Il raviolo con ripieno di ricotta, radicchio e tuorlo d’uovo

Una ricetta per buongustai? Ecco il raviolo con ripieno di ricotta, radicchio e tuorlo d’uovo!

Ogni volta che organizziamo una cena con amici e parenti, la voglia di stupire è tanta, ma spesso mancano le idee! Proprio per questo ho pensato alla ricetta del raviolo con ripieno di ricotta e radicchio e tuorlo d’uovo, che si presenta come un piatto dal valore gastronomico non indifferente. Gli elementi che lo compongono sono infatti così diversi tra loro, ma si combinano perfettamente e permettono di realizzare una portata unica, delicata, sostanziosa e ricca di colori e sapori sublimi… e con il Pasta Fresca Bel Paese Mix sarà ancora più facile e veloce preparare questa delizia!

La ricotta è una protagonista della cucina, soprattutto di quella italiana. Accompagna, decora e farcisce moltissimi piatti, e la sua candida colorazione crea uno speciale contrasto con gli altri ingredienti che l’accompagnano. Nel caso del raviolo con ripieno di ricotta, donerà un sapore unico al vostro pasto, ma anche un nutrimento da non sottovalutare… E cosa possiamo dire degli altri alimenti protagonisti di questa amabile ricetta?

Non solo ricotta, anche radicchio e tuorlo d’uovo!

Il radicchio è un ingrediente più curioso rispetto alla ricotta: dal sapore rilevante e dal colore deciso, questo alimento diventa fondamentale per la realizzazione del raviolo con ripieno di ricotta, in quanto consente di creare un perfetto equilibrio di sapori, regalando al nostro pasto elevati livelli di minerali, vitamine e antiossidanti! Anche il tuorlo d’uovo può fare la differenza: insieme alla ricotta, propone un buon apporto di proteine ad alto valore biologico e si rivela un toccasana per l’organismo, in particolare per ossa e muscoli.

Come potrete immaginare, tutto questo rende il raviolo con ripieno di ricotta e radicchio e tuorlo d’uovo un piatto sostanzioso, saziante e particolare sotto ogni punto di vista. Tra l’altro, è piuttosto semplice da realizzare, gli ingredienti che lo compongono sono tutti facili da reperire e, in ogni caso, sono capaci di garantire la realizzazione di una portata di altissimo livello gastronomico. Questa pietanza sarà anche facile da digerire e adatta ai vegetariani.

raviolo con ripieno di ricotta

Gli altri ingredienti della ricetta del raviolo con ripieno di ricotta, radicchio e tuorlo d’uovo

Genuino e nutriente, il nostro primo piatto potrà essere realizzato con il mix per pasta fresca, olio extravergine di oliva, parmigiano reggiano e, ovviamente, uova, radicchio e ricotta. Per quanto riguarda quest’ultima, potrete anche prediligere un prodotto senza lattosio, ma comunque sostanzioso e gustoso. Per le uova, vi consiglio di usare quelle di gallina Araucana: sfiziose e adattissime alla preparazione del raviolo con ripieno di ricotta.

Come potrete vedere, con questi semplici ingredienti, avrete la possibilità di realizzare una pietanza eccezionale, sia da un punto di vista organolettico che nutrizionale, senza troppa fatica… ma con tanta soddisfazione! Una volta raviolo con ripieno di ricotta, radicchio e tuorlo d’uovo, non potrete più abbandonare questa ricetta e anche i vostri parenti e amici vi ringrazieranno!

Ingredienti per 4 persone

Per il ripieno
  • 8 piccole uova di gallina (araucana)
  • 250 gr. di radicchio
  • 250 gr. di ricotta delattosata
  • 100 gr. di parmigiano reggiano 36 mesi
  • 2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • q.b. sale

Preparazione

Con la farina formate una fontana su una spianatoia di legno.

Rompete le uova in una terrina e sbattetele aiutandovi con una frusta o una forchetta.

Mettete le uova al centro della fontana creata in precedenza, aggiungete l’olio, l’acqua  e salate a vostro piacere.

Aiutandovi con una forchetta, iniziate a mescolare la farina con le uova. Non appena il composto sarà diventato manipolabile, iniziate a lavorarlo con le mani fino a ottenere un impasto omogeneo e compatto.

Avvolgete l’impasto nella pellicola e fatelo riposare per circa mezz’ora in frigorifero, in modo che risulti poi più morbido ed elastico.

Dividete quindi l’impasto in quattro parti e, con l’aiuto di un mattarello, formate dei fogli spessi circa 3 millimetri.

Lavate il radicchio in abbondante acqua fresca, tagliatelo in spicchi e fatelo lessare in una pentola con acqua salata.

Scolate il radicchio e frullatelo aggiungendovi un filo d’olio. Infine, incorporatelo alla ricotta.

Tagliate 16 dischi di pasta dal diametro di circa 15 centimetri e disponete il composto di ricotta al centro della metà di ognuno di essi lasciando un buco nel centro.

Rompete le uova di gallina, per poi dividere i tuorli dagli albumi, e adagiate i tuorli al centro dei dischi preparati in precedenza.

Chiudete i ravioli adagiando i restanti dischi sopra quelli farciti, per poi chiuderli facendo attenzione a non far uscire il contenuto. Infine, aiutandovi con una forchetta, sigillate i lati.

In una padella fate scaldare un filo d’olio e, una volta caldo, fatevi cuocere per qualche minuto i ravioli, facendo attenzione a non romperli e aggiungendo olio se necessario. Alla fine, salate a vostro piacere.

Impiattate dando due ravioli per ogni porzione, guarnite con il parmigiano, decorate a piacere e servite.

piatto: Royale Porcellane

fornito da Royal Porcellane

Stoviglie fornite da Royal Porcellane

sponsorizzato da La Veronese

Contenuto in collaborazione con La Veronese

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Condividi!

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *