Gelatina di Aperol per un cenone di Capodanno chic

Gelatina di Aperol
Commenti: 0 - Stampa

Gelatina di Aperol, il cenone comincia dall’aperitivo!

Ci avviciniamo con ansia al cenone di Capodanno e già immaginiamo un aperitivo originale e fuori da ogni schema, proprio come la gelatina di Aperol. Si, avete capito bene, l’Aperol reso a gelatina, così da essere gustato in versione fresca e semi-solida, al cucchiaio. Vi starete chiedendo “perché?” ma in realtà dovreste chiedervi “perché no?”. Quest’anno abbiamo deciso di dare una nuova veste al nostro spritz, senza nulla togliere alla bontà di questo caratteristico drink color corallo.

Non è un’utopia! Possiamo cucinare usando gli ingredienti giusti e mettendo in tavola dei piatti che vadano bene per tutti, che possano deliziare i palati e rispettare l’organismo di chiunque, in particolare di chi deve stare alla larga dal glutine, da lattosio e/o dal nichel.

Al giorno d’oggi, esistono tantissime pietanze che rispettano questi requisiti e che possono essere offerte in queste due festività più speciali dell’anno: sia per la serata di Capodanno che per il pranzo del 1° Gennaio o anche per l’Epifania, possiamo scegliere tra numerose ricette di cucina, perfette non solo per gli intolleranti.

Il Capodanno si festeggia in ogni parte del mondo e ogni luogo ha le sue tradizioni, sia da un punto di vista culinario che per quanto riguarda le altre usanze.

In questi giorni, ci si veste di rosso, ci si bacia sotto il vischio, si buttano le cose vecchie e si dà più spazio al nuovo e, dalla mezzanotte del 31 dicembre in poi, si festeggia con botti e fuochi d’artificio.

Cos’altro non può mancare? Portare in tavola le migliori ricette di cucina! Soprattutto a Capodanno, che è la festa per eccellenza dove la sfarzosità è concessa, non dovete esitare ad impegnarvi in preparazioni anche più azzardate.

Nella sua versione a gelatina, l’Aperol da un tocco ancor più particolare all’aperitivo e sprigiona un profumo d’arancio ancora più intenso e gradevole grazie alle zeste alla julienne usate come decorazione. Prosecco, Aperol ed arancia sono infondo tra gli ingredienti più classici previsti da questo drink anche considerando la sua veste tradizionale. Il tocco in più è dato dallo scaldare il tutto sul fuoco ed aggiungere la colla di pesce così da ottenere la consistenza a gelatina, che renderà ancor più particolare il risultato.

Animiamo il Capodanno con gli shot di gelatina

Questa gelatina di Aperol in bicchierini, servita magari in un bel vassoio, è parte integrante del nostro aperitivo previsto per il Capodanno di quest’anno. Quale modo migliore per aprire le danze e stimolare l’appetito se non uno shottino di Aperol? Una piccola nota alcolica, resa più leggera e sfiziosa dalla versione in gelatina. Stupirete tutti, ma sarà uno stupore positivo!

Gelatina di Aperol

A livello nutrizionale, l’Aperol è abbastanza calorico ma non è certo Capodanno il giorno adatto per pensare alla dieta. Ci basti sapere che questa ricetta è libera dal rischio glutine e lattosio, quindi potremo brindare tutti in allegria e senza pensieri come l’occasione richiede. Se l’idea dei bicchierini non vi convince, potrete tagliare la gelatina con un coltello e magari servila al cucchiaio come dei finger food davvero particolari.

Un’idea chic per avviare la serata

Nelle ultime ore dall’anno, con la tensione crescente verso la mezzanotte, questi bicchierini di gelatina di Aperol sono davvero l’ideale. Nulla vieta, ovviamente, di proporre questa idea anche in qualsiasi altra occasione, ma siamo certi che nel contesto del Capodanno queste gelatine saranno particolarmente gradite. Il profumo di arancia dell’Aperol completa l’aperitivo in vista, magari, delle cosce di faraona marinate all’arancia. E, volendo, potremo restare in tema fino al dessert, sfoggiando le nostre squisite stelle di sfoglia con crema all’arancia e frutti di bosco. Qualunque siano le vostre scelte per il menù delle prossime feste non dimenticate l’ingrediente più importante: la felicità!

Ed ecco la ricetta della gelatina di Aperol per il cenone di Capodanno:

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 ml di Aperol
  • 100 ml di prosecco
  • 5 fogli di colla di pesce
  • 1 arancio
  • 30 gr. di ribes

Preparazione:

Per preparare gli shottini di gelatina di Aperol per il cenone di Capodanno, mescolate Aperol e prosecco. Ammollate la colla di pesce nell’acqua fredda. Ricavate circa 25 ml di liquido e versatelo in una pentolina per scaldarlo leggermente. Usate questo liquido riscaldato per sciogliere la colla di pesce, dopo averla strizzata dall’acqua di ammollo. Mescolate fino a completo assorbimento.

Unite tutti i liquidi alla colla di pesce stemperata nell’Aperol e versate il composto negli stampini. Mettete le gelatine ad addensarsi in frigorifero per qualche ora. Ritagliate le zeste d’arancio alla julienne ed usatele per guarnire gli stampini con la gelatina di Aperol. Servite con qualche ribes e buon anno nuovo!

5/5 (1 Recensione)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Torta a strati della Befana

Torta a strati della Befana con caramelle

Auguriamoci buone feste con la torta a strati della befana! Questa torta a strati della befana è una meravigliosa ondata di zuccheri ed allegria. Già a vederla si scatena l’acquolina in bocca,...

Strudel della befana

Strudel della befana, quando la calza si fa...

Strudel della befana, un’idea simpatica per grandi e piccini Lo strudel della befana è un’idea creativa per festeggiare l’Epifania. E’ una pietanza riservata ai piccini, ovviamente, ma può...

Panna cotta con cardamomo e pere

Panna cotta con cardamomo e pere, un dolce...

Panna cotta con cardamomo, pere e cannella, un ottimo dessert La panna cotta con cardamomo, pere e cannella non è una panna cotta come le altre. Lo potete notare dalla foto, che rivela un impatto...

Casetta di pan di zenzero

Casetta di pan di zenzero, un dolcetto quasi...

Casetta di pan di zenzero, un dolce per la Befana La casetta di pan di zenzero è un dolce davvero particolare. Per capirlo è sufficiente dare un’occhiata alla foto: si tratta, infatti, di una...

Cheesecake alla melagrana

Cheesecake alla melagrana, gusto e colore a tavola

Cheesecake alla melagrana, una rivisitazione del classico dolce anglosassone La cheesecake alla melagrana è una variante leggermente diversa della classica cheesecake, dolce di origine anglosassone...

Hamburger di zampone

Hamburger di zampone, Capodanno in stile street food

Hamburger di zampone, un’idea simpatica L'hamburger di zampone è un idea sfiziosa per un capodanno diverso dal solito. Potrebbe essere considerato come un piatto capace di coniugare la tradizione...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


30-12-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti