Vol au vent con avocado salmone e fragole

Vol au vent con avocado salmone e fragole
Commenti: 0 - Stampa

I piccoli vol au vent con avocado salmone e fragole

I vol au vent con avocado salmone e fragole sono un contorno particolare ed è davvero unico nel suo genere. Un accostamento tra le note dolci delle fragole, accompagnato dal sapore salato e più deciso del salmone, il tutto su piccoli letti di pasta sfoglia, i vol au vent fatti in casa con le proprie mani. Si, perché farli in casa non è certo impossibile anzi…ve lo vogliamo dimostrare.

Acquistarli già surgelati, certo, è più semplice ma non dà alcuna soddisfazione. Anche dal punto di vista della genuinità non c’è paragone. I vol au vent con avocado salmone e fragole che vogliamo suggerirvi sono invece genuini, semplici e veloci da realizzare e saranno sempre fragranti e perfetti per essere farciti con la guarnizione che più si preferisce.

L’elegante finger food da gustare in compagnia

Queste piccole tartine di pasta sfoglia, facili da preparare e molto belle da vedere, vantano una storia lunga e molto interessante. Esse sono sicuramente fra i più famosi prodotti della cucina francese, da servire caldi o freddi, come antipasto o come aperitivo. I vol au vent con avocado salmone e fragole confermano la caratteristica dalla quale prendono il nome. Davvero sono così leggeri da poter essere portati via dal vento!

Per questo sfizioso contorno impiegheremo le fragole, frutto amatissimo dai bambini, che simboleggia l’arrivo della bella stagione, sinonimo di colore e allegria. A parte il successo tra amici e parenti, i nostri vol au vent rappresentano una miniera di validi nutrienti quali: omega 3 (contenuto nel salmone) vitamina C (di cui le fragole sono ricche), calcio e potassio (che abbondano nell’avocado).

Voul a vent con Avocado salmone e fragole

Qualche curiosità sui vol au vent con avocado

La storia di questi piccoli cestini di pasta sfoglia è molto antica. La tradizione vuole che la loro origine sia da attribuire all’iniziativa della chef francese Marie-Antoine Carême (1784-1833) che avrebbe sostituito una crosta pesante, alla stessa non gradita, con l’impasto leggero di questi contorni leggerissimi e friabili, che davvero si sciolgono in bocca e che possono essere mangiati uno dietro l’altro.

I vol au vent con avocado salmone e fragole rappresentano la cornice perfetta di un pranzo o una cena elegante e fine, ma anche pratica e veloce. Questi piccoli cestini possono essere comodamente portati ovunque, ad esempio, in occasione di una gita fuori porta o di un pic-nic all’aperto. Una cosa è certa: non occupano spazio e hanno un peso del tutto irrisorio. Il massimo per chi vuole organizzare una gita senza dover portare dietro troppa roba.

Ed ecco la ricetta dei Vol au vent con avocado salmone e fragole

Ingredienti per 4 persone:

  • 12 vol au vent
  • 150 gr. di salmone affumicato
  • 1 confezione Fiocchi di Latte Exquisa
  • 100 gr. di fragole
  • 1/2 avocado
  • 1/2 limone
  • 2 cucchiai di olio d’oliva extra vergine
  • q.b sale e pepe

Preparazione

Srotolate il primo disco di pasta sfoglia e, utilizzando un tagliapasta circolare da 6 cm di diametro, ricavate tanti dischetti cercando il più possibile di evitare avanzi di pasta.Procedete in questo modo anche con il secondo rotolo di sfoglia.

Tenete da parte 12 dischetti e disponeteli su una teglia foderata di carta forno.Sui dischetti restanti praticate un foro centrale utilizzando un tagliapasta più piccolo (circa 3-4 cm di diametro) in modo da ricavare tante corone.

Bucherellate con i rebbi di una forchetta i 12 dischi pieni e spennellateli con l’uovo sbattuto.

Su ciascuno di essi posizionate 3 corone avendo cura di pennellare sempre con l’uovo sbattuto anche nei bordi. Questa operazione non solo serve a fissare le corone tra loro, ma ha la funzione di consentire la caratteristica colorazione dorata dei vol au vent.

Cuoceteli nel forno già caldo a 200° per 10-15 minuti o comunque fino a quando i vol au vent appariranno gonfi e dorati. Lasciate raffreddare.

Sbucciate l’avocado, tagliate a metà e togliete il nocciolo. Tagliate la polpa a dadini. Lavate velocemente sotto l’acqua corrente le fragole e togliete il picciolo. Tagliate le fragole a fettine.

Nel frattempo versate nel frullatore ¾ del salmone affumicato, i fiocchi latte,  i dadini di avocado, un pizzico di sale e pepe. Azionate fino ad ottenere una crema omogenea.

Con l’aiuto di un cucchiaio riempite i vou la vent con il composto e decorate con dei pezzettini di salmone e delle fettina di fragole

5/5 (452 Recensioni)

Seguimi sui social

Mi trovi su quasi tutti canali social come Nonnapaperina. Se prepari una mia ricetta e la pubblichi su Instagram o Facebook, aggiungi l’hastag #nonnapaperina, taggami e sarò felice di riconviderla nelle mie storie.

Ho intenzione di creare una raccolta con tutte le ricette che verranno proposte da voi e non abbiate paura. Non sono una chef professionista e non mi permetterò di non criticare niente e nessuno!!! Don’t worry be happy.

Buon lavoro e aspetto la tua ricetta! E se hai bisogno di qualche consiglio non esitare.

CONDIVIDI SU

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare HTML tags e attributi:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TI POTREBBE INTERESSARE

Camembert con aglio e rosmarino

Camembert al forno con aglio e rosmarino, una...

Camembert al forno con aglio e rosmarino, un antipasto suggestivo Il Camembert al forno con aglio e rosmarino può essere definito un antipasto fuori dall’ordinario. A suo modo, il metodo di...

Falafel con lupini

Falafel con lupini, un delizioso spuntino vegetariano

Falafel con lupini, a metà strada tra la cucina araba e mediterranea I falafel con lupini sono uno spuntino vegetariano, molto leggero e nutrienti. Si tratta, di base, di polpettine realizzate con...

Focaccia con filetto di maiale tonnato

Focaccia con filetto di maiale tonnato per intenditori

Focaccia con filetto di maiale tonnato, una sofisticata combinazione di sapori La focaccia con filetto di maiale tonnato, pomodorini gialli e puntarelle può essere considerata, a secondo degli usi,...

Tramezzino con barbabietola

Sandwich con barbabietola, un pasto veloce e squisito

Sandwich con barbabietola, un meraviglioso incontro tra sapori Il sandwich con barbabietola può essere considerato uno spuntino delizioso, facile da preparare, nutriente e sano. E’ perfetto per i...

Sandwich di anguria

Sandwich di anguria, uno snack tra il dolce...

Sandwich di anguria, una singolare commistione di sapori Il sandwich di anguria è uno stuzzichino davvero peculiare, che reinterpreta il concetto stesso di sandwich e propone un modo diverso di...

Carpaccio di eglefino e anguria

Carpaccio di eglefino, un piatto elegante

Carpaccio di eglefino, un secondo speciale Il carpaccio di eglefino è un secondo molto particolare. Presenta ovviamente alcune caratteristiche dei carpacci classici, ma allo stesso tempo porta...


Nota per celiaci o sensibili al glutine

Nota per celiaci o sensibili al glutine da leggere attentamente! La raccomandazione è quella di controllate sempre gli ingredienti che utilizzate per la preparazione delle vostre ricette senza glutine. Tutti gli alimenti devono essere adatti ai celiaci e alle persone sensibili al glutine, percui, verificatene la spiga sbarrata, la presenza sul Prontuario dell’AIC o le indicazioni sull’etichetta del produttore. Quando cucinate per un celiaco organizzatevi al meglio per evitare sia la contaminazione ambientale che quella crociata. Un fattore che in molti sottovalutano. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.

Nota per gli intolleranti al lattosio

Nota per celiaci intolleranti al lattosio da leggere attentamente. Dalla nota ministeriale: senza lattosio. E' stata eliminata la dicitura “delattosato”, in quanto precedentemente associata alla dicitura “dietetico”. Si potrà usare al suo posto la dicitura senza lattosio per i prodotti lattiero caseari e per il latte con contenuto di lattosio inferiore a 0,1 g per 100 g o ml. Per tutti gli alimenti non contenenti ingredienti lattei l’indicazione “naturalmente privo di lattosio” deve risultare conforme alle condizioni previste dall’articolo 7 del regolamento (UE) 1169/2011. Noi scriviamo "consentita o consentito" per lasciare libero ogni utente di utilizzare il prodotto della marca che preferisce. Mi raccomando di leggere sempre le etichette Tutte le informazioni date negli articoli sono esclusivamente di carattere informativo. Non possono essere utilizzate per ipotizzare indagini cliniche e non sono suggerimenti per fare diagnosi o per la somministrazione di fitofarmaci, farmaci, piante o medicinali. Le informazioni che vengono date non sostituiscono ASSOLUTAMENTE il proprio medico o qualsivoglia specialista al quale vi consigliamo sempre di affidarvi. L’utilizzo e la somministrazione delle informazioni sono di esclusiva responsabilità del lettore.


24-07-2018
Scritto da:

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Tiziana Colombo: per voi, Nonnapaperina

Pochi sanno che mi chiamo Tiziana Colombo. Tutti, nel mondo del wewb, mi conoscono come Nonnapaperina. Questo spazio nato è per caso 2004 come una sorta di diario che utilizzavo per condividere una passione. Una passione messa a dura prova dalla diagnosi di intolleranza al nichel prima e al glutine e al lattosio poi: una diagnosi inaspettata che mi ha fatto patire mezza vita. La colpa era sempre lo stress. Mi sono sentita completamente persa e in rete le notizie non erano sempre di aiuto. Non mi sono scoraggiata e ho cercato di trovare una soluzione! Dare un’informazione corretta. Mi sono sentita per molto tempo un vero “Don Chisciotte”. Ora la situazione è migliorata ma abbiamo ancora molto lavoro da fare.

Ma da sola non potevo farcela! Cosi nel 2012 ho fondato l’Ass.Il Mondo delle Intolleranze APS, di cui sono il Presidente in carica. Ad oggi siamo diventati una realtà importante e un punto di riferimento per tantissime persone, chef, aziende e medici. Abbiamo un comitato scientifico formato da professionisti e un gruppo di lavoro attivo e dinamico. Ognuno di noi ha un suo ruolo e tutti gli aspetti vengono vagliati con cura. Vogliamo dare un’informazione corretta e responsabile e siamo a disposizione dei nostri utenti. Torna a pensare positivo e mangiare con gusto. Ti garantisco che è possibile.

Nessun Commento. Che ne dici di lasciarci il tuo commento?
logo_print
Iscriviti alla newsletter settimanale per rimanere aggiornato sulle novità

Iscriviti