Cake roll al tè Matcha il rotolo Giapponese di pura bontà

Cake roll al te Matcha
Commenti: 0 - Stampa

Dall’Asia il Cake roll al tè Matcha per lasciare a bocca aperta gli ospiti.

Molti pensano che realizzare un cake roll in casa sia complicato. In realtà scoprirete leggendo la ricetta di oggi che si tratta di un dolce semplice e veloce da fare, perfetto anche per le occasioni speciali come feste di compleanno, baby-shower o cene tra amici dove serve un dessert buono e scenografico.

La cake roll si realizza preparando la pasta biscotto, una base sottile e morbida che ricorda quella del pan di Spagna, tanto da venir chiamata anche “pan di Spagna arrotolato”. L’impasto, una volta cotto, viene poi farcito con creme o marmellate e arrotolato su se stesso per ottenere così la classica forma di rotolo farcito.

La pasta biscotto si realizza anche senza glutine

La pasta biscotto o Pasta Biscuit è una preparazione base di origine francese che viene cotta sulla teglia da forno rettangolare e non all’interno di uno stampo da torte. Morbida e sottile, la pasta biscotto si utilizza per realizzare tronchetti e rotoli dolci farciti, proprio come la cake roll al tè Matcha.

Essendo senza burro, la consistenza risulta elastica e flessibile e quindi perfetta per essere arrotolata senza che la pasta si spezzi. A differenza della classica pasta biscotto che viene realizzata con uova, zucchero, scorza di limone e farina 00, questa versione è completamente gluten free, quindi la cake roll perfetta per chi soffre di celiachia e intolleranza al glutine.

Inoltre l’impasto è arricchito da un ingrediente con fantastiche proprietà e mille benefici: il tè Matcha.  Qualsiasi sia la versione di pasta biscotto, la fase più delicata è sicuramente il momento della cottura: la pasta non deve indurirsi eccessivamente ma deve risultare leggermente dorata, morbida e malleabile per permettere di essere poi farcita e arrotolata. Al contrario, se l’impasto viene cotto troppo e quindi diventa asciutto, sarà molto difficile arrotolarlo senza romperlo.
Cake roll al tè Matcha

Perché il tè Matcha fa così bene

Il tè Matcha è il pregiatissimo tè verde giapponese, riconoscibile per il suo caratteristico colore verde brillante. E’ un tè che vanta proprietà salutari davvero eccezionali e valori nutrizionali strepitosi, tanto da essere diventato noto in tutto il mondo. Una sola tazza di tè Matcha è l’equivalente di 10 tazze di tè verde in termini di valori nutrizionali e contenuto di antiossidanti.

I motivi per consumarlo sono tanti: la sua concentrazione di antiossidanti superiore al tradizionale tè verde lo rende efficace per combattere il deterioramento cellulare e l’invecchiamento precoce.

Ha un’azione detox che aiuta a smaltire i grassi in eccesso e mantenere la forma ideale. Il tè Matcha aiuta il sistema immunitario a diventare più forte e a combattere il colesterolo cattivo.

Migliora la resistenza fisica e l’energia e per merito della presenza di clorofilla è un potente detossificante. Per via delle sue proprietà rilassanti e anti stress, il tè Matcha è la tipologia di tè preferita dei monaci buddisti.

Grazie al contenuto di L-teanina, questo tè potenzia la concentrazione, la memoria e le capacità di apprendimento, diventando così un ottimo sostituto del caffè .

Riconoscere il te matcha è facilissimo perché questo è l’unico tè tradizionalmente in polvere e non in foglie, che non si prepara per infusione ma per sospensione. Tre settimane prima del raccolto, le piante vengono coperte con dei teli in modo che rimangano nella penombra. In questo modo si aumenta il contenuto di clorofilla, conferendo il tipico colore verde acceso del tè Matcha. Le foglie vengono poi cotte a vapore, asciugate e macinate per raggiungere la classica consistenza di una polvere finissima. Alcune foglie diventano pregiato tè verde (Gyokuro), altre vengono pulite da steli e nervature e macinate a pietra. Ecco che si ottiene il Matcha.

Ed ecco la ricetta della Cake roll al tè Matcha

Ingredienti:

Per la pasta biscotto al tè matcha:

  • 3 uova medie
  • 65 gr. di zucchero di canna
  • 40 gr. di farina di riso
  • 15 gr. di amido di mais
  • 10 gr. di amido di tapioca
  • 6 gr. di tè Matcha solubile in polvere

Per la bagna:

  • 3 cucchiai di tè Matcha
  • 3 cucchiai di acqua naturale

Per la farcitura:

  • 175 gr. di formaggio fresco cremoso Senza Lattosio Exquisa
  • 150 gr. di panna fresca consentita
  • 2 cucchiaini di zucchero a velo
  • qualche cucchiaio di crema alle nocciole

Preparazione:

Iniziate preriscaldando il forno a 190°C e poi a preparare la pasta biscotto al tè Matcha. Prendete una teglia da 20 x 30 cm e foderatela con la carta forno.

Con una frusta elettrica, montate le uova con lo zucchero in una ciotola capiente finché non saranno gonfie e spumose.

Poi unite il tè Matcha e continuate a montare. Aggiungete le farine setacciandole, amalgamate delicatamente con una spatola per non smontare il composto.

Versate l’impasto nella teglia e livellatelo con una spatola fino ad uno spessore di 1 cm. Procedete infornandolo per circa 10 minuti.

Sfornate, rovesciate la pasta biscotto su un panno pulito ed eliminate delicatamente la carta forno.

Arrotolate la pasta biscotto aiutandovi con il panno e lasciate raffreddare per 30 minuti circa.

Nel frattempo preparate la crema per farcire il rotolo montando la panna fresca con lo zucchero, poi unite il formaggio fresco cremoso e continuate a montare finché la crema non sarà ben gonfia e densa.

Subito dopo preparate anche la bagna mescolando assieme tè Matcha e acqua. A questo punto srotolate la pasta biscotto su un foglio di carta forno, eliminate il panno e spennellate con la bagna al tè Matcha. Versate la crema al formaggio cremoso e spalmatela uniformemente su tutta la superficie

Cospargete con la crema alla nocciola tutta la superficie e arrotolate la pasta su se stessa senza fare troppa pressione e aiutandovi con la carta forno.

Avvolgete il rotolo nella carta forno e tenete in frigo a rassodare per almeno un’ora.

Riprendete la cake roll al tè Matcha dal frigo, aprite la carta forno e tagliate le estremità.

Infine rimettetelo in frigo per un’altra ora prima di servirlo a fette.

5/5 (48 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU
Contenuto in collaborazione con Exquisa

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Coulibiac di salmone

Coulibiac di salmone, una meraviglia della cucina russa

Coulibiac di salmone, una torta salata di origine russa Il coulibiac di salmone è un'istituzione in Russia e nei paesi limitrofi. Infatti è uno dei piatti tipici più antichi. Si narra che sia...

overnight oatmeal

Overnight oatmeal, una colazione molto particolare

Overnight oatmeal, un’idea per una colazione diversa L’overnight oatmeal è una preparazione della tradizione anglosassone, che sta riscuotendo un certo successo pure dalle nostre parti. Anche...

Hawaiian Guava Cake

Hawaiian Guava Cake, un dolce dal sapore esotico

Hawaiian Guava Cake, un dolce tra sperimentazione e tradizione L’Hawaiian Guava Cake è l'ideale per stupire i propri invitati con una torta che, pur conservando caratteristiche della pasticceria...

Dalgona Coffee

Dalgona Coffee, un dessert fuori dall’ordinario

Dalgona Coffe, una variante ai ceci Il Dalgona Coffee è una ricetta americana, ma non esattamente legata a particolari tradizioni in quanto diffusa solo di recente. Si tratta di un dessert molto...

Pancho cake

Pancho cake, delizioso dolce dalla Russia gluten free

Il pancho cake, un delizioso dolce della tradizione russa La pancho cake è una ricetta della tradizione russa, in realtà frutto della commistione con la cucina francese. Ciò non deve stupire in...

Cupcake indipendenza americana

Torta o cupcakes per la festa del 4...

Torta o cupcakes per la festa del 4 luglio? Ogni occasione è buona per festeggiare, magari preparando una deliziosa torta del 4 luglio. Nel caso foste appassionati di cultura americana, il 4 luglio...


Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


20-08-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti