bg header
logo_print

Blue hawaiian, versione azzurra della piña colada

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Ricetta proposta da
Tiziana Colombo

Blue hawaiian
Ricette per intolleranti, Cucina Italiana
Ricette vegetariane
Ricette senza glutine
Ricette senza lattosio
preparazione
Preparazione: 5 min
cottura
Cottura: 00 min
dosi
Ingredienti per: 4 persone
Stampa
4.4/5 (7 Recensioni)

Blue hawaiian, un cocktail tropicale

Avete mai sentito parlare del Blue hawaiian cocktail o Hawaiian blue drink ? Chiudete gli occhi per un momento e immaginate di trovarvi su una spiaggia paradisiaca delle Hawaii. All’improvviso il cameriere vi serve una bevanda dal colore azzurro acceso. Ed ecco a voi il famoso Blue Hawaiian, un cocktail preparato a base di rum bianco, Blue Curaçao, sciroppo di cocco, sweet and sour  e una spruzzata di succo d’ananas. La versione blu della famosa piña colada. Da non  confondere con il cocktail Blue Hawaii e il Cocktail Blue.

Cocktail hawaiani? Parliamone. Se volete riportare le onde e le spiagge delle Hawaii direttamente a casa vostra, è facile e veloce. Vi svelo le dosi e la semplicissima preparazione di questo aperitivo hawaiano dal colore inteso, da riproporre a fine serata o durante un aperitivo con gli amici. Per rendere ancora più esotico il momento, non dimenticate di decorare il bicchiere con dei pezzi di frutta e uno stecchino con  un ombrellino colorato. Se volete offrire un’alternativa senza alcol ai vostri ospiti, provate a elaborare anche il cocktail analcolico zenzero e cannella che vi ho già proposto su NonnaPaperina.

Ricetta Blue hawaiian

Preparazione Blue hawaiian

Mettete dei cubetti di ghiaccio in un bicchiere di tipo highball. Il bicchiere giusto da utilizzare dovrebbe essere l’ Hurrican glass.

Aggiungete il rum, il Blu Curacao, lo sweet and sour mix e lo sciroppo di cocco. Infine unite il succo d’ananas a ri­empite e decorate con la ciliegia al Maraschino e una fetta di ananas.

Ingredienti Blue hawaiian

  • 5 cl. di rum bianco Bacardi
  • 5 cl. di Blue Curaçao
  • 1 cl. di sciroppo o crema di cocco
  • 2 cl. di sweet and sour mix
  • 1 spruzzata di succo di ananas
  • 1 ciliegia al Maraschino.

Il segreto del Blue Hawaiian: il Blue Curaçao

Qual è l’origine del cocktail hawaiano? Tutto nacque con il Blue Curaçao. Un rappresentante di questa bevanda sfidò il barman dell’Hilton Hawaiian Village (Waikiki, Hawaii), Harry Yee, a creare un nuovo cocktail a base di Blue Curaçao. Era il 1957. Da quel momento, il Blue hawaiian si è trasformato in un cocktail molto richiesto soprattutto durante l’aperitivo, magari a bordo piscina. Senza dubbio, è una bevanda che riporta all’estate, grazie alla sua freschezza e al sapore del cocco e dell’ananas.

Cos’è esattamente il Blue Curaçao? La sua storia inizia addirittura nel 1500, quando gli spagnoli decisero di piantare gli aranci di Valencia nell’Isla de Curaçao, nel Mar dei Caraibi. Tuttavia, le arance nate non avevano un sapore gradevole. Qualcuno però, si rese conto che la buccia di questi frutti, se fatta essiccare, poteva essere la giusta base per un liquore, chiamato proprio Curaçao. Anche se il suo colore è trasparente, vengono utilizzati dei coloranti per dare un aspetto diverso a questa bevanda, fra cui il blu.

Blue hawaiian

È arrivato il momento di preparare l’aperitivo!

Ora che ne sapete di più sulle origini e sulla storia del Blue hawaiian, non resta che mettervi all’opera ed elaborare questo cocktail tropicale. Non sarà difficile reperire gli ingredienti principali visto che li potrete trovare in qualsiasi supermercato ben fornito. Prima di prepararlo, però, è arrivato il momento di pensare agli snack da preparare per i vostri ospiti. Sul sito di Nonna Paperina potrete trovare tantissime ricette per i vostri stuzzichini e per tantissime salse.

Non esagerate con gli snack perché, solitamente, l’aperitivo, soprattutto se fatto a casa, serve semplicemente a godersi un momento di relax con gli ospiti prima di cena (o prima di pranzo). A tal proposito scegliete degli stuzzichini sani, facendo attenzione alle eventuali intolleranze alimentari di ciascuno. Vi ho proposto in passato, ad esempio, le chips di caco o i vol au vent con avocado salmone e fragole. Le possibilità sono infinite per celebrare un aperitivo con gli amici e per sorseggiare allegramente un Blue hawaiian!

La cucina hawaiana, una gradevole scoperta

Se è vero che il Blue hawaiian, come qualsiasi cocktail del resto, può essere servito come aperitivo prima di una cena, ma perché non impostare quest’ultima secondo la tradizione hawaiana? Una tradizione molto particolare e diversa da quella mediterranea, ma che può essere apprezzata da tutti. La cucina hawaiana è dominata dal concetto di colore: quasi tutti i piatti spiccano per una varietà cromatica dovuta alla presenza costante della frutta esotica (cocco, ananas, guava, mango etc.). Questi ingredienti si ritrovano spesso nelle celebri bowl, che non di rado sono arricchite da carne e pesce, in un connubio dolce-salato davvero degno di nota. La cucina hawaiana propone come base il riso, ma non manca nemmeno la pasta.

La parola d’ordine è quindi varietà. Essa deriva dal carattere fusion della cucina hawaiana, frutto delle influenze dei vicini paesi asiatici e del Portogallo (che ha gestito il paese per un lungo periodo di tempo). Tale varietà si riscontra anche nel folclore delle Hawaii, come si evince dalle numerose feste nazionali, teatro di coreografie colorate, danze a metà strada tra l’antico e il moderno e musiche popolari. Cosa preparare per una cena hawaiiana? C’è solo l’imbarazzo della scelta, specie tra i piatti più tipici: Lomi Salmon, Maiale Lau Lau, Pollo Huli Huli, Calamaro Luau e molto altro ancora.

Ricette e piatti tipici delle Hawaii ne abbiamo? Certo che si!

4.4/5 (7 Recensioni)
Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Spumone alle fragole

Spumone alle fragole, un cocktail dessert morbido e...

Tutta la bontà delle fragole Le protagoniste di questo spumone sono naturalmente le fragole. Queste vengono semi-congelate e frullate per ottenere una purea molto densa e omogenea. La purea viene...

Ranch Water

Ranch Water, ecco come si fa il famoso...

Uno sguardo sulla tequila Vale la pena parlare della tequila, che è la vera protagonista del Ranch Water. Nello specifico parliamo della tequila bianca. Rispetto agli altri tipi di tequila non è...

Cocktail leggero con azzeruoli

Cocktail leggero con azzeruoli per un aperitivo rinfrescante

Un focus sugli azzeruoli Gli azzeruoli sono frutti molto particolari e sono ideali per un cocktail leggero come questo. Un tempo erano molto consumati, poi caddero nell’oblio durante l’età...