfetto per la cena di San Valentino. Siete pronti per portare in tavola l’insalata di carote, mandarini e gamberoni allo sherry? Direi proprio di sì. Perciò, diamoci da fare!

Ed ecco la ricetta dell’ Insalata di carote, mandarini e gamberoni allo sherry

Ingredienti per 2 persone

  • 2 carote
  • 4 mandarini o clementine
  • 1 cucchiaino di semini di nigella o sesamo nero
  • 8 code di mazzancolle sgusciate
  • ½ bicchiere di sherry
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe nero q.b.

Preparazione

In una ciotola mettete le mazzancolle insieme a un pizzico di sale, a un goccio d’olio e al succo di un mandarino spremuto. Massaggiatele bene e lasciatele marinare in frigo, coperte di pellicola per circa un’oretta.

Lavate e pelate le carote, grattugiatele con una grattugia a grossi fori e adagiatele in due coppe o piatti monoporzione.

Pelate a vivo 2 mandarini (o clementine) e levate i semini, se presenti. Con un coltellino ben affilato, tagliate i frutti a fette dello spessore di circa 1,5 centimetri, unendoli poi alle carote. Preparate una vinaigrette con olio, sale, pepe e alcuni cucchiai di succo di mandarino spremuto. Condite l’insalata e mettete un attimo da parte.

Prendete una padella antiaderente, ungetela con un goccio d’olio e scaldatela. Togliete le mazzancolle dalla marinata e mettetele in padella, sfumandole a fiamma vivace con lo sherry.

Fate evaporare bene l’alcool, salatele a piacere e saltatele per qualche minuto in modo da cuocerle al punto giusto. Una volta pronte, unitele all’insalata, spolverizzate il piatto con dei semini di nigella o sesamo nero, e servite in tavola.


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette


14-02-2019
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti