Gelatina di Aperol per un cenone di Capodanno chic

Gelatina di Aperol, il cenone comincia dall’aperitivo!

Ci avviciniamo con ansia al cenone di Capodanno e già immaginiamo un aperitivo originale e fuori da ogni schema, proprio come la gelatina di Aperol. Si, avete capito bene, l’Aperol reso a gelatina, così da essere gustato in versione fresca e semi-solida, al cucchiaio. Vi starete chiedendo “perché?” ma in realtà dovreste chiedervi “perché no?”. Quest’anno abbiamo deciso di dare una nuova veste al nostro spritz, senza nulla togliere alla bontà di questo caratteristico drink color corallo.

Nella sua versione a gelatina, l’Aperol da un tocco ancor più particolare all’aperitivo e sprigiona un profumo d’arancio ancora più intenso e gradevole grazie alle zeste alla julienne usate come decorazione. Prosecco, Aperol ed arancia sono infondo tra gli ingredienti più classici previsti da questo drink anche considerando la sua veste tradizionale. Il tocco in più è dato dallo scaldare il tutto sul fuoco ed aggiungere la colla di pesce così da ottenere la consistenza a gelatina, che renderà ancor più particolare il risultato.

Animiamo il Capodanno con gli shot di gelatina

Questa gelatina di Aperol in bicchierini, servita magari in un bel vassoio, è parte integrante del nostro aperitivo previsto per il Capodanno di quest’anno. Quale modo migliore per aprire le danze e stimolare l’appetito se non uno shottino di Aperol? Una piccola nota alcolica, resa più leggera e sfiziosa dalla versione in gelatina. Stupirete tutti, ma sarà uno stupore positivo!

gelatine di aperol

A livello nutrizionale, l’Aperol è abbastanza calorico ma non è certo Capodanno il giorno adatto per pensare alla dieta. Ci basti sapere che questa ricetta è libera dal rischio glutine e lattosio, quindi potremo brindare tutti in allegria e senza pensieri come l’occasione richiede. Se l’idea dei bicchierini non vi convince, potrete tagliare la gelatina con un coltello e magari servila al cucchiaio come dei finger food davvero particolari.

Un’idea chic per avviare la serata

Nelle ultime ore dall’anno, con la tensione crescente verso la mezzanotte, questi bicchierini di gelatina di Aperol sono davvero l’ideale. Nulla vieta, ovviamente, di proporre questa idea anche in qualsiasi altra occasione, ma siamo certi che nel contesto del Capodanno queste gelatine saranno particolarmente gradite. Il profumo di arancia dell’Aperol completa l’aperitivo in vista, magari, delle cosce di faraona marinate all’arancia. E, volendo, potremo restare in tema fino al dessert, sfoggiando le nostre squisite stelle di sfoglia con crema all’arancia e frutti di bosco. Qualunque siano le vostre scelte per il menù delle prossime feste non dimenticate l’ingrediente più importante: la felicità!

Ed ecco la ricetta della gelatina di Aperol per il cenone di Capodanno:

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 ml di Aperol
  • 100 ml di prosecco
  • 5 fogli di colla di pesce
  • 1 arancio

Preparazione:

Per preparare gli shottini di gelatina di Aperol per il cenone di Capodanno, mescolate Aperol e prosecco. Ammollate la colla di pesce nell’acqua fredda. Ricavate circa 25 ml di liquido e versatelo in una pentolina per scaldarlo leggermente. Usate questo liquido riscaldato per sciogliere la colla di pesce, dopo averla strizzata dall’acqua di ammollo. Mescolate fino a completo assorbimento.

Unite tutti i liquidi alla colla di pesce stemperata nell’Aperol e versate il composto negli stampini. Mettete le gelatine ad addensarsi in frigorifero per qualche ora. Ritagliate le zeste d’arancio alla julienne ed usatele per guarnire gli stampini con la gelatina di Aperol. Servite e buon anno nuovo!

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *