Omelette con gamberi e latte di cocco , da non perdere!

Omelette con gamberi e latte di cocco

Sapori esotici con l’Omelette con gamberi e latte di cocco

Che piacere servire a tavola l’Omelette con gamberi e latte di cocco ! Un’ ondata di colori e profumi arriva a tavola e, soffice come una nuvola, questa omelette sprigiona subito il suo bouquet di sapori. Delicata ma saporita al tempo stesso, questa omelette stupisce con i suoi aromi esotici ma non lascia trasparire subito tutte le sue componenti.

Sicuramente, a fine pasto, gli ospiti vi chiederanno come mai era così buona e quali effettivamente fossero gli ingredienti. Divertitevi a spiegare tutto oppure lasciateli nel mistero, sicuramente – in ogni caso – il ricordo di questa omelette speciale rimarrà ben impresso nei loro ricordi gastronomici. E come potremmo stupircene? Basta assaggiare!

Un secondo che non passa inosservato

Le uova in questa Omelette con gamberi e latte di cocco diventano un tripudio di bontà, esaltate dal latte di cocco, dallo zenzero e dagli stessi gamberetti freschi. A tal proposito ci teniamo a precisare che, per un piatto del genere, i gamberetti dovranno essere veramente freschi.

Omelette con gamberi e latte di cocco

Non accontentatevi di un prodotto surgelato o mediocre, questa omelette merita di più, ed anche voi! Fatevi questo regalo di bontà e non ve ne pentirete! Dei gamberetti davvero freschi vi offriranno le migliori proprietà nutrizionali e potrete gustarli in sicurezza.

Non confondiamo frittata ed omelette!

Questa Omelette con gamberi e latte di cocco non ha nulla a che fare con una frittata! Cogliamo l’occasione per sottolineare alcune differenze che a volte sfuggono nell’uso comune delle parole. Frittate ed omelette hanno in comune solo l’uso delle uova ma in realtà differiscono per modalità di preparazione, consistenza ed ingredienti. Intanto, la frittata viene rigirata e cotta da entrambi i lati. Al contrario, l’omelette, per restare più spumosa, viene cotta da un solo lato, lasciando il cuore morbido all’interno. La frittata può contenere nel proprio impasto degli ingredienti di condimento (salumi, formaggi, ortaggi, verdure, ecc.), al contrario l’omelette viene cotta autonomamente e solo in seguito ricoperta dei suoi elementi di farcitura.

La frittata è piatta (o al massimo ripiegata su sé stessa a rotolo), mentre invece la versione francese ad omelette prevede un’unica piega a portafoglio. Se per la frittata la padella può essere unta d’olio, per l’omelette andrebbe utilizzato unicamente il burro. Insomma, le differenze ci sono e sono sostanziali, ma nell’uso comune continua ad esserci sempre una grossa confusione. D’ora in poi però, dopo aver letto queste nostre indicazioni, siamo certi non confonderete più le due ricette e dite a tutti che ve lo ha spiegato Nonna Paperina!

Ed ecco la ricetta dell’Omelette con gamberi e latte di cocco:

Ingredienti per 6 persone:

  • 18 gamberi
  • 2 dl di latte di cocco non zuccherato
  • 50 gr. di zenzero
  • 12 uova
  • 120 gr. di latte consentito
  • 1 mazzetto di erba cipollina
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q. b. di sale e di pepe di Timut

Preparazione:

Cominciate la preparazione dell’omelette con gamberi sgusciando i gamberetti. Pulite i gamberi, rimuovendo il filo intestinale e riponeteli in una coppetta col latte di cocco e lo zenzero grattugiato. Mettete il tutto a marinare in frigo per circa 30 minuti. Trascorso il tempo indicato, scolate i gamberi e conditeli in una coppetta pulita con olio, sale e pepe di Timut appena macinato.

Nel frattempo che i gamberi si insaporiscono, sbattete le uova con il latte. Tagliate finemente l’erba cipollina ed aggiungetela alle uova, aggiustando di sale e pepe. Dividete il composto in 6 porzioni e cuocete in padella un’omelette per volta. Adagiate i gamberetti sull’omelette poco prima di servire il piatto a tavola e decorate con dell’altra erba cipollina tagliuzzata. Buon appetito!


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Devono essere adatti ai celiaci e agli intolleranti al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio Dalla nota ministeriale: E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml


17-02-2019
Scritto da: Tiziana Colombo
Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?

TI POTREBBE INTERESSARE

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


CON LA COLLABORAZIONE DI

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti