Confettura di ciliegie per iniziare bene la giornata

Tempo di preparazione:

Ciliegia: frutto delizioso e salutare

La ciliegia è uno dei frutti più diffusi in Italia. E’ anche uno dei più buoni, salutari e versatili. Le ciliegie infatti possono essere utilizzate per realizzare dolci, confetture e liquori. I benefici della ciliegia sono attestati da numerosi studi scientifici.

Il loro pregio principale consiste nella presenza davvero abbondante di antocianine (antiossidanti molto potenti). Inibiscono, inoltre, l’accumulo di grassi nelle arterie, producono un’azione antinfiammatoria e contrastano gli effetti dei radicali liberi. Le ciliegie hanno anche una funzione diuretica e depurativa, soprattutto per il fegato, e combattono efficacemente la stipsi.

I benefici della confettura

La confettura di ciliegie è una delle più apprezzate in assoluto, il motivo principale è ovviamente il gusto, che è dolce quanto basta. La confettura è il miglior ingrediente per iniziare la giornata in quanto garantisce il corretto apporto di zuccheri semplici, carboidrati e proteine.

Inoltre, la colazione a base di confetture e fette biscottate/pane è anche abbastanza ipocalorica. Ovviamente dipende dalla quantità di confettura che si spalma, ma in genere quattro fette biscottate ben riempite contengono a malapena 300 kcal. L’apporto calorico è inferiore a quello del cornetto, che però è generalmente fritto e contiene olio, burro etc.

confettura di ciliegie

Quali varietà per la confettura di ciliegie

Delle ciliegie colpisce la presenza di numerosissime varianti. Alcune sono dolci, altre acidule, alcune sono indicate per dolci e confetture, altre esclusivamente per la produzione di liquori. In genere, ad essere maggiormente indicate per la confettura sono le varietà dolci, ma possono andare bene anche alcuni tipi di ciliegie leggermente acidule.

Ci sono però due varietà che, in genere, vengono preferite per questo genere di preparazione: le visciole e le amarene. In particolare le visciole si fanno apprezzare per il sapore a metà strada tra il dolciastro e l’acidulo, combinazione perfetta per le confetture.

Ecco la ricetta della confettura di ciliegie

Ingredienti:

  • 1 chilo di ciliegie fresche
  • 350 g di zucchero di canna
  • 1 limone

Preparazione:

Denocciolate le ciliegie e deponete la polpa all’interno di una ciotola capiente. Quando avete concluso questa operazione, spremete il limone e mescolate con cura. Aggiungete lo zucchero, mescolate nuovamente e coprite. Fate riposare il tutto per tre ore. Dopodichè versate il contenuto della ciotola in una grande pentola antiaderente e fate cuocere a fuoco lento. Fate attenzione alla schiuma che si forma man mano che la cottura prosegue: rimuovetela regolarmente con un mestolo forato. Il tempo di cottura può variare in base alla qualità delle ciliegie e al grado di maturazione.

Per verificare la cottura potete utilizzare la tecnica del piattino: versate un po’ di pre-confettura su un piatto e inclinatelo di circa 30 gradi. Se il composto scende molto lentamente, allora la cottura può dirsi conclusa. A questo punto non rimane che confezionare la confettura. Prendete dei vasetti, puliteli a fondo e versate il contenuto fin quasi all’orlo. Una volta conclusa l’operazione di confezionamento, capovolgete i vasetti e manteneteli in questa posizione fino a quando non si sono raffreddati completamente. Infine, conservate tutto in frigorifero.

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine

Controllate sempre che gli ingredienti che adoperate per la preparazione delle vostre ricette siano adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine. Verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per gli intolleranti al lattosio

Dalla nota ministeriale: E’ stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml

Nota per l’intolleranza al nichel

Nota per l’intolleranza al nichel

Sia che sei intollerante al nichel alimentare, allergico al nichel da contatto (DAC) o che ti è stata diagnosticata La SNAS non esiste una cura definitiva e non esiste un modo per eliminare questo metallo dalla vita di una persona. Per alleviare i sintomi è necessario seguire una dieta a rotazione a basso contenuto di Nichel e osservare tutte le regole relative a cosmetici, detersivi, pentole e stoviglie, abbigliamento idoneo etc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *