Couscous di agnello con verdure dalla tradizione africana

Couscous di agnello con verdure
Commenti: 0 - Stampa

I sapori del basso Mediterraneo sulla nostra tavola

Il couscous di agnello con verdure è un piatto tipico della cucina africana. Un piatto tradizionale che viene personalizzato e modificato nelle varie nazioni che lo consumano comunemente. Potreste trovare ricette con tantissime varianti, come ad esempio quelle comprensive di ceci, zucca a pezzi, verze, peperoni, pomodori, capesante, o magari anche cavolini di Bruxelles. Qualsiasi sia l’esatta ricetta cui deciderete di attenervi, il couscous comprende sempre ingredienti e sapori tipici presenti nel bacino del Mediterraneo.

Un’area così vasta e variegata, ricca di popoli e pietanze, che variamente hanno influenzato e contaminato questa ricetta che, in ogni caso, si mostra genuina, saporita ed interessantissima. Da italiani, se per un giorno avrete voglia di rinunciare alla classica pasta, troverete una valida alternativa nel couscous. Questo prodotto consiste in granelli di semola di frumento che possono essere ammollati e cotti al vapore, condendoli poi variamente. Pesci, crostacei, verdure o carni, si possono abbinare al couscous, componendo piatti diversi ed interessanti.

Cottura al vapore più semplice con la couscoussiera

Uno dei segreti per rendere il couscous di agnello con verdure una pietanza ancor più saporita ed aromatica è quello di utilizzare gli strumenti giusti per la cottura. Per ottimizzare la preparazione del couscous, dopo l’ammollo, è bene completarne la cottura a vapore. Il vapore stesso derivante dalla cottura dei condimenti è il migliore perché portatore di tutti gli aromi e profumi tipici delle verdure, delle spezie e delle carni che man mano si stanno cuocendo.

Il profumo che assume il couscous se preparato con la giusta attrezzatura è impagabile, per questo oggi desideriamo sottoporre alla vostra attenzione un oggetto nuovo per la vostra cucina, ossia la couscoussiera. In particolare, essendo noi sempre attenti ad allergie ed intolleranze, vi segnaliamo l’esistenza della couscoussiera Zeronichel. Questo prodotto, garantito da un doppio rivestimento anti-aderente, senza PFOA, può essere utilizzato su tutti i piani di cottura, a gas, ad induzione e con piastre elettriche.

Couscous di agnello con verdure

Questa particolarissima pentola è in vetro ceramica e, come suggerisce il nome stesso “Zeronichel”, il che ci consente di cucinare senza la preoccupazione che gli strumenti utilizzati possano contaminare con tracce di nichel i nostri alimenti. Un vantaggio inalienabile per quanti soffrono di questa fastidiosissima allergia o intolleranza. In più, si lava in lavastoviglie, quindi tripla comodità!

Stupiamo gli ospiti col couscous di agnello con verdure

La preparazione del couscous di agnello con verdure può essere finalizzata ad una cena tra amici a tema africano, perché no, oppure può semplicemente essere un’alternativa nelle nostre routine quotidiane. Il couscous è talmente buono e genuino che ci viene da prepararlo persino in veste dolce. A nostro avviso, tuttavia, l’abbinata con agnello e verdure è una delle più gustose tra le tante possibilità. Provatela e diteci se siete d’accordo con noi!

Di base, questa versione completa con carne d’agnello e verdure è un’eccellente proposta per un pasto completo ed equilibrato. Il couscous, così come le insalate di pasta, può essere gustato freddo, caldo o tiepido, a gusto personale, il che lo rende particolarmente adatto all’utilizzo on the road, come schiscetta da lavoro o pasto fuori-porta. 

Gli intolleranti al nichel posso mangiare questo favoloso piatto nei giorni di dieta libera.

Ed ecco la ricetta del couscous di agnello con verdure:

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 gr. di couscous di riso;
  • 600 gr. di agnello;
  • 2 cipolle;
  • 4 carote;
  • 3 patate;
  • 4 zucchine piccole;
  • 1 cucchiaio di curcuma macinata;
  • 3 cucchiaini di cumino macinato;
  • 2 cucchiaini di paprika dolce;
  • 200 ml di acqua;
  • 50 gr. di burro chiarificato;
  • 2 cucchiai d’uvetta sultanina;
  • q. b. di peperoncino (facoltativo);
  • 4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva;
  • q. b. di sale.

Preparazione:

Per preparare il couscous di agnello con verdure, prendete subito la couscoussiera e versatevi un giro d’olio nella porzione inferiore. Sbucciate ed affettate finemente le cipolle e soffriggetele nell’olio della couscoussiera. Appena la cipolla comincia a rosolare, aggiungete anche i pezzetti d’agnello. Poi mettete dell’uvetta in ammollo in una coppetta. Rosolate la carne da tutti i lati, poi aggiungete 200 ml d’acqua e lasciate cuocere per circa 10 minuti. Amalgamate le spezie in mezzo bicchiere d’acqua e versatele sulla carne.

Mondate le carote, tagliatele a metà per il lato lungo ed aggiungetele alla cottura. Sbucciate una patata di media grandezza, tagliatela in quattro parti ed aggiungete anch’essa, aggiustando di sale. Lasciate il tutto in cottura, verificando di tanto in tanto che l’acqua non si asciughi eccessivamente e che il sughetto di cottura sia sempre abbondante. Nel frattempo, in una ciotola, unite 1 cucchiaio d’olio, 50 ml d’acqua tiepida, un pizzico di sale ed il couscous. L’acqua verrà gradualmente assorbita, quindi mescolate bene e poi versate il couscous nella parte superiore della couscoussiera.

Sarà il vapore generato dalla cottura della carne e completare la cottura nella parte superiore. Lasciate cuocere per circa 20 minuti, poi prendete il couscous e versatelo in una ciotola. Sgranatelo e rigiratelo più volte, poi mettetelo nuovamente nella parte superiore della couscoussiera per altri 15 minuti. Strizzate l’uvetta ed aggiungetela alla cottura nella parte inferiore. Lavate delle zucchine, tagliatele a pezzi grossi ed unite anch’esse al lato inferiore della couscoussiera.

Trascorsi i 15 minuti, togliete il couscous e mettetelo da parte, magari un piatto grande da portata (meglio se di tipo marocchino). Continuate a sgranare il couscous, poi aggiungete il burro e mescolatelo per bene. Infine, prendete la carne con le verdure e componete il piatto, adagiandoli al centro del couscous. Servite il couscous di agnello caldo, freddo o tiepido, come preferite. Buon appetito!

3/5 (1 Recensione)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Coulibiac di salmone

Coulibiac di salmone, una meraviglia della cucina russa

Coulibiac di salmone, una torta salata di origine russa Il coulibiac di salmone è un'istituzione in Russia e nei paesi limitrofi. Infatti è uno dei piatti tipici più antichi. Si narra che sia...

overnight oatmeal

Overnight oatmeal, una colazione molto particolare

Overnight oatmeal, un’idea per una colazione diversa L’overnight oatmeal è una preparazione della tradizione anglosassone, che sta riscuotendo un certo successo pure dalle nostre parti. Anche...

Hawaiian Guava Cake

Hawaiian Guava Cake, un dolce dal sapore esotico

Hawaiian Guava Cake, un dolce tra sperimentazione e tradizione L’Hawaiian Guava Cake è l'ideale per stupire i propri invitati con una torta che, pur conservando caratteristiche della pasticceria...

Dalgona Coffee

Dalgona Coffee, un dessert fuori dall’ordinario

Dalgona Coffe, una variante ai ceci Il Dalgona Coffee è una ricetta americana, ma non esattamente legata a particolari tradizioni in quanto diffusa solo di recente. Si tratta di un dessert molto...

Pancho cake

Pancho cake, delizioso dolce dalla Russia gluten free

Il pancho cake, un delizioso dolce della tradizione russa La pancho cake è una ricetta della tradizione russa, in realtà frutto della commistione con la cucina francese. Ciò non deve stupire in...

Cupcake indipendenza americana

Torta o cupcakes per la festa del 4...

Torta o cupcakes per la festa del 4 luglio? Ogni occasione è buona per festeggiare, magari preparando una deliziosa torta del 4 luglio. Nel caso foste appassionati di cultura americana, il 4 luglio...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


12-01-2020
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti