Acqua con ananas e lavanda, un mix per essere in forma

Acqua con ananas e lavanda
Commenti: 0 - Stampa

L’acqua aromatizzata con ananas e lavanda è ideale per un peso forma

L’acqua aromatizzata con ananas e lavanda combina assieme due ingredienti molto salutari capaci di offrire una bevanda dissetante, dal gusto delicato e dalle numerose proprietà benefiche. Oltre a placare la sete, e quindi essere l’ideale durante i mesi estivi, riesce a favorire il metabolismo. Per questa ragione spesso, l’ananas è presente all’interno delle diete ipocaloriche. Trattandosi di un alimento definito “brucia grassi” si raggiunge presto il senso di sazietà e questo impedisce di mangiare senza limite. Seppur il sapore potrebbe apparire un po’ acido, meglio evitare di zuccherare quest’acqua aromatizzata. L’ideale è di assumerla a stomaco vuoto, seguendo questo consiglio si assorbono al meglio tutte le proprietà in essa contenute.

Le numerose virtù appartenenti all’ananas sono associate anche alla bromelina, un importante enzima avente azione digestiva e antinfiammatoria. L’associazione con la lavanda, dal profumo unico e inconfondibile, oltre a rendere aromatico ed intenso il sapore del drink, permette di avere anche un’azione diuretica. In questo modo si eliminano le tossine dall’organismo e si garantisce una funzione detossinante. Per ottenere l’acqua aromatizzata con ananas e lavanda è consigliabile usare un infusore oppure una caraffa, meglio se in vetro. Gli ingredienti presenti sono entrambi gluten e lattosio free, per tale motivo è perfetta per essere consumata da tutti.

L’ananas e i suoi preziosi benefici nutrizionali

L’ananas è un frutto oramai comune nel banco ortofrutta, tuttavia per la preparazione di quest’acqua aromatizzata è necessario che abbia il giusto grado di maturazione in modo da conferire un sapore gustoso. Questo frutto è dissetante, rinfrescante e aumenta il senso di sazietà, quindi risulta ideale nelle diete o per un corretto regime alimentare. Inoltre, permette di contrastare le malattie ossee, ridurre il gonfiore intestinale e combattere la ritenzione idrica. Come già accennato, la bromelina contenuta nell’ananas ha davvero infinite proprietà, inoltre questo frutto è ricco di fibre e consente solo l’accumulo di grasso sano.

lavanda

L’ananas è anche ricca di vitamina C, che rafforza il sistema immunitario ed è particolarmente consigliata durante il periodo estivo. Bere questo tipo di acqua vuol dire contrastare anche le vene varicose, edemi, flebiti e combattere la cellulite. Infatti, la purificazione del corpo, attraverso l’eliminazione delle tossine, è un processo che riduce l‘infiammazione apportando numerosi vantaggi per la bellezza della pelle e la salute dell’organismo. L’assunzione regolare di quest’acqua limita, inoltre, i disturbi alla tiroide e nei pazienti già malati riesce a controllarne i sintomi. Infine previene le infezioni delle vie urinarie e facilita la distruzione dei patogeni che causano la malattia. 

L’ananas è il frutto dell’Ananas sativus, albero originario dell’America tropicale, ora coltivato in tutte le regioni del globo a temperatura calda e umidità elevata. Le migliori piantagioni sono a Singapore, in Indostan, nelle Isole Hawaii, in Giamaica, a Portorico e nel Sud Africa. L’ananas non è un vero frutto ma piuttosto la riunione di tanti piccoli frutti che prendono il nome di “occhi”.

Il frutto composto (sincarpio) ha forma di pigna, risultante da singole bacche agglomerate, contenenti una polpa giallognola zuccherina, di gusto e aroma caratteristici. Il suo peso può variare da 400 g a 5 kg, con valori medi intorno ai 3 kg. Gli ananassi si possono mettere in commercio freschi oppure se ne possono preparare conserve (facendoli bollire nel loro stesso succo) o composte (tagliandoli a fette e immergendoli in sciroppi a base di zucchero). L’ananas si trova tutto l’anno, con la massima disponibilità da aprile a giugno.

Scegliete frutti compatti, pesanti per il loro volume, con una corona di foglie fresche, un aroma fragrante, un bel colore arancio carico e una leggerissima separazione degli “occhi”. Evitate i frutti con “occhi” affossati o appuntiti, la pelle scorticata o foglie imbrunite.

Una corona di foglie, che può essere rimossa facilmente, non indica affatto che il frutto sia sicuramente maturo. Sebbene l’esterno diventi giallo con il passare del tempo, gli ananassi non maturano dopo la raccolta. Se lo acquistate molto maturo conservatelo in frigo.

I segreti dei fiori di lavanda e il loro aroma rilassante

La lavanda, utilizzata nella nostra acqua aromatizzata con ananas, è una pianta certamente nota per la sua intensa profumazione, ma merita di essere apprezzata anche per le numerose proprietà benefiche. Si tratta di una pianta officinale destinata all’uso fitoterapico, composta da oli essenziali come i tannini, i fitosteroli, l’acetato linoleico e la canfora. La lavanda, inoltre, stimola il deflusso delle secrezioni biliari del fegato, un processo depurativo che permette anche di eliminare l’eccesso di aria nell’intestino che causa la sensazione di pancia gonfia. Infine, trattandosi di un potente diuretico, permette di espellere con maggiore facilita le tossine accumulate apportando benefici visibili alla pelle.

A livello olfattivo, il profumo dell’acqua aromatizzata con ananas e lavanda sprigiona un aroma rilassante che permette di avere anche una blanda azione antidepressiva. Trattandosi di una pianta dove i fiori sono di un viola intenso, anche l’effetto cromatico finale risulterà essere molto gradevole. Ovviamente, i fiori di lavanda, sono commestibili quindi non hanno solo una funzione puramente decorativa. In questo modo, se in giardino avete un cespuglio di fiori di lavanda, potete utilizzarla non solo per vivacizzare lo spazio esterno, ma anche per preparare un’ottima bevanda salutare. Un buon modo per stupire i vostri ospiti e per fare bere una bevanda salutare e gustosa ai vostri piccoli!

Ecco la ricetta dell’acqua aromatizzata con ananas e lavanda:

Ingredienti per 1 caraffa:

  • 1 lt. di acqua naturale;
  • 2 fette di ananas;
  • 1 frutto di curcuma fresco;
  • 3 fiori di lavanda.

Preparazione:

Per la preparazione dell’acqua aromatizzata con ananas e lavanda dovete tagliare a pezzetti l’ananas, pelare la curcuma e affettarla in modo molto fine. Poi utilizzate un infusore o una caraffa di vetro dove andrete a mettere l’ananas a pezzi e la curcuma. Il tempo di infusione è di 12 ore, quindi coprite con della pellicola la caraffa e lasciatela riposare in frigorifero. Prima di utilizzare i fiori di lavanda dovete lavarli accuratamente e aggiungerli nel bicchiere. Servite e buon relax!

5/5 (456 Recensioni)

Seguimi su Instagram e Facebook

Mi trovi sui canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Creerò una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte dai lettori e non abbiate paura. Non criticherò nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta!

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Acqua aromatizzata con lime e melissa

Acqua aromatizzata con lime e melissa, molto rilassante

Acqua aromatizzata con lime e melissa, una bevanda salutare L’acqua aromatizzata con lime e melissa è una bevanda che coniuga leggerezza, gusto e attenzione per la salute. E’ una ricetta molto...

verbena

La verbena, una pianta officinale dalle mille proprietà

Le principali caratteristiche della verbena La verbena è una pianta perenne appartenente alla categoria delle verbenacee, che si trova spesso allo stato selvatico ed ha dimensioni contenute (in...

Tisana alla verbena

Tisana alla verbena, una bevanda salutare e depurativa

Tisana alla verbena, altro che camomilla La tisana alla verbena è un’ottima bevanda facile da preparare, che offre molto in termini organolettici e nutrizionali. E’ una bevanda rilassante, come...

Bevanda alla melissa

Bevanda alla melissa, un cocktail analcolico per tutti

Bevanda analcolica alla melissa, una tisana simile ad un cocktail La bevanda alla melissa analcolica è un cocktail molto semplice da realizzare e in grado di regalare molto in termini di gusto e di...

sciroppo di melissa

Sciroppo di melissa, una preparazione multiuso

A cosa serve lo sciroppo di melissa? Sotto certi punti di vista lo sciroppo di melissa è come il classico sciroppo. I suoi usi, infatti, non si differenziano molto dagli altri sciroppi alla frutta,...

Succo di zucca e mela

Succo di zucca e mela, una combinazione perfetta

Succo di zucca e mela, un concentrato di gusto e nutrienti Il succo di zucca e mela è un bevanda dalle mille proprietà. E’ gustosa, leggera, nutriente e bella da vedere (il ché non guasta). Si...


Nota per l’intolleranza al nichel

Note per chi deve seguire una dieta a Basso contenuto di nichel. Da leggere attentamente! Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione e a basso contenuto di Nichel e fare attenzione a tutto quello che ci circomda. Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per dieta vegetariana

La dieta vegetariana è una scelta, che vanta profili ora etici ora salutistici, ma che pone in essere alcune difficoltà dal punto di vista nutrizionale. Molti studi scientifi affermano che la dieta vegetariana non comporta rischi per la salute se e quando è pianificata in modo equilibrato. Diventare vegetariano non vuol dire mangiare solo frutta e verdura. Si devono consumare anche i legumi, le uova, il latte. I celiaci che vogliono seguire una dieta vegetariana devono fare attenzione ad alcuni cereali: il frumento, l’orzo,  la segale, il farro, il kamut e tutti i prodotti da forno che potrebbe presentare tracce di glutine. Ci sono dei momenti della vita: infanzia, adolescenza, o in periodi di gravidanza e allattamento che può essere utile affidarsi a un medico o un nutrizionista, che saprà consigliare e valutare le scelte più adeguate da fare in base alle esigenze nutrizionali.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


28-08-2019
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti